Articoli Tecnologia

Fake news: come difendersi e scovarle – NerdPensiero

Nell’era del digitale la maggior parte delle notizie viaggiano tramite il web grazie alla sua facilità e velocità di divulgazione. Molte agenzie di stampa mondiali usufruiscono della rete per condividere le news in tempo reale. Basti pensare ad una delle più importanti agenzie di stampa italiane come l’ANSA la quale si è avvicinata ormai da qualche anno alla diffusione di notizie in tempo reale tramite social network grazie alla loro rinomata capacità di condivisione e di divulgazione. Come per ogni cosa positiva, però, c’è una parte negativa della stessa medaglia: le fake news.

Già alla fine dell’800 un noto scrittore statunitense affermò: “Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso… e pubblica il falso” ed ecco che nel 2017 questa affermazione acquista sempre più valore. Siamo sommersi da notizie false di ogni genere, dall’intrattenimento alla scienza, dalla politica alla tecnologia. Non è inusuale che Paesi come la Germania o la Francia e social network come Facebook stiano facendo di tutto per bloccare questo afflusso di fake news anche per via legali.

Questo breve articolo vuole svolgere due importanti compiti: mettervi in guardia dalle fake news e aiutarvi a riconoscere quando si tratta di una fake news. Il primo compito è molto semplice, basta infatti informarvi dell’esistenza (cosa che già sicuramente saprete) per farvi aprire gli occhi prima di credere ciecamente a ciò che state leggendo. Il secondo compito, invece, è molto più arduo perché sarete voi e solamente voi con la vostra testa e capacità critica a capire se ciò che state leggendo è una vera notizia o una fake news. Vi svelo però delle tecniche:

  1. State attenti ai titoli: titoli altisonanti spesso scritti in stampatello che vedono l’uso di molti segni di interpunzione finali come punti esclamativi sono certamente notizie false. Inoltre se le affermazioni contenute in un titolo sembrano esagerate, sicuramente sono false. Facciamo un esempio: “ESCLUSIVO: È MORTO PAOLO BONOLIS!!!!!” è senza ombra di dubbio una fake news. Un altro esempio: “Suicidio in diretta CNN, clicca per vedere il video” altra fake news.
  2. Guardate bene gli URL: un URL fasullo o molto simile a siti di giornali nazionali o internazionali sono senza dubbio siti falsi. Per fare un esempio “ilfattoquotidaino.it” o “larespubblica.it” sono senza dubbio siti di fake news.
  3. Fate ricerche sulla fonte: se la notizia che state leggendo non proviene da un sito che voi conoscete o ritenete affidabile, cercate su internet la sua reputazione e informatevi attraverso la sezione “informazioni” del sito stesso. Vi sono siti appositi anche per questo come WHOIS.
  4. Fate attenzione alla formattazione: molte fake news presentano impaginazioni strane, errori grossolani di battitura e sottotitoli vistosi. Leggete la notizia con prudenza soprattutto se il sito non è molto conosciuto.
  5. Fate attenzione alle immagini: spesso le notizie false contengono immagini modificate o video ritoccati con strane didascalia o frasi clickbait. Cercate su internet sempre un confronto con la stessa immagine o altre immagini magari riguardanti la stessa notizia provenienti da altre fonti.
  6. Guardate sempre la data di pubblicazione: molte fake news non hanno la data o presentano una data vecchia che automaticamente rendono futile ogni informazione presente.
  7. Verificate le testimonianze: l’assenza di fonti, di prove o di riferimenti ad esperti di cui non viene fatto il nome è sinonimo certo di fake news. Attenzione, l’assenza di fonte può anche riferirsi alla scrittura di un comunicato stampa, ma in questo caso sarebbero presenti nomi e riferimenti che lo farebbero capire.
  8. Controlla altre fonti: anche in caso di notizia proveniente da siti affidabili, controllate sempre se altre fonti hanno riportato la notizia. Spesso possono esserci delle incongruenze anche tra stesse notizie provenienti da siti affidabili e a quel punto vi servirà una ricerca più approfondita. Dopotutto cosa affermava Hegel? Per conoscere la verità servono la tesi e l’antitesi dopodiché si forma la sintesi.
  9. Capire se la notizia non è uno scherzo: spesso viene difficile capire se si tratta di fake news o una notizia satirica o parodistica. Cercate di capire se quel sito è solito trattare notizie del genere o ha dei giornalisti capaci di ciò.
  10. Alcune notizie sono intenzionalmente false: esistono numerosi siti di divulgazione di notizie false, sono nati per questo e lo fanno per guadagni o per mettere in guardia le persone. Pensate a Lercio.it, è nato come sito di notizie false e/o parodistiche e condivide solo queste. Abbiate sempre senso critico.

Questi sono alcuni degli accorgimenti più importanti che dovrete prendere quando vi imbattete in fake news e nel caso segnalate a chi di competenza la presenza di informazioni false. In Italia non vi è ancora una legge contro le fake news, ma vi sono siti che aiutano a smascherare le notizie false in cui può scrivere chiunque sia in grado di contraddire le informazioni presenti nella notizia, vi sono hashtag come #bastabufale che aiutano a catalogare le notizie false e di recente c’è anche la segnalazione a Facebook che porta alla cancellazione della notizia se ritenuta effettivamente falsa.

L’argomento fake news è molto importante e molto grave. Tenete sempre questa lista con voi e state attenti. Si sta arrivando ad un punto di non ritorno dove a causa soprattutto delle fake news non si crede alle vaccinazioni e a molte ricerche scientifiche. Sì, ho voluto lanciare due frecciatine.

Commenti

commenti

About the author

Giovanni Arestia

Studente di Ingegneria Informatica che tra un libro e un altro trova sempre il tempo per un film, un fumetto o un videogioco.