Recensioni Serie Tv

Game Of Thrones – 7×04 – PAGELLE IGNORANTI

Le avventure in quel di Westeros continuano tra alti e bassi (e non stiamo parlando di Tyrion). Nonostante HBO abbia usato come password dei suoi serve la parola “password” e si sia fatta rubare anche le mutante da bravi bambini abbiamo aspettato il lunedì per vedere l’episodio e quindi anche quest’oggi per alleviarvi l’inizio di settimana (a meno che non siate già al mare o in ferie in quel caso rosichiamo duro) eccovi le pagelle IGNORANTI della 7×04.

JON    Invita la Daniela a fare speleologia alle grotte di Frasassi, e sappiamo bene che effetto gli facciano le caverne; tra una pittura rupestre fatta malissimo e l’altra, le dice continuamente che devono “unirsi” e che possono vincere solo “insieme”, ma lei non recepisce, ed alla fine dell’episodio le palle sono ancora color Estraneo. Almeno Danana ascolta i suoi consigli. Bello il ricongiungimento con Theon dove il Re del Nord, sopraffatto da mille emozioni, non sa come reagire e nel dubbio cerca di strangolarlo. Deve proprio averci preso gusto.
QUESTA, AMICA MIA, È  UNA MINIEEEEEEERA, 7

DAVOS   Un po’ Alfred Pennyworth, un po’ cinquantenne su Facebook, il Cavalier Cipolla divide il suo tempo tra frecciatine salatissime, momenti di acume politico e rimandi al compianto Stannis (“fewer”), condendo il tutto con strane battutine sessuali. Oltretutto è già il secondo episodio dove fa il lumacone con Missandei, ed ho il terrore che nel prossimo le chiederà  di vedere i piedini
GRAZIE PER L’AMICIZIA, SEI BELLISSIMA, HAI CAM? 7

DITOCORTO  Tra un sussurro e l’altro regala a Bran il pugnale col quale è quasi stato ucciso solo per rimanerci più di sasso di Jorah Mormont quando lui risponde “Chaos is a ladder”, e capisce  di essere nella cacca fino al collo
SI LAVORA E SI FATICA… 5

ARYA   La riunione, finalmente. Dopo aver perculato due guardie con più chili che buonsenso, ritrova la sorella in una scena incredibilmente commovente, soprattutto la parte dove parlano della lista di gente che deve ancora uccidere. Riceve in regalo da Bran il pugnale e decide di usarlo in un match amichevole contro Brienne. Mi sfugge come uno spadino regga i colpi di uno spadone a due mani (e non venite a dirmi che è acciaio di Valyria, perché pure lo spadone lo è), la conclusione è comunque un pareggio. La chicca finale è quando dice a Brienne che “nessuno” le ha insegnato a combattere
ARYA’S BACK, TELL A FRIEND 8

BRAN  Terrorizza il resto della famiglia e manda a peripatetiche  l’unica possibilità di quagliare che avrà mai nella vita, mostrando la sensibilità di un ciocco di legno verso la ragazza che ha sacrificato tutto per lui. Usa la sua semi-onniscienza per inimicarsi Baelish, invece che per, non so, qualsiasi altra cosa? In effetti potrebbe probabilmente risolvere 3/4 delle storyline da solo se si degnasse di parlare, ma a quel punto non avremmo una serie
DR BRANHATTAN, s.v.

SANSA  Ditocorto continua ad alitarle addosso e si rende conto con orrore di essere l’unica della famiglia senza poteri, un’anormale capacità nel combattimento o vite extra.
PIPPO CIVATI, s.v.

THEON   Compare venti secondi e rischia subito di essere picchiato. Neanche reagisce, si limita a fare una faccia da “Ecco, ora ne busco anche stasera”
SCHIAFFONI, 4

DAENERYS  Dopo averla fatta annusare a Jon, segue comunque il consiglio del Re del Nord di NON bruciare vivi civili a migliaia, ma carica diritta verso l’esercito Lannister. Cavalcando Drogon, brucia rifornimenti, nemici e budget per la CGI. Complimenti a Drogon, che è diventato un cecchino: non colpisce un dothraki manco per sbaglio nonostante la bolgia sotto di lui, ma solo Lannister (o è così, o i dothraki sono ignifughi). I cavallerizzi hanno gioco facile in campo aperto, soprattutto perché improvvisamente gli arakh tagliano le armature pesanti come fossero burro. Drogon viene ferito e lei tenta di rimuovere il dardo con la stessa perizia dell’infermiere tirocinante mentre impara a fare prelievi. La battaglia è stravinta, ma suppongo che avere una fortezza volante che sputa napalm sia un vantaggio contro gente armata di spade. Ti piace vincere facile?
BONCIBONCIBOBOBO, 9

JAIME  Il nostro Gianmarco torna ad essere Jaime per questo episodio, la lontananza da Cersei fa solo bene, dimostrando che le relazioni tossiche vanno interrotte al primo segno di disagio e non coltivate per anni. Un uomo con una sola mano e un pugno di soldati si ritrova improvvisamente contro un esercito e un DRAGO. Come dicevano sempre i miei insegnanti ai colloqui, “Ha fatto quel che ha potuto”. Poi, l’occasione del riscatto. Drogon è a terra ferito, Danana è in difficoltà, perciò lui decide di caricarli. Da solo. Cuor di leone, cervello di gallina, perdonabile solo se inteso come assalto suicida in cui voleva portarsi dietro la Daniela a costo della vita
LEEROY JENKINS, 8

BRONN  Se c’è qualcosa che il lettore inacidito e lo showfag hanno in comune, è l’amore per questo personaggio. Dopo aver perculato Dickon perché ha letteralmente un nome del cazzo ed essersi lagnato perché non ha ancora un castello, si passa alla battaglia, dove Bronn si fa largo tra i nemici e raggiunge lo “scorpione” (che è solo una ballista in realtà, e devo ancora capire perché non ne hanno costruite a dozzine) di Qyburn per tentare di uccidere Drogon. Riuscite a tifare per Achille contro Ettore? O Superman contro Batman? Così io non riesco a non tifare Bronn contro Danana Banana e Drogon, nonostante la consapevolezza della loro plot armor in acciaio di Valyria (fossero stati Rhaegal o Viserion, forse forse…). E difatti uno dei colpi va a segno, ma questo non è lo Hobbit e Bronn non è Bard, perciò il drago è solo ferito. Dopo aver evitato il napalm  all’ultimo secondo, impedisce che anche Jaime venga fatto allo spiedo. Ed è ancora vivo. E non ha ancora il suo fottuto castello
COME ON, YOU FUCKER  9.5, MVP

A Lunedì prossimo!!!

Commenti

Commenti

About the author

Lorenzo Gennaioli