Recensioni Videogiochi

Frantics – Recensione PS4

PlayLink da qualche mese ha fornito agli utenti PlayStation 4 un modo di divertirsi assolutamente immediato. Il Multiplayer locale, infatti, da un po’ di tempo, ha lasciato il posto a quello online e la scelta di Sony con la collana PlayLink tende la mano ad una maniera di divertirsi che unisce novità ed un retrogusto di nostalgia. Il catalogo PlayLink ne ha per tutti gusti ed è in continua espansione: quiz game come Sapere è Potere, thriller e giochi social come Hidden Agenda e Dimmi Chi Sei, smartphone come microfoni in SingStar Celebration e film interattivi come Planet Of The Apes: Last Frontier, riescono nell’intento di regalare ore ed ore di divertimento in famiglia e con gli amici servendosi di un semplice smartphone. All’appello mancava un party-game in stile Crash Bash e Mario Party, una mancanza colmata da Frantics, gioco prodotto dai ragazzi di NapNok Games e venduto al prezzo più che abbordabile di 20 euro.

IL SIGNOR VOLPE

A dir la verità Frantics non ha molto da offrire, il gioco comprende 15 mini-giochi, pochini se pensiamo che il titolo mette a disposizione una sola modalità vera e propria e la possibilità di affrontare le sfide in stile compilation personalizzata. A condire la sequela di mini-games e fornirci il pretesto di sfidare i nostri amici vi è una carismatica volpe di nome Volpe, si, e sarà lui a fiutare l’affare arricchendosi (le ricompense saranno monete e oggetti) con il sudore della nostra fronte e con quello dei nostri compagni di giochi. Come da tradizione PlayLink, il titolo ci chiederà fin da subito in quanti saremo ad affrontare la serie di sfide fuori di testa. Per cominciare non ci servirà altro che una connessione Wi-Fi, uno smartphone per ogni giocatore (1-4) e la voglia di divertirsi insieme. Entrando a far parte del folle mondo di Frantics non mancherà il momento del selfie da accorpare all’avatar selezionato per battagliare con i nostri amici, (animali originali dotati di grande personalità e dalle caratteristiche fuori da ogni logica) lo stile dei personaggi riesce a coinvolgere fin da subito e dopo pochissimi secondi ci ritroveremo a darcele di santa ragione.

MANO ALLO SMARTPHONE

Lo stile dei mini-giochi è molto vario e lo scontro fisico è quasi sempre a fare da padrone. C’è da dire che ogni gioco sfrutta il nostro smartphone a dovere, tra inclinazioni, tracciare percorsi e usare la forza e l’equilibrio per mandare giù a colpi di spallate i nostri avversari, la varietà non manca e le sfide sono rapide e godibili. Ogni mini-gioco ha la durata di un paio di minuti, nella modalità principe, Festa della Volpe, dovremo affrontare una serie di quattro sfide una dietro l’altra, le sfide ci permetteranno di accumulare monete e corone (nel caso di vittoria del minigioco) con le prime che ci serviranno per acquistare armi e potenziamenti e le seconde, preziosissime, di ricevere vite extra. La vittoria, grazie a queste trovate, è in bilico fino alla fine e raramente assisteremo ad un esito scontato.

CONCLUDENDO

Purtroppo, nonostante la grande cura posta in essere dagli sviluppatori, Frantics non riesce a ritagliarsi un posticino nel cuore dei nostri compagni di serate. Una volta provati tutti e quindici i mini-giochi, davvero pochini, sarà difficile trovare stimoli per impugnare nuovamente i nostri smartphone e battagliare ex novo. Un’altra pecca evidente è la poca precisione dei controlli, di certo in questi casi, la velocità ed il ritmo molto alto non facilitano il compito. Apprezzabile invece lo stile grafico e gli effetti sonori, originali e fuori di testa quanto basta. Concludendo, Frantics si è rivelato un buon passatempo per passare in compagnia una serata e nulla di più, il prodotto, a nostro modo di vedere, pecca dal fronte contenuti ed il Signor Volpe non basta a sollevarne le sorti.

Frantics

Frantics
6.5

Frantics

6.5 /10

Pros

  • Personaggi fuori di testa
  • L'ideale per passare una serata spensierata

Cons

  • 15 mini-giochi sono un po' pochini
  • ...non più di quella

Commenti

Commenti

About the author

Christian Mazza

Christian Mazza

Laureato in Filosofia e specializzato in Scienze Filosofiche, ama il videogioco in ogni sua forma e materia. Grande appassionato di tecnologia, cinema e fumetti, strumenti semplici al servizio della nostra mente e della nostra fantasia.