Caso Asia Argento: colpo di scena, anche Jimmy Bennett ha una denuncia per molestie

La vicenda Asia Argento – Jimmy Bennett prende una piega sempre più strana ed emergono curiosi dettagli.

Qualche tempo fa vi avevamo riportato le accuse di molestie sessuali da parte dell’attore americano Jimmy Bennett ai danni di Asia Argento. Bennett aveva chiesto all’Argento 380 mila dollari in cambio del suo silenzio anche perché le accuse di molestie riguardavano un periodo in cui l’attore era ancora minorenne. Quest’oggi, però, emerge un colpo di scena: Jimmy Bennett è stato denunciato di molestie nel 2015 dalla sua ex fidanzata.

Il sito Daily Beast, entrato in possesso degli atti legali, ha rivelato che la ragazza sarebbe stata pedinata e minacciata dall’attore e, sentendosi in pericolo, si era rivolta alle autorità californiane. Queste le parole riportate nella denuncia:

“Alle spalle ha alcune storie di droga, potenzialmente poteva essere un violento: per questo io e mia mamma non ci sentivamo al sicuro”.

Il documento accusatorio è di quattordici pagine interamente pubblicato dal Daily Beast e si legge anche che Bennett, accusato di stalking e pornografia minorile, avrebbe avuto un rapporto sessuale non consenziente con la ragazza quando ancora era minorenne:

“Avevo 17 anni e non lo avevo mai fatto, lui mi ha convinta. Si è fatto strada nella mia vita, mi ha manipolata fino a farsi mandare delle mie foto nuda: questo mi ha creato danni emotivi”.

Questi fatti sarebbero accaduti lo stesso anno della vicenda che ha coinvolto Asia Argento. Il 17 luglio del 2015 i giudici della Corte Suprema di Los Angeles avevano anche emesso una misura restrittiva temporanea nei confronti dell’attore con lo scopo di proteggere la ex fidanzata e sua mamma.  La misura però, sempre stando alle rivelazioni del Daily Beast, sarebbe poi stata annullata il mese successivo in quanto la parte lesa non si sarebbe presentata in tribunale per l’udienza.

Fonte

Written by
Studente di Ingegneria Informatica che tra un libro e un altro trova sempre il tempo per un film, un fumetto o un videogioco.