Senza categoria – Nerdmovieproductions http://nerdmovieproductions.it Il sito Web di Andrea Bellusci con notizie e recensioni dal mondo Nerd Sun, 22 Apr 2018 13:41:05 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.5 Blackhawk: Steven Spielberg produrrà il film per la DC Comics! http://nerdmovieproductions.it/2018/04/18/blackhawk-steven-spielberg-produrra-il-film-per-la-dc-comics/ Wed, 18 Apr 2018 06:42:15 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=52396 Con un annuncio sul suo profilo twitter ufficiale Dc Comics, ha annunciato la chiusura dell’accordo con Steven Spielberg e la Amblin Entertainment per la realizzazione di un film live action su Blackhawk.

Toby Emmerich, CEO di Warner Bros. Pictures Group. ha così commentato:

Siamo fieri di essere lo studio dietro l’ultimo grande successo di Steven Spielberg (Ready Player One) e siamo felicissimi di poter lavorare nuovamente con lui alla sua nuova avventura”.

Spielberg si occuperà quindi di produrre la pellicola ma sembra siano attualmente in corso accordi per affidargli anche la regia. La sceneggiatura verrà invece scritta da David Koepp.

Blackhawk è una serie creata da Will EisnerChuck Cuidera Bob Powell e narrà le vicende dello Squadrone Blackhawk, un piccolo gruppo di piloti di aerei da combattimento della Seconda guerra mondiale di varie nazionalità, ognuno conosciuto con un nome, o con il cognome o con un soprannome.

]]>
Harley Quinn: Le riprese cominceranno a fine anno. Cathy Yan alla regia http://nerdmovieproductions.it/2018/04/18/harley-quinn-le-riprese-cominceranno-a-fine-anno-cathy-yan-alla-regia/ Wed, 18 Apr 2018 06:27:36 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=52394 Dopo quasi 6 mesi dall’ultimo aggiornamento sulla pellicola si torna a parlare del film standalone su Harley Quinn che sarà basato sulla serie di fumetti “Bird Of Prey”. La pellicola ha infatti trovato la sua regista, Cathy Yan, e le riprese inizieranno a fine anno.

Mentre il resto del cast al momento rimane avvolto nel mistero, sappiamo per certo che Margot Robbie tornerà nelle vesti di Harley Quinn, ruolo che tornerà ad interpretare anche in Suicide Squad 2.

Ricordiamo che tra gli altri film annunciati troviamo Aquaman che arriverà il 21 Dicembre 2018; Shazam il 5 Aprile 2019; Wonder Woman 2 1 Novembre 2019; Cyborg il 3 Aprile 2020 e Green Lantern Corps il 24 Luglio 2020.

]]>
Gotham: Ecco il vero Joker nella serie tv di FOX [SPOILER] http://nerdmovieproductions.it/2018/04/14/gotham-ecco-il-vero-joker-nella-serie-tv-di-fox-spoiler/ Sat, 14 Apr 2018 18:00:54 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=52162 Attenzione SPOILER!!!

Finalmente il vero Joker è arrivato nella serie tv Gotham ma con un clamoroso ed inaspettato plot twist non si tratta di Jerome interpretato da Cameron Monaghan.

Il suo personaggio è infatti deceduto nell’ultima puntata della serie, non prima però, di aver inviato al suo fratello gemello Jeremiah, il letale gas che ha trasformato nel vero Joker della serie targata FOX.

Monaghan ha inoltre condiviso una foto sul suo account twitter in cui ha mostrato ai suoi fan la scena ed il trucco senza l’alterazione digitale alla sua bocca, scherzando inoltre con un chiaro riferimento a Justice League ed i baffi rimossi ad Henry Cavill.

Gotham è una serie televisiva statunitense ideata da Bruno Heller per il network Fox che la trasmette dal 22 settembre 2014.

Annunciata per la prima volta nel settembre del 2013, rappresenta un prequel/spin-off televisivo incentrato sulle origini dei personaggi (eroi e cattivi) appartenenti all’universo di Batman. La serie, pur trattando personaggi dell’universo DC Comics, non fa parte dell’universo televisivo The CW, iniziato con Arrow.

 

]]>
Black Panther: Tom Holland ha visto il film a casa di Robert Downey Jr. http://nerdmovieproductions.it/2018/04/09/black-panther-tom-holland-ha-visto-il-film-a-casa-di-robert-downey-jr/ Mon, 09 Apr 2018 22:52:03 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=51738 Il rapporto tra Peter Parker e Tony Stark all’interno del Marvel Cinematic Universe sembra essersi espanso anche nel mondo reale dove Robert Downey jr. ha preso sotto la sua ala il giovane Tom Holland. I due hanno infatti legato molto fuori dal set, tanto che Holland ha rivelato recentemente di aver visto Black Panther a casa dell’attore che da il volto ad Iron Man.

“Ricordo quando vidi Avengers al cinema la prima volta. L’ho amato alla follia. Sono sempre stato un fan, ho visto i film diverse volte. Ho visto Black Panther in anticipo a casa di Robert Downey Jr.. Gli ho chiesto se avesse lo screener dato che lui è come il padrino e riceve tutto in anticipo, così sono andato a casa sua e l’abbiamo visto insieme”

Black Panther è uscito al cinema il 14 Febbraio 2018

“Black Panther segue le vicende di T’Challa che, dopo la morte di suo padre, Re del Wakanda, ritorna a casa nell’isolata e tecnologicamente avanzata nazione Africana per salire sul trono e prendere il ruolo di Re, suo di diritto. Ma quando un potente e vecchio nemico riappare, il temperamento di T’Challa come sovrano e come Black Panther è messo alla prova da un importate conflitto che mette a rischio le sorti del Wakanda e del mondo intero. Affrontando tradimenti e pericoli, il giovane Re dovrà radunare i suoi alleati e sprigionare tutto il suo potere da Black Panther per sconfiggere i suoi nemici e salvare il suo popolo e il suo stile di vita.”

Tra gli alleati del re del Wakanda sono confermati personaggi celebri provenienti dai fumetti, tra i quali spicca Everett Ross.

Black Panther è scritto e prodotto da Ryan Coogler e scritto da Joe Robert Cole.
Nel cast Chadwick Boseman, Michael B. JordanLupita Nyong’oDanai GuriraMartin FreemanDaniel KaluuyaAngela BassettForest WhitakerAndy SerkisLetitia Wright,Winston Duke, Florence Kasumba, Sterling K. Brown e John Kani.

]]>
Ready Player One: Ernest Cline possiede una vera delorean di Parzival http://nerdmovieproductions.it/2018/04/04/ready-player-one-ernest-cline-possiede-una-vera-delorean-di-parzival/ Wed, 04 Apr 2018 09:17:52 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=51373 Ready Player One è ormai arrivato nelle sale cinematografiche di tutto il mondo da diverse settimane conquistando tutto il popolo dei nerd e dei nostalgici degli anni 80-90. Tra i più grandi fan dell’opera troviamo  lo stesso autore del libro da cui è tratta la pellicola, Ernest Cline, che ha mostrato tramite un video su instagram la sua vera e funzionante Delorean da Ritorno al futuro, modificata con elementi da KITT di Supercar e dalla Ecto-1 di Ghostbusters per essere il più fedele possibile al modello guidato da Parzival, il protagonista del suo libro.

Insomma Cline si conferma un Nerd vero!!!

Il film diretto da Steven Spielberg con protagonisti Mark Rylance e Tye Sheridan è previsto al cinema in Italia per il 28 Marzo 2018.

Ecco la trama:
Nel 2045, anno in cui il mondo sta per collassare sull’orlo del caos, le persone hanno trovato la salvezza nell’OASIS, un enorme universo di realtà virtuale creato dal brillante ed eccentrico James Halliday (Mark Rylance). A seguito della morte di Halliday, la sua immensa fortuna andrà in dote a colui che per primo troverà un Easter egg nascosto da qualche parte all’interno dell’OASIS, dando il via ad una gara che coinvolgerà il mondo intero. Quando un improbabile giovane eroe di nome Wade Watts (Tye Sheridan) deciderà di prendere parte alla gara, verrà coinvolto in una vertiginosa caccia al tesoro in questo fantastico universo fatto di misteri, scoperte sensazionali e pericoli.

]]>
NERD PRIDE: Arriva a Movieland Park l’evento dedicato ai nerd http://nerdmovieproductions.it/2018/03/27/nerd-pride-arriva-a-movieland-park-levento-dedicato-ai-nerd/ Tue, 27 Mar 2018 16:46:28 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=50904 Tutti i Nerd sono chiamati a partecipare a questo imperdibile raduno per celebrare l’orgoglio di essere Nerd!
Un evento ad alto contenuto nerd a Movieland: parco più Nerd d’Italia, organizzato da Movieland Park in collaborazione con Think Comics e Orgoglio Nerd.
Ospiti della giornata: tutte le più importanti realtà Nerd presenti in Italia e sarà solo grazie a voi che una di queste verrà decretata la “Nerd Crew più forte d’Italia”.
Come? Partecipando ad un Flash Mob in cui tutte le realtà si sfideranno ad un originalissimo “Tiro alla Fune” sulla Main Street del parco. Decidete con quale realtà volete partecipare e unitevi a loro. Giudice di gara, un ospite d’eccezione: ADRIAN FARTADE, direttamente da LINK2UNIVERSE!
Adrian Fartade sarà anche protagonista di un mini-show dal titolo “Moriremo tutti… al Cinema” dove analizzerà scientificamente, ma con la sua solita ironia, tutti i modi in cui nel cinema il mondo finisce!
E ancora, oltre a tutte le attrazioni e agli show del parco dedicati o ispirati a tanti popolari film e serie tv come Rambo, Supercar, Ritorno al Futuro, Scuola di Polizia, The Blues Brothers, etc. potrete partecipare al NERD QUIZ e dimostrare di essere il più Nerd di tutti!
Si risponde direttamente dal pubblico e chi alla fine delle domande avrà collezionato più punti, si porterà a casa un NERD PASS per poter tornare gratuitamente a tutti gli eventi della NERD SEASON di Movieland Park.
Oltre al NERD PRIDE, in questa giornata si svolgerà anche il BE A SUPERHERO: tutti coloro che indosseranno un costume da supereroe avranno diritto ad entrare ad un prezzo scontato.
Ma non finisce qui: la sera vi aspettiamo per una divertentissima cena presso il Rock Star Restaurant di Canevaworld, dove potrete abbuffarvi con la formula ALL YOU CAN EAT, tra succulenti hamburger, pizza, hot-dog, patatine, ali di pollo, torte, gelati, bibite, birra e tanto altro! Chi vorrà partecipare anche alla serata potrà acquistare il biglietto per la cena a prezzo scontato durante il corso della giornata direttamente all’interno del parco.

Ingresso speciale a €19 per coloro che verranno interamente vestiti da supereroi!
E ricordati, con il NERD PASS, puoi entrare a tutti gli eventi della NERD SEASON a soli €32, oppure puoi acquistare il tuo biglietto on-line con il NERD CODE per ottenere uno sconto di €4 sul biglietto intero singolo!

]]>
Ready Player One [Recensione] http://nerdmovieproductions.it/2018/03/23/ready-player-one-recensione/ Fri, 23 Mar 2018 01:06:22 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=50368  

Il trailer e l’idea di base promettevano grandi cose. Anzi, enormi. E si sa, quando le aspettative sono molto, ma davvero molto alte, la delusione è sempre in agguato. E la paura che anche Ready Player One, ultima fatica di Steven Spielberg, ispirata all’omonimo romanzo di Ernest Cline – co-sceneggiatore della pellicola -, potesse essere una delusione c’era eccome. Eppure, allo stesso tempo, c’erano anche tutti gli elementi perchè potesse uscirne un gran film d’intrattenimento: la tematica riguardante la realtà virtuale, sempre attualissima. Un libro di riferimento pensato come omaggio alla cultura nerd e pop, in particolar modo a quella anni ’80, quindi anche e soprattutto a registi come lo stesso Spielberg o Robert Zemeckis. 0 avere come regista la persona che Cline ha preso come punto di riferimento per scrivere il suo romanzo e come compositore delle muscihe il grande Alan Silvestri. Oppure ancora l’avere l’autore del libro come co-sceneggiatore della pellicola.Insomma, c’erano tanti motivi per preoccuparsi, ma altrettanti per sperare in qualcosa di quantomeno decente. Ora che l’ho visto, posso dire con sicurezza che non ha rispettato le aspettative. perchè le ha oltrepassate di parecchio. Intendiamoci: non stiamo parlando di un cosiddetto instant masterpiece, ma di un film d’intrattenimento eccellente, con uno Spielberg in forma smagliante, quello che da bambini ci ha fatti emozionare con Jurassic Park.

Insomma, c’erano tanti motivi per preoccuparsi, ma altrettanti per sperare in qualcosa di quantomeno decente.

Innanzitutto cerchiamo di capire come mai un autore come Spielberg sia ancora così affermato a sett’antanni suonati. La risposta in realtà è semplice: perchè non ha mai smesso di sperimentare. Se in The Post ha ricalcato la regia di Pakula in Tutti gli Uomini del Presidente, omaggiandolo, qui ha avuto la brillante idea di scindere nettamente, dal punto di vista visivo, la realtà da Oasis, il mondo virtuale in cui è ambientato per buona parte il film. Tutte le scene in cui i personaggi vestono i panni dei loro avatar all’interno di Oasis, infatti, sono realizzate con la tecnica del performance capture, in digitale, scelta azzeccata per più di un motivo, non ultimo quello di accentuare la differenza tra le due realtà. Concettualmente non è un’idea troppo diversa da quello che venne fatto con il primo Tron negli anni’ 80, a ben pensarci, ma gli straordinari effetti visivi e l’incredibile fantasia di Spielberg nella messa in scena fanno sì che questa soluzione visiva sia ben più che efficace. Il merito è anche delle musiche del già citato Silvestri che, come il regista, si è divertito a citare e ri-citare sè stesso, nel tentativo – nben più che riuscito – di far tornare lo spettatore grandicello agli anni della sua infanzia, ed emozionare chi invece di anni neha parecchio in meno. La forza di Ready Player One è soprattutto questa: esattamente come il romanzo di Cline, inserisce quanti più richiami possibili a saghe e franchise vari, ai limiti del paraculo, in modo che chi li riconosce prova un’esaltazione pressochè totale, mentre chi non può o non riesce a coglierli rimane comunque sbalordito dalla potenza dell’estetica spielberghiana in tutto il suo splendore. La domanda che mi sono sentito rivolgere di più dopo aver visto il film è stata: “Ma le citazioni sono messe a caso o hanno un senso?”. La genialità del prodotto sta proprio in questo: tutte le citazioni sono contestualizzate perchè sono quasi esclusivamente visive e hanno senso perchè chi si logga su Oasis usa la skin del proprio personaggio preferito, che sia di un film un videogioco o altro, esattamente come viene fatto comunemente con la foto del profilo di Facebook. In poche parole: se Oasis esistesse, probabilmente verrebbe usato esattamente come descritto nel film.

Rispetto al romanzo di Cline, il film presenta molte differenze sostanziali, con addirittura una riscrittura totale di alcuni personaggi, come iRok, interpretato digitalmente da T.J. Miller – già amico cinico e svampito di Deadpool nel film omonimo – e decisamente più interessante della sua controparte letteraria. Io, che ho sempre preteso un minimo di attinenza all’opera originale quando si parla di adattamenti, mi trovo d’accordo con chi sostiuene che questo sia uno dei rarissimi casi in cui il film è decisamente superiore al libro. Ogni cambiamento è sensato, soprattutto quelli che concernono le varie prove nella gara per la ricerca dell’Easter Egg di Halliday, in quanto nel romanzo venivano sfruttati brand per cui evidentemente non potevano essere acquistati i diritti, ma personalmente ho accettato di buon grado le modifiche ad alcuni dettagli del backround di James Halliday stesso. Mark Rylance, diventato, da qualche anno ormai, quasi una costante nei film  di Spielberg, è riuscito a rendere questo enigmatico personaggio ancora più affascinante di quanto già non fosse, aggiungendo un determinato elemento che, nell’ottica della trama in generale  per com’è stato costruito, è estremamente funzionale e rafforza il messaggio di base. Messaggio che si riferisce alla pericolosità dell’estraniazione dalla realtà, anche da quella disastrosa per il genere umano che viene presentata all’interno della pellicola. Niente di particolarmente originale, ma è veicolato in maniera solida e chiara, senza che appesantisca il ritmo del film, il quale è quasi impeccabile, senza momenti di noia. Tornando ad Halliday, ancora di più che nell’opera originale riesce ad essere estremamente importante nonostante nella storia appaia come pura memoria e non come vero e proprio personaggio agente, anche se qui si potrebbe aprire un dibattito piuttosto lungo, ma non è questa la sede adatta.  Apprezzabilissima anche la versione ben più saggia e realistica di Ogden Morrow, socio di Halliday interpretato da un ottimo Simon Pegg, in bilico tra dramma e commedia. A rendere ancora più interessanti i cambiamenti in questione è il fatto che ad accettarli in prima persona sia stato proprio Ernest Cline, che ha firmato la sceneggiatura insieme a Zak Penn, dimostrandosi così cosciente del fatto che non tutto ciò che funziona sulla carta stampata funziona automaticamente anche sul grande schermo.

I personaggi principali sono stati resi leggermente più superficiali nella caratterizzazione, ma risultano comunque perfettamente funzionanti, a partire dal protagonista, quel Wade interpretato da Tye Sheridan, che abbiamo visto nei panni del giovane Ciclope in X-Men: Apocalisse, che qui è decisamente meno abile nell’hackerare sistemi informatici, ma è più un eroe classico e relativamente ingenuo. Forse è fin troppo semplificato il rapporto tra lui e Art3mis, interpretata dalla splendida Olivia Cooke, ma è anche meno ingombrante e, in fondo, più adatto al film nel suo complesso. Dopotutto sappiamo perfettamente che Spielberg non sarebbbe Spielberg senza una dose massiccia di smancerie, quando si tratta dei suoi film più commerciali. Forse il personaggio più cambiato ma anche meglio reso è Aech, che nel film non ha mai una forma umana quando lo vediamo in Oasis, stratagemma geniale e assolutamente calzante.

la parziale delusione arriva invece da Nolan Sorrento, figura di spicco della multinazionale kattiva, la IOI (leggete Ai-O-Ai), interrpetato da Ben Mendehlson, il Krennic di Rogue One. Se da una parte Sorrento è molto più caratterizzato di quanto ci si potesse aspettare, dall’altra è fin troppo macchiettistico e fallibile, caratteristica che Mendehlson sembra conferire a tutti i villain che interpreta. E non mi sto lamentando di come sia stato modificato rispetto al romanzo: è il tipo di caratterizzazione a stonare leggermente con tutto il contesto, soprattutto se si pensa a quanto siano stereotipati ed efferati i membri della IOI. Per inciso, i kattivi in generale in questo film funzionano alla grande proprio perchè sono duri e puri, malvagi semplicemente perchè devono esserlo in funzione della trama, una minaccia chiara e semplice. In particolar modo funzionano molto bene le scenografie, sia quelle digitali che quelle reali, soprattutto quandio ci troviamo nella sede della IOI, che trasmette un senso di angoscia e sterile tristezza non indifferenti.

Se proprio si sente la necessità di trovare qualche difetto al film si può accusare l’eccessiva semplicità di alcuni risvolti di trama e alcuni elementi che non si incastrano proprio alla perfezione, per non parlare del fatto che molto spesso può infastidire sentire i personaggi spiegare alcuni riferimenti alla cultura pop, per non escludere chi si perderebbe i più importanti perchè a diguno della materia. Ma la regia è talmente potente, con i suoi mastodontici campi lunghi su scenografie digitali pressochè perfette e ambientazioni reali e costruite in maniera suggestiva, da indurre a perdonare a Ready Player One anche queste pecche. Si sta parlando di un film espressamente pensato per intrattenere il grandissimo pubblico, stuzzicandolo con citazioni evidentissime, ma che ha anche la sola pretesa di far ritornare bambini gli spettatori. indovinate un po’? Ci riesce alla grande. I riferimenti ad altri film o videogiochi sono così tanti che si potrebbe scrivere un articolo di 20.000 parole solo per elencarli tutti, infatti è d’obbligo ben più di una visione. Uno in particolare è un geniale atto d’amore nei confronti di un regista in particolare, noncè del Cinema, roba da far venire un infarto ai cinefili più incalliti. E’ infine molto chiaro che Spielberg si sia divertito ad autoriferirsi di continuo, giocando con quel cinema di puro intrattenimento che senza di lui, oggi, non esisterebbe. Stiamo assistendo, con questo film, al ritorno all’entertaining di alto luvello, dove al desiderio di guadagnare il più possibile al botteghino viene abbinato anche il sacrosanto desiderio di metterci il maggiore impegno possibile, per regalare allo spettatore un’esperienza cinematografica impressionante. E a tutti quelli che già denigrano la pellicola senza averla vista solo perchè “E’ Spielberg, sarà la solita baracconata idiota!”, vorrei ricordare che il Cinema è nato come strumento per intrattenere il pubblico con un prezzo contenuto, donandogli qualcosa di incredibile. Solo che prima ci si entusiasmava per l’arrivo del treno alla stazione di la Ciotat. oggi abbiamo il Gigante di Ferro digitalizzato che spicca un salto verso le poltroncine. La sostanza, invece… Beh, quella non cambia.

Fun fact bonus: effetti visivi talmente incredibili da potersi meritare la vittoria ai prossimi Oscar.

IL MIO PERSONALE VOTO PER READY PLAYER ONE E’: 9

 

Ready Player One sarà nelle sale italiane a partire dal 28 marzo.

]]>
Westworld 2 esplorerà il mondo fuori dal parco. Ecco tutte le nuove foto http://nerdmovieproductions.it/2018/03/02/westworld-2-esplorera-mondo-dal-parco-tutte-le-nuove-foto/ Fri, 02 Mar 2018 07:51:14 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=48792 Il noto settimanale americano Entertainment Weekly ha deciso di dedicare il suo prossimo numero alla seconda stagione di Westworld, l’attesissima serie targata HBO in uscita il prossimo 22 Aprile.

Per l’occasione Jonathan Nolan, showrunner della serie, ha rivelato che il mondo fuori dal parco verrà finalmente esplorato.

“Vogliamo portare lo show in una direzione differente. La prima stagione è stata un viaggio, un viaggio attraverso il parco verso l’uscita. Questa volta ci sarà una ricerca di cosa si nasconde al suo interno e fuori da esso.”

 

©HBO/Entertainment Weekly
©HBO/Entertainment Weekly
©HBO/Entertainment Weekly
©HBO/Entertainment Weekly
©HBO/Entertainment Weekly
©HBO/Entertainment Weekly

]]>
James Gunn conferma: “Groot del primo film è ufficialmente morto. Baby Groot è suo figlio” http://nerdmovieproductions.it/2018/02/27/james-gunn-conferma-groot-del-primo-film-ufficialmente-morto-baby-groot-suo-figlio/ Tue, 27 Feb 2018 21:50:27 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=48600 Groot è uno dei personaggi più amati di Guardiani della Galassia e sono in molti ad essersi rattristati per la sua presunta morte nel primo film per poi rigioire con la rinascita come Baby Groot. Qualche settimana fa James Gunn, regista di Guardiani della Galassia Vol.1 e Vol. 2 aveva invece confermato la morte del primo Groot ed è tornato questa sera a ribadire il concetto svelando inoltre che Baby Groot altro non è che il figlio del Groot adulto della prima pellicola.

In effetti come fa notare Gunn qualche commento più sotto, i due personaggi presentano caratteri completamente differenti e come afferma il regista il vecchio Groot avrebbe saputo che pulsante premere. Staremo a vedere dunque come il nuovo Groot si comporterà in Avengers: Infinity War e se sarà un degno successore del Groot originale.

E voi, cosa ne pensate di questa dichiarazione? Fatecelo sapere con un commento.

 

]]>
Star Wars: Jedi Challenges con Lenovo Mirage, anche in Italia l’esperienza di gioco in realtà aumentata http://nerdmovieproductions.it/2018/02/23/star-wars-jedi-challenges-con-lenovo-mirage-anche-in-italia-lesperienza-di-gioco-in-realta-aumentata/ Fri, 23 Feb 2018 14:45:13 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=50822 n un incontro riservato ai media tenutosi nella sede milanese di The Walt Disney Company Italia, Lenovo (HKSE: 992) (ADR: LNVGY) ha presentato sul mercato italiano con Disney l’applicazione Star Wars™: Jedi Challenges con il visore per realtà aumentata Lenovo Mirage. Il bundle, che è composto dal visore Mirage alimentato da uno smartphone, da un beacon di tracciamento, da un controller per la spada laser, funziona con la versione in lingua italiana – ora disponibile – della più recente release dell’applicazione Star Wars: Jedi Challenge in realtà aumentata, che consente ai giocatori di fare un’esperienza del tutto nuova dell’universo concepito da George Lucas. Star Wars: Jedi Challenges offre diverse ore di contenuto ludico, è compatibile con diversi smartphone Android e iOS1 ed è disponibile in versione italiana da pochi giorni.

I giocatori possono immedesimarsi nel personaggio Jedi e affinare il proprio talento attraverso diverse esperienze di realtà aumentata, ciascuna delle quali offre molteplici livelli di gioco immersivo. Per guidare il giocatore, Star Wars: Jedi Challenges presenta l’Archivista, un personaggio Star Wars del tutto nuovo che dà istruzioni sull’uso della Forza e sulla conoscenza dei Jedi. I contenuti del gioco comprendono inoltre un nuovo pianeta e i personaggi che appaiono in Star Wars™: Gli Ultimi Jedi™. Affrontando i grandi antagonisti del lato oscuro, il giocatore imparerà a perfezionare la propria abilità nell’uso della spada laser, a comandare truppe in missioni per sconfiggere l’Impero e a giocare appassionanti partite a Holochess, gli scacchi olografici, tutto in realtà aumentata.

Hardware e tecnologia

Si inizia scaricando la App di Star Wars: Jedi Challenges sul proprio smartphone compatibile1 e inserendo lo smartphone stesso nella slitta del visore AR Lenovo Mirage. Leggero e portatile, il visore AR Lenovo Mirage offre una full immersion nell’ambiente di gioco con un livello di comfort ottimale. Il visore è accoppiato a un beacon di tracciamento, da posizionare a terra, che agisce come base per consentire ai sensori nel visore di tracciare i movimenti del giocatore.

Dotato di due sensori fisheye per il tracciamento posizionale inside-out, il visore consente al giocatore di muoversi liberamente e in modo naturale mentre combatte o guida le proprie armate sul campo di battaglia.

 

Il visore si accoppia con un controller per la spada laser, accuratamente modellato sull’arma utilizzata da Anakin Skywalker, Luke Skywalker e Rey. Progettata come elemento essenziale dell’esperienza di gioco, la spada laser agisce da controller e puntatore, consentendo ai giocatori di navigare nell’interfaccia utente attraverso azioni e comandi attivati da due pulsanti di semplice utilizzo.

 

Grazie alla tecnologia di tracciamento della luce visibile, i sensori del visore lavorano congiuntamente per individuare la posizione del controller della spada laser, consentendo così ai giocatori di vedere il raggio luminoso che parte dall’elsa della spada e di utilizzarlo per interagire con il mondo all’interno del gioco. Il feedback aptico è attivato quando il giocatore colpisce o para un colpo dell’avversario, mentre un elemento di misurazione inerziale invia allo smartphone l’informazione relativa alla rotazione raccolta dal controller in modo da mantenere stabile il raggio quando il giocatore vibra un fendente.

 

Caratteristiche del gioco:

 

  • Battaglie con la spada laser. Con la propria spada laser gli appassionati si possono allenare contro leggendari personaggi del lato oscuro quali Kylo Ren e Darth Vader. Con l’ultimo aggiornamento dell’applicazione che ha fatto seguito all’uscita del film Star Wars: Gli Ultimi Jedi, poi, oggi i giocatori possono inoltre duellare con due Guardie Pretoriane contemporaneamente.
  • Combattimento strategico. Il giocatore coordina le forze della Repubblica, dell’Alleanza Ribelle e della Resistenza, contro la potenza di fuoco dei Separatisti, dell’Impero e del Primo Ordine in battaglie epiche combattute nel salotto di casa – il che è ideale per affinare le proprie abilità strategiche e tattiche in battaglia. L’ultimo aggiornamento del software di gioco prevede inoltre tre livelli di combattimento strategico ambientati sul nuovo pianeta Crait che appare in Star Wars: Gli Ultimi Jedi, contro nuovi avversari e mezzi quali i potenti walker AT-M6 del Primo Ordine.
  • Holochess. Forse uno dei più iconici giochi da tavolo mai visti al cinema, gli scacchi olografici dell’Holochess iniziarono ad appassionare i fan di Star Wars fin dalla prima volta in cui apparvero a bordo del Millennium Falcon in Star Wars: Episodio IV – Una Nuova Speranza™. Oggi prendono vita in Jedi Challenges, dove gli appassionati possono muovere i pezzi olografici sulla scacchiera virtuale, facendoli lottare per il controllo del territorio di gioco.
  • Nuovi contenuti in modalità assalto. Il più recente aggiornamento del software presenta nuovi livelli di gioco ed avversari, tra cui gli Stormtrooper Esecutori e Antisommossa del Primo Ordine.
  • Arrivano i Porg. I giocatori saranno ricompensati con i simpatici Porg, ora presenti anche in realtà aumentata.

 

Prezzo e disponibilità

Lenovo Mirage con Star Wars: Jedi Challenges è immediatamente disponibile in versione italiana al prezzo consigliato (IVA inclusa) di € 199,00. Il prodotto può essere acquistato presso l’e-shop di Lenovo e in alcuni selezionati negozi online e offline.

]]>