recensione – Nerdmovieproductions http://nerdmovieproductions.it Il sito Web di Andrea Bellusci con notizie e recensioni dal mondo Nerd Sat, 13 Jan 2018 13:50:16 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.1 Hard’N’Steel: alla scoperta del manga [+Intervista all’Ataru Studio] http://nerdmovieproductions.it/2018/01/11/hard-n-steel-intervista-ataru-studio/ Thu, 11 Jan 2018 14:27:10 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=42961 Hard'N'Steel

Nerdmovieproductions è felice di presentare un nuovo manga italiano prodotto dalla Upper Comics: Hard’N’Steel.

Siamo rimasti piacevolmente affascinati da quest’opera, che con la sua trama avvincente ed i suoi accurati disegni, cattura sin da subito l’attenzione del lettore!

Ma scopriamo qualcosa in più…

 

Hard’N’Steel: Sinossi

Il Dottor Ade, uomo di scienza, ha scoperto tutto. Ma proprio tutto!
Non c’è cosa che non sappia, nulla che gli sfugga. E ora ne ha la certezza matematica: il mondo è una vera noia!
E c’è un solo modo per rendere le cose più interessanti… Ma ovviamente, un’esplosione globale di onde theta che trasformi l’ultimo alimento che si è gustato nella chiave di attivazione di un potere inimmaginabile: un “Flair”.

La forza di alterare le leggi fisiche col solo pensiero, la capacità di far svanire per 13 ore ogni cannuccia di plastica nel raggio di 225Km. Non importa quanto sia spettacolare: per il Dottor Ade, Signore onnisciente e onnipotente del mondo che ha creato, basta che sia divertente come quelle storie di eroi che ha sempre amato.
E quando un triste e anonimo colletto bianco con smanie di grandezza si è ritrovato per le mani il potere di un Dio, Ade non ha potuto che accettare la sfida che gli era stata lanciata: che storia sarebbe, senza il cattivo?

 

DETTAGLI di Hard’N’Steel

  • Autori: Lumaca Marina, Dottor Ameba / Daruma-san
  • Genere: Urban Battle
  • Tipologia: Azione/Comico/Psicologico

 

– Acquista QUI Hard’N’Steel –

 

Passiamo adesso all’intervista che ho avuto il piacere di fare ai creatori di Hard’N’Steel: l’Ataru Studio, formato dal Lumaca Marina, Dottor Ameba e Daruma-san.

1) La redazione di Nerdmovieproductions è lieta di dare il benvenuto all’Ataru Studio. Ciao ragazzi, raccontateci qualcosa di voi…

“Ciao a tutti, lieti di esserci! Che dire, non so quanto ci sia da raccontare sul nostro conto: siamo solo una Lumaca Marina, un Dottor Ameba e un Daruma-san come tanti.
Trascorriamo gran parte della nostra esistenza in pozze di fanghiglia salmastra, ambienti umidi e melmosi, o scaffali di konbini. Spesso ci dilettiamo a percorrere brevi distanze con movimento strisciante o ameboide, o magari a fissare un punto fisso con occhi vacui per diverse ore al giorno; siamo, in altre parole, dei normalissimi ventenni.”

 

 

2) Parlateci della vostra opera: Hard’N’Steel…

“Nel mondo di Hard’N’Steel un folle scienziato, il Dottor Ade, ha scoperto tutto quello che c’era da scoprire. Non sapendo più che fare, decide di rendere il mondo intrigante quanto i fumetti di cui era appassionato, dando a tutti dei superpoteri che si attivano mangiando determinati alimenti. Il protagonista della storia è un vero uomo: e quando mangia del limone crudo, il suo cibo preferito, ottiene le abilità (e il costume) di una bellissima maghetta. Vuole poter mangiare il suo amato agrume senza essere costretto a indossare una minigonna, e pertanto andrà alla ricerca del Dottor Ade affinché lo liberi dai suoi poteri.”

Come avrete intuito, Hard’N’Steel non è esattamente un dramma shakespeariano. Volevamo fare qualcosa di esagerato e comico, pieno di poteri assurdi o completamente insensati. Qualcosa in cui potevamo riversare le nostre idee più divertenti. E ci stiamo realmente divertendo molto a farlo. E visto che il mercato ce l’ha a morte coi fumetti in “stile manga” (la letteratura scientifica suggerisce che, se gli autori non distano almeno 500Km da Roma, il loro corretto utilizzo sia indossarli come pratici copricapi spioventi), noi giustamente abbiamo attinto dai canoni degli shonen e creato una storia infarcita di riferimenti e citazioni.”

Hard’N'Steel

 

3) Come nacque l’idea di associare il ‘limone’ al protagonista della storia?

“Avevamo un’idea: il protagonista doveva essere un uomo inflessibile e virile, duro come l’acciaio. Un uomo aspro, e che allora dovesse amasse cibi aspri. E per questo il limone, rigorosamente mangiato a spicchi. Un cibo per uomini duri. L’idea di dargli i poteri di una maghetta è stata immediatamente successiva.”

 

 

4) Quali sono i progetti futuri per l’Ataru Studio?

“Tanto per cominciare, il Volume 2 di Hard’N’Steel!
Prima di darli alle stampe, facciamo uscire i capitoli mensili sulla rivista online di Upper Comics. Ormai ne mancano solo un altro paio prima che il Volume 2 sia completo. E poi, c’è il Volume 3.

Dalle prime pagine del Volume 1 (risalenti credo al 2015) ad oggi siamo sicuramente maturati molto, ma abbiamo ancora molto da lavorare prima di concludere questa serie. Dopo, chissà. Ci sono un sacco di cose divertenti che si possono provare a fare.”

 

 

5) Un ultimo saluto…

“Un saluto di nuovo a tutti, e grazie mille. Speriamo che Hard’N’Steel possa piacervi, e speriamo di potervi portare in futuro contenuti sempre più di qualità. Ciao!”

 

Hard'N'Steel

 

UPPER COMICS: una nuova realtà tutta italiana!

upper comicsLa Upper Comics è una casa editrice multimediale nata a Messina nel 2016 dalla mente di Gaetano Scoglio.

Il loro scopo è quello di far conoscere sempre più artisti emergenti, dare spazio a capolavori come Almost Deaddi Paolo Zeccardo ed accompagnare il lettore attraverso incredibili avventure grazie a fumetti di qualità.

Dall’action allo steampunk, l’UPPER COMICS si propone di pubblicare (digitalmente e su carta) storie a fumetti con varie cadenze.
Ma c’è di più…

 

– Acquista QUI le opere targate Upper Comics –

 

Upper Ground (Magazine)

Upper Ground è un magazine digitale di pubblicazione mensile.
Al suo interno, ogni mese, vengono pubblicati più di dieci fumetti diversi divisi in capitoli.

Il fattore predominante che accomuna tutte queste storie, tra cui le più famose sono Abyss, Almost Dead, Chrono Gear ed Hard’N’Steel, è l’azione.

Tutte le storie pubblicate su Upper Ground offrono quindi una narrativa d’azione per ragazzi, componendo un catalogo che spazia sui temi narrativi più disparati, dal Cyber Punk, passando per il Goth per arrivare allo Steam Punk, in più di cento pagine mensili.

È possibile leggere gratuitamente il numero 1 di Upper Ground, con più di 350 pagine di manga italiani, collegandosi a questo link (QUI) e registrandosi al sito Upper Comics.

Con un piccolo contributo di 2€ è possibile leggere la rivista mensilmente, o abbonarsi annualmente alla conveniente cifra di 22€.

 

A questa nuova realtà tutta italiana l’intera redazione di Nerdmovieproductions
fa un grosso in bocca al lupo!

 

Clicca QUI per scoprire il loro sito ufficiale e tutte le opere disponibili.

upper comics

 

Restate con noi per scoprire tante altre interessanti opere, come Hard’N’Steel, della Upper Comics.

]]>
Atomica Bionda – Recensione Blu-ray http://nerdmovieproductions.it/2018/01/08/atomica-bionda-recensione-blu-ray/ Mon, 08 Jan 2018 17:43:11 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44790 Entrato nella mia personalissima Top 10 dei film più belli che ho visto quest’anno, Atomica Bionda arriva finalmente in homevideo in Dvd, Blu-ray e Blu-ray 4k. La pellicola vede protagonista la bellissima Charlize Theron nei panni di Lorraine Broughton, un’agente dell’MI6 britannico inviata in missione a Berlino nel periodo antecedente la caduta del muro alla ricerca della lista contenente tutti i nomi degli agenti sotto copertura in azione.

Ambientato nel 1989, Atomica Bionda riesce a stupire ed intrattenere lo spettatore grazie sopratutto alla magnifica prova attoriale della Theron sempre al top ed alle fantastiche scene d’azione dirette da David Leitch che si conferma un maestro del genere dopo aver tenuto per mano le redini della regia del primo John Wick e mentre si appresta a concludere le riprese del prossimo Deadpool 2. Impossibile non citare il fantastico combattimento a tre girato come se fosse un unico campo sequenza in completa assenza di musiche e suoni ad eccezione fatta per il rumore dei pugni dei tre sfidanti. Atomica Bionda mi ha colpito, fatto innamorare (Theron e la Boutella per chi avesse già visto la pellicola) ma soprattutto intrattenuto in quella che non è solo la “versione femminile di John Wick” ma è un film che mostra carattere e che potrebbe dare il via ad un nuovo filone del genere.

Arriviamo come sempre alla parte tecnica del Blu-ray, disponibile oltre che in versione amaray (quella da noi recensita), il film è disponibile anche in versione DVD, Steelbook e 4K UltraHD.

Il formato video è FullHD 1080p con luminosità, contrasto e colore ben bilanciati. Ottima anche la resa audio dove troviamo la lingua Inglese e Tedesco in formato DTS-X 7.1 e Italiano e Francese in DTS Digital Surround 5.1, qualità inferiore rispetto alla lingua originale della pellicola ma che comunque presenta una resa adeguata per apprezzare al meglio il titolo, ricco di sparatorie ed esplosioni.

Tra i vari contenuti speciali troviamo alcuni interessanti dietro le quinte e featurette dal film:

  • Le scene tagliate dal film
  • Benvenuti a Berlino
  • Blondes have more gun
  • Un Maestro di spionaggio
  • Anatomia di una scena di lotta
  • La storia in azione: l’agente Broughton
  • La storia in azione: La caccia

ACQUISTALO ORA SU AMAZON

  • Attori: Charlize Theron, James McAvoy, Sofia Boutella, John Goodman
  • Formato: Blu-ray
  • Audio: Italiano (DTS 5.1), Tedesco (DTS-HD Master Audio 7.1), Inglese (DTS-HD Master Audio 7.1), Francese (DTS 5.1)
  • Lingua: Italiano, Inglese, Tedesco, Francese
  • Sottotitoli: Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Olandese
  • Regione: Regione B
  • Numero di dischi: 1
  • Studio: Universal
  • Data versione DVD: 13 dic. 2017
  • Durata: 115 minuti

]]>
Dead Rising 4: Frank’s Big Package – Recensione http://nerdmovieproductions.it/2018/01/08/dead-rising-4-franks-big-package-recensione/ Mon, 08 Jan 2018 11:00:55 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44434 Versione testata: PlayStation 4 Pro

Rilasciato circa un anno fa su Xbox One e Pc, Dead Rising 4 torna con un’edizione completa su Playstation 4. Ebbene sì, abbiamo trascorso le vacanze natalizie affettando, massacrando e trucidando con ogni mezzo ed arma possibile orde e orde di zombi, e la cosa ci ha divertito parecchio. Dead Rising 4: Frank’s Big Package vede il ritorno del protagonista assoluto della saga a tema zombie di Capcom, Frank West. In questa edizione del gioco avremo a disposizione tutti i DLC rilasciati fino a questo momento ed una modalità capace di far contenti i fan più accaniti della software house giapponese, Capcom Heroes. Saranno bastati migliaia di zombi e l’umorismo tipico della serie? Scopritelo nella nostra recensione!

IL RITORNO DI FRANK WEST

Innegabile il fatto che il ritorno di Frank West per questo quarto episodio sia una delle cose più riuscite e che più di tutte ha risvegliato l’interesse dei fan della serie. Il nostro caro vecchio Frank, ex giornalista da prima linea, non ne vuole più sapere di morti viventi, da dieci anni a questa parte il suo unico obiettivo è quello di tirare a campare insegnando in una scuola serale. Il suo turbolento passato e lo spettro di ciò che è accaduto nel centro commerciale di Willamette, però, continua a tormentarlo, di certo il tutto non è casuale. Ci penserà Vick a risvegliare, con l’inganno, la natura del rapace della notizia Frank West. L’occasione è delle più ghiotte: Un’organizzazione militare segreta gestita dal governo è alle prese con un’arma zombie dal potenziale devastante, e indovinate la location degli esperimenti. Sì, proprio Willamette. Narrativamente parlando il titolo mantiene inalterata la propria natura, proponendo un canovaccio semplice ed immediato. La differenza sostanziale rispetto agli altri episodi che, in questo quarto capitolo, la scrittura del plot appare più ricercata, coinvolgendo maggiormente il videogiocatore. Frank e Vick, scoperti durante il raid investigativo all’interno della base di militare di Willamette, saranno costretti a separarsi. Frank, tornato a casa e con il governo alle calcagna, viene contattato dalla ZDC, è il momento di fare chiarezza e recuperare la curiosa allieva, è il momento di tornare a Willamette.

PASSEGGIANDO E STERMINANDO

Fin da subito avremo la possibilità di girovagare ed esplorare la città intera ed avere a che fare con la cosa che più di tutte ci farà sorridere e divertire: trucidare una quantità assurda di non morti. In nostro soccorso, oltre che un arsenale esagerato ed alcuni veicoli, ci sarà un motore grafico in grado di gestire alla perfezione orde e orde di zombi su schermo. Nessun calo di frame-rate, solido sui 30 fotogrammi al secondo, esplorare la cittadina di Willamette è divertentissimo e godibile. La bontà della modalità storia non ci è dispiaciuta e, nonostante una longevità non proprio eccelsa (circa 10 ore), siamo rimasti colpiti dalla qualità del racconto messo in scena e dalla moltitudine di quest secondarie, sempre in grado di strappare un sorriso. C’è da dire però che rispetto ai primi tre episodi si è perso decisamente quel livello di sfida che accompagnava la preparazione e il compimento di ogni missione, così come è risultato più semplice salvare i sopravvissuti che abbiamo trovato sparsi per la generosa mappa di gioco. Il piatto forte di Dead Rising 4: Frank’s Big Package risiede nel sistema di combattimento, rivisto per l’occasione e basato sostanzialmente sulla creazione di armi sempre più originali e devastanti, Frank, per aumentare il proprio potenziale distruttivo potrà fare affidamento, inoltre, su un esoscheletro in grado di annientare con assoluta semplicità centinaia e centinaia di zombi. Una maniera rapida ed efficace per accumulare punti esperienza e aumentare le abilità del nostro reporter d’assalto nelle quattro categorie disponibili: Combattimento, Tiro, Sopravvivenza e Temperamento. Non mancheranno i tanto amati/odiati psicopatici che, una volta eliminati ci potranno fornire nuove e ispiratissime armi.

PIATTO RICCO…

A condire l’esperienza di Dead Rising 4 ci sono i graditi extra del Frank’s Big Package. L’aggiunta più importante è senza dubbio l’espansione Frank Rising, giocabile una volta completata la trama principale ed in grado di aggiungere succulenti dettagli alla trama. Completano il quadro la già citata Capcom Heroes, che ci permetterà di rigiocare la modalità storia impersonando alcuni dei più importanti eroi Capcom accedendo ad un arsenale di combo ed armi completamente dedicate e il Super Ultra Dead Rising 4 Minigolf, esilarante minigolf a tema con percorsi originali e fuori di testa.

 

]]>
Train To Busan – Recensione Blu-ray http://nerdmovieproductions.it/2018/01/07/train-to-busan-recensione-blu-ray/ Sun, 07 Jan 2018 20:47:44 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44451 Qualche settimana fa mentre stilavo la liste per il video sulla mia top 10 dei film usciti nel 2017 mi sono trovato di fronte all’ardua scelta del dover inserire o meno Train to Busan in lista. Il film coreano diretto da Yeon Sang-ho è stato sicuramente uno dei film più belli che ho avuto il piacere di guardare nel corso del 2017 ma nonostante ciò l’uscita nel territorio italiano avvenuta solamente grazie a Koch Media che ha portato il film in formato Blu-ray lo scorso 10 Ottobre 2017 ha fatto perdere alla pellicola quei piccoli punti che una visione al cinema gli avrebbe concesso di diritto. E’ inutile girarci attorno, Train to Busan è uno dei migliori zombie movie mai fatti. Uscito ufficialmente in Corea nel 2016 la pellicola ha girato per i migliori festival del mondo passando da Cannes e Toronto fino al festival del cinema di Roma, riscontrando un successo clamorosa tra la critica e gli spettatori.

Come indicato anche dal titolo dell’opera il film è ambientato quasi tutto sul Treno che da Seoul a Busan compie un viaggio interminabile e spaventoso attraverso ben 453 Km. A causa di un virus non identificato, l’intera popolazione coreana si trova in brevissimo tempo trasformata in zombie ed il contagio riesce a prendere il sopravvento sul treno nel quale viaggiano i nostri protagonisti. La pellicola nonostante sia incentrata su Seok-woo, un agente di borsa sposato più con il suo lavoro che con la sua famiglia e su sua figlia Soo-an non si dimentica di trascurare e di dare un’ottima caratterizzazione anche ai personaggi secondari tra cui troviamo l’operaio Sang-hwa e sua moglie incinta Seong-kyeong, una squadra liceale di baseball, il ricco ed egoista amministratore delegato Yon-suk, le anziane sorelle In-gil e Jong-gil, ed un senzatetto.

Train to Busan riesce ad amalgamare alla perfezione la componente action e adrenalinica ad un messaggio sociale e politico di tutto rispetto, che mette in mostra l’egoismo dell’animo umano anche nei momenti più difficili, il tutto condito da scene cariche di pathos ed epicità e da una componente umoristica utilizzata alla perfezione. La pellicola riesce inoltre a colpire anche sul piano tecnico mostrando una qualità elevata sia per quanto riguarda gli effetti speciali, in cui troviamo anche un’accurato design degli infetti, che il sonoro. Train to Busan non ha quindi deluso le mie aspettative e si è dimostrata una produzione che non ha assolutamente niente da invidiare alle pellicole hollywoodiane, risultando anzi superiore anche a molte di esse.

Arriviamo ora al lato tecnico del cofanetto proposto da Koch Media e Midnight Factory. Come sempre il cofanetto è disponibile sia in dvd che in blu-ray nell’ormai tipico formato Amaray inserito dentro il case di cartone. All’interno del prodotto è presente un Booklet esclusivo, il film Train To Busan in Blu-ray e il film animato prequel Seoul Station in Blu-ray.  Per quanto riguarda Train To Busan, la pellicola è disponibile con doppio Audio Italiano 5.1 DTS-HD Master Audio e Coreano 5.1 DTS-HD Master Audio e sottotitoli in italiano mentre su Seoul Station troviamo solamente l’audio Coreano 5.1 DTS-HD Master Audio con i sottotitoli italiani.

La qualità audio e video è come sempre perfetta, piccola nota negativa per quanto riguarda il doppiaggio della pellicola non proprio al top e per la quale consigliamo caldamente la visione in coreano con i sottotitoli. Dispobili inoltre per entrambe le pellicole due contenuti speciali: il trailer ed il making of della pellicola con intervista al regista Yeon Sang-Ho.

Dunque un ottimo cofanetto contenente uno dei migliori film dell’anno e il suo prequel in versione anime. Edizione come sempre ben curata, quella realizzata da Koch Media che è rimasta una delle poche ad inserire i booklet all’interno dei suoi prodotti.

ACQUISTALO ORA SU AMAZON

  • Attori: Gong Yoo, Kim Soo-an
  • Formato: Blu-ray, Edizione limitata, PAL
  • Audio: Italiano, Coreano
  • Lingua: Italiano, Coreano
  • Sottotitoli: Italiano
  • Regione: Regione B (Maggiori informazioni su Formati Blu-ray.)
  • Numero di dischi: 2
  • Studio: Koch Media
  • Data versione DVD: 12 ott. 2017
  • Durata: 210 minuti

]]>
Locoroco 2 Remastered – Recensione http://nerdmovieproductions.it/2018/01/06/locoroco-2-remastered-recensione/ Sat, 06 Jan 2018 18:23:46 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44743 Versione testata: PlayStation 4 Pro

Non sempre la forza bruta ha la meglio, Sony questo lo sa bene e, da un po’ di tempo, ha dato inizio all’operazione nostalgia del videogame. Una scelta sensata per chi vuole recuperare qualche titolo degno di nota e beneficiare della potenza di calcolo dell’attuale generazione di console. Dopo Crash Bandicoot e l’annuncio di una riedizione dedicata a Sir Daniel Fortesque con Medievil, è il turno di un titolo rilasciato nell’ormai lontano 2008 su PSP: Locoroco 2.

BELLEZZA IMMUTATA

Nessuno stravolgimento tecnico, Locoroco 2 si mostra inalterato nella forma mantenendo l’immediatezza e il fascino che ci colpì circa dieci anni fa. Una breve premessa a livello narrativo: i Moja Corps, i cattivoni di turno sconfitti nel primo capitolo, sono pronti a tornare. Il loro boss ha un piano tutto nuovo per conquistare i pianeti dei nostri simpaticissimi Locoroco, da un po’ di tempo in totale relax e in clima di assoluta serenità. La trama è quanto di più semplice, un pretesto per rimettersi in moto e tornare ad impugnare il joypad godendo della magia di un titolo che ancora oggi riesce a regalare emozioni. Le prime sensazioni sono tangibili ed immediate: Locoroco 2 mantiene inalterato stile e personalità. Coloratissimo e vivace, il titolo si lascia giocare che è un piacere. Il sistema di controllo, ancora una volta basato fondamentalmente sulla pressione dei dorsali, ci permetterà di muovere l’ambientazione, dandoci la possibilità, di conseguenza, di muovere il nostro grazioso protagonista. La personalità e la complessità sono da ricercare nell’ambizioso e geniale level design pensato dagli sviluppatori, i ragazzi di SIE Japan Studios.

LOCOROCO PER TUTTI

L’arma principale in nostro possesso per sconfiggere i mai domi Moja Corps? Le nostre dimensioni! Avremo la possibilità, infatti, di aumentare il volume della nostra simpatica pallina gialla per avere la meglio sui temibili cattivi di turno, non solo, attraverso la pressione ripetuta del tasto cerchio, sarà possibile ridurre al minimo il nostro protagonista scomponendolo in tanti piccole versioni di se stesso. I piccoli Locoroco saranno in grado di insinuarsi nei passaggi più angusti, permettendoci di proseguire per i livelli di gioco. Una volta oltrepassato lo stretto passaggio, sempre tramite la pressione dello stesso tasto, potremo ritornare alle nostre dimensioni originarie. La sfida offerta dal gioco è veramente alla portata di tutti, tagliare il traguardo di fine livello non risulta frustrante o particolarmente complesso. La vera sfida sarà riuscire a raccogliere tutti i collezionabili sparsi per il mondo di gioco, una cosa che i veterani apprezzeranno senza alcun dubbio.

CONCLUDENDO

I difetti di questa riedizione sono da ricercare nella somiglianza fin troppo evidente con il primo capitolo. Per il resto, Locoroco 2 riesce a strappare ancora un sorriso e si lascia giocare che è un piacere. Appunto per la colonna sonora, i motivi vi entreranno in testa e farete fatica a rimuoverli, è sicuramente un punto a favore della produzione. Abbiamo completato il gioco in circa 7 ore, raccogliendo buona parte dei collezionabili. Il titolo ha beneficiato, e non poco, della riproposizione su Playstation 4, mettendo in mostra colori sgargianti e una qualità visiva di tutto rispetto.

]]>
Arrow – Stagione 5 – Blu-Ray – Recensione http://nerdmovieproductions.it/2018/01/02/arrow-stagione-5-blu-ray-recensione/ Tue, 02 Jan 2018 00:08:11 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44580 BERSAGLIO AD ALTA DEFINIZIONE

Finalmente arriva in formato Blu-ray anche Arrow, a partire dalla sua quinta stagione.
La serie era finora l’unica tra quelle del DC Universe televisivo ad essere prodotta solamente in formato DVD.
Fortunatamente l’Arciere di Smeraldo debutta in alta definizione anche in Italia, offrendoci una qualità audio e video al pari di quelle degli altri show che compongono l’Arrowverse.

Arrow Blu-ray stagione 5

Il prodotto si presenta curato e ben fatto, una slipcase esterna in cartoncino contiene il cofanetto il plastica blu trasparente, con all’interno i 4 Blu-Ray disc contenenti i 23 episodi della quinta stagione.
La custodia trasparente mostra una serigrafia all’interno, con titoli e trame e autori di ciascun episodio, divisi per dischi.
Sui dischi è stampata una serigrafia dell’immagine di copertina, con Green Arrow che domina la scena.

Il mio nome è Oliver Queen

Dopo 4 anni su un’isola infernale arriva per Oliver Queen il momento della sua ultima missione prima del suo ritorno a Star City nella stagione uno.
I Flashback della quinta stagione, presenti nei 23 episodi che la compongono, chiudono un arco narrativo che da sempre è stato argomento di discussione tra i fan.
Ambientati in Russia, mostrano il futuro vigilante senza scrupoli della prima stagione alle prese con nuovi nemici, indubbiamente più carismatici di Reiter.

Un ritorno alle origini non solo temporale ma anche di ambientazione:
In Arrow, stagione cinque, ritornano le cupe atmosfere che hanno caratterizzato le prime stagioni e assistiamo alla nascita di un reboot del team.

Nuovi volti (mascherati)

Dopo il nuovo arruolamento tra le fila dell’esercito dell’amico e spalla John Diggle, la morte di Laurel e l’abbandono di arco e frecce da parte della sorella Thea, Oliver e Felicity reclutano nuovi alleati.
Mister Terrific, Artemis, Ragman e Wild Dog si uniranno alla squadra, soffrendo però di un troppo breve rodaggio.

Non sempre queste nuove alleanze porteranno i risultati sperati, combattendo contro il nuovo big-villain della stagione, Prometheus.
Oliver Queen lotta con e senza costume, nelle vesti di nuovo sindaco della città e nei panni del vigilante Green Arrow.
Diversi nemici che verranno fronteggiati su doppi fronti, sul piano politico e tra le ambientazioni urbane dei tetti di Star City.

Pro e Contro

Nonostante l’intera stagione sia fortemente appesantita dalla love story degli Olicity, risultano godibili i nuovi personaggi introdotti, risultando più di un semplice cameo funzionante da easter-egg per i lettori DC Comics.
Notevoli anche i combattimenti ed una rinnovata atmosfera legata più al vigilante che era che al supereroe che Oliver è diventato.

Supereroi uniti!

Da menzionare è la seconda parte del mega evento cross-over che coinvolge per la prima volta tutti i quattro titoli del catalogo del DC Television Universe.
Dopo una breve introduzione nella seconda stagione di Supergirl, in Arrow si entra nel vivo della vicenda che porta sullo stesso terreno di gioco anche The Flash e i viaggiatori temporali di Legends Of Tomorrow.

Il Season Finale risulta uno degli episodi meglio riusciti della serie, che sarà capace di tenere gli spettatori con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo e oltre.

Tendete le corde ai vostri archi e fate centro con la quinta stagione di Arrow in Blu-Ray!

Contenuti Speciali:

  • Il Nuovo Team Arrow: Oliver allena Wild-Dog, Artemis, Mister Terrific e Ragman a portare sulle strade la loro lotta contro il crimine.
  • Allied: The Invasion! Complex (Arrow): Questo documentario esplora i modi in cui Oliver combatte i propri demoni interiori e come riesce a far unire il suo team contro la malefica armata aliena.
  • Arrow: Incontro al Comic-Con 2016: Il cast e i produttori esecutivi discutono la stagione 5 a San Diego.
  • Ritornare alle radici di Arrow: Prometheus: Ritorniamo alle radici di Arrow, quando Oliver deve affrontare il suo passato oscuro a causa del cattivo Prometheus!
  • Scene eliminate
  • Le gag

Caratteristiche tecniche:

  • Formato: Blu-Ray
  • Video: 1080 High Definition ASPECT RATIO 1.78:1 16:9 FF
  • Audio: Italiano (2.0 Dolby Digital), Francese (2.0 Dolby Digital), Tedesco (5.1 Dolby Digital), Inglese (5.1 DTS-HD Master Audio).
  • Sottotitoli: Italiano Non Udenti, Inglese Non Udenti, Tedesco Non Udenti, Francese, Olandese,
  • Numero di dischi: 4
  • Studio: Warner Bros.
  • Durata: 1012 minuti ca.

]]>
Dragon Ball Z – Vol. 5 – DVD – Recensione http://nerdmovieproductions.it/2018/01/01/dragon-ball-z-vol-5-dvd-recensione/ Mon, 01 Jan 2018 22:39:53 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44572 Siamo ormai giunti alla conclusione di questa serie di recensioni partite a Giugno 2017 che ci ha permesso di reimmergersi nel fantastico mondo di Goku ed i suoi amici creato da Akira Toriyama. Siamo infatti arrivati alla cofanetto numero 5 di questa nuovissima edizione in DVD dell’anime che ha fatto la storia e con cui sono cresciuti milioni di ragazzi.

Dopo aver lasciato alle spalle la saga di Cell entriamo finalmente nel vivo della saga di Majin Bu che da anche la colorazione rosa a questo cofanetto. Nonostante nel fandom sia la saga più criticato di tutto il ciclo Z, quest’ultima parte ha dalla sua il pregio di introdurre numerose novità e trasformazioni epiche. Si parte quindi con il Super sayan di 3° livello, fino alla fusione tramite danza di Metamor o con i Potara, passando ovviamente per Gohan Supremo, uno dei personaggi migliori  di tutta la saga. Pensandoci ora a distanza di anni mi rendo conto che praticamente tutti i miei personaggi preferiti, usati principalmente anche nei titoli picchiaduro ispirati alla saga come Dragon Ball Tenkaichi 3, provengano dalla saga di Maijn Bu (Vegeth, Majin Vegeta, Kid Bu, Gotenks e Gohan Supremo).

Divertimento, combattimenti, emozioni e trasformazioni sono dunque i veri protagonisti di questo capitolo finale della storia di Dragon Ball Z (storia che continuerà poi prima in Dragon Ball GT non canonico e successivamente in Dragon Ball Super). Quindi cofanetto alla mano vi sfido a non farvi scendere una lacrima nell’addio finale di Goku, scena che riesce ancora ed ancora ad emozionare.

Passiamo ora all’analisi tecnica del cofanetto Vol. 5 che contiene al suo interno gli episodi dal 241 al 291 divisi in 8 Dischi DVD da 6 episodi ciascuno ed uno finale contenente i 3 episodi finali e tratta tutta la saga di Majin Bu

Tecnicamente gli episodi sono come sempre nel formato 4:3 con audio Italiano(con i doppiatori originali della trasmissione in tv)/Giapponese. Presenta inoltre tutte le scene eliminate a causa della censura, disponibili in giapponese con sottotitoli italiani, le anticipazioni inedite in tv in giapponese con i sottotitoli italiani e le opening in lingua originale e italiane.

 

Sempre presente, l’ormai immancabile booklet esclusivo da 32 pagine al cui interno troviamo un mini riassunto di tutti gli episodi inclusi nel cofanetto e numerosi artwork ufficiali dei personaggi. Inoltre anche in questo caso la cover è double face.

Acquista ora il cofanetto di Dragon Ball Vol. 5 su Amazon

  • Regista: Daisuke Nishio
  • Formato: DVD, PAL
  • Audio: Italiano
  • Lingua: Italiano
  • Sottotitoli: Italiano
  • Regione: Regione 2
  • Numero di dischi: 9
  • Studio: Koch Media

]]>
Supergirl – Stagione 2 – DVD – Recensione http://nerdmovieproductions.it/2018/01/01/supergirl-stagione-2-dvd-recensione/ Mon, 01 Jan 2018 14:22:22 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44547 BIS D’ACCIAIO

Il nuovo cofanetto di Supergirl raccoglie tutti i 22 episodi che compongono la seconda stagione.

Kara (Melissa Benoist) è costantemente divisa tra la sua vita da terrestre e quella nei panni della ragazza d’acciaio.
Pur riuscendo a trovare un equilibrio lavorativo nel DEO, al fianco di sua sorella Alex e di Hank Henshaw, Supergirl si ritroverà a fronteggiare sia minacce aliene che importanti avvenimenti nella sua crescita interiore.

In questo nuovo arco narrativo, pur mantenendo delle trame auto conclusive per la maggior parte degli episodi, ci si addentra maggiormente nell’universo della figlia di Kripton.
L’arrivo di nuovi personaggi come Superman, Miss Martian, il Daxamita Mon-El e The Guardian, arricchisce il panorama di eroi.

Tra battaglie contro i villains di turno e alieni, non mancano le storyline dedicate alle vite sentimentali dei protagonisti.
Vengono proposti temi più attuali, moderni, provando a catturare una fetta di pubblico di ambo i sessi.

All’interno della seconda stagione è obbligatorio menzionare la presenza della prima parte del primo grande cross-over dell’Arrowverse.
Per fronteggiare una grande minaccia comune, Supergirl unirà le forze con The Flash, già apparso nella prima stagione, il team Arrow e i membri di Legends of Tomorrow.
Suddiviso in 4 episodi, uno in ogni serie, gli eroi televisivi DC lotteranno tutti insieme fianco a fianco per la prima volta.

Supergirl stagione 2 DVD

Il cofanetto si presenta bene, richiamando i colori caratteristici di Supergirl.
Una slipcase esterna in cartoncino contiene il cofanetto il plastica trasparente, con all’interno i 5 DVD contenenti i 22 episodi della seconda stagione.
La custodia trasparente mostra una serigrafia all’interno, con titoli e trame di ciascun episodio, divisi per dischi.
Ogni DVD ha su di esso il simbolo della casata di El, con lo stesso stile che richiama la cover esterna.

Non mancano i contenuti speciali, composti da:

  • Supergirl: Incontro al Comic-Con 2016: Il cast e i produttori esecutivi parlano della Stagione Due!
  • “Supergirl: Lo sapevate?” Curiosità per i fan: Il cast e i produttori esecutivi rivelano i segreti più affascinanti della serie!
  • Supergirl: Gli alieni sono tra di noi: Guarda da vicino gli estranei venuti dallo spazio e gli effetti visivi che li portano in vita.
  • Una conversazione con Andrew Kreisberg e Kevin Smith: Scopri le scelte assolutamente uniche del regista nel dirigere episodi di The FlashSupergirl.
  • Commento audio di Andrew Kreisberg e Kevin Smith all’episodio Supergirl Vive.

Caratteristiche tecniche:

  • Formato: DVD, PAL, Schermo panoramico
  • Audio: Italiano, Inglese, Spagnolo (2.0 Dolby Digital), Tedesco (5.1 Dolby Digital), Francese
  • Sottotitoli: Italiano Non Udenti, Inglese Non Udenti, Tedesco Non Udenti, Francese, Olandese, Spagnolo.
  • Numero di dischi: 5
  • Studio: Warner Bros.
  • Durata: 892 minuti

Stirate il mantello e preparatevi a volare nei cieli di National City con la seconda stagione di Supergirl!

]]>
Star Wars – Battlefront II + DLC The Last Jedi- RECENSIONE http://nerdmovieproductions.it/2017/12/22/star-wars-battlefront-ii-dlc-the-last-jedi-recensione/ Fri, 22 Dec 2017 19:45:08 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44324 Star Wars – Battlefront II è stato senza ombra di dubbio uno dei titoli usciti quest’anno più criticato e discusso nella comunità videoludica. La cattiva gestione delle microtransazioni presente al day1 ha fatto letteralmente scoppiare un “caso di stato”, costringendo EA ad un netto dietrofront in favore di un bilanciamento più equilibrato.  Inizialmente infatti il titolo sviluppato da DICE prevedeva oltre 40 ore di gioco necessarie prima di sbloccare personaggi iconici come Luke Skywalker e Darth Vader. Ora però con estremo ritardo, a causa di un spedizione perduta nel meandri della galassia  (grazie poste) siamo finalmente qui per dire la nostra sul titolo e sul suo DLC gratuito uscito qualche giorno fa in concomitanza con l’uscita nelle sale cinematografiche di Star Wars – Gli Ultimi Jedi.

Finalmente Singleplayer

Con in corpo la consapevolezza che uno degli elementi più criticati del capitolo precedente fu l’assenza di una componente singleplayer, i ragazzi di DICE quest’anno in collaborazione con la LucasFilm e Disney hanno deciso di introdurre nel canon della saga un nuovissimo personaggio. Facciamo così subito la conoscenza di Iden Versio, comandante di una squadra d’elitè dell’impero denominata Squadra inferno. Attraverso 13 capitoli completabili in circa 8-9 ore di gioco, la storia di Iden per quanto sia effettivamente a tratti un po’ banale e senza nessun momento particolarmente memorabile, riuscirà comunque ad intrigare, commuovere ed emozionare il giocatore, dandogli la possibilità di impersonare in alcune missioni diversi eroi classici della vecchia trilogia come Lando, Han, Luke e Leia e svelando qualche piccolo retroscena e spiegazione sulla nuova trilogia. La storia che infatti si apre con l’esplosione della seconda morte nera e conseguente vittoria della ribellione, riesce a toccare diversi momenti chiave del canon, passando dalla battaglia di Jakku fino ad arrivare ai collegamenti con il recente film Star Wars – Gli Ultimi Jedi, grazie al DLC ad esso dedicato.

Tutti contro tutti

Nonostante la campagna singleplayer sia comunque un’aggiunta parecchio interessante ed apprezzata anche questa volta il vero punto forte del titolo rimane la componente multiplayer. Fin dal primo avvio saranno disponibili le 4 classi di fanteria classiche per i combattimenti di terra ( Assalto, Ufficiale,  Pesante, Specialista) e 3 per i combattimenti aerei (Fighter, Bomber, Interceptor) ognuna con armi ed abilità specifiche. Torna inoltre il sistema di potenziamenti con le carte recuperabili dalle casse premio ed equipaggiabili fino ad un massimo di tre. I cambiamenti fatti con questo nuovo capitolo sono focalizzati principalmente sui comandi delle astronavi, ripensati completamente e che risultano decisamente più facili ed intuitivi e la gestione degli eroi. Se nello scorso capitolo infatti per impersonare un eroe bastava recuperare il suo ologramma sparso per la mappa, in questo nuovo capitolo si potrà selezionare solamente dopo aver accumulato diversi punti in game, andando così a premiare i giocatori più bravi della partita. Per quanto riguarda invece le modalità di gioco troviamo:

Attacco

Divisi in due squadre, otto giocatori si affronteranno in diversi cambi di battaglia per raggiungere determinati obiettivi.

Arcade

Giocabile in singolo oppure in multi in schermo condiviso, la modalità Arcade permette di affrontare nemici controllati dall’IA per addestrarsi e perfezionarsi in vari scenari di combattimento.

Assalto galattico

La modalità assalto galattico torna in grande stile con anche missioni prese direttamente dall’ultimo Star Wars – Gli Ultimi Jedi.Due squadroni da 20 giocatori ciascuno si affronteranno su mappe enormi alla conquista di vari obiettivi, dove avranno la possibilità di usare anche mezzi di combattimenti di terra o aerei. Assolutamente fantastico poter giocare nella mappa del pianeta di sale dell’ultimo film del franchise.

Eliminazione

Eliminazione è la classica modalità deathmatch. Giocata su mappe dalle dimensioni più ridotte due squadra si dovranno affrontare a colpi di blaster cercando di eliminare più nemici possibili.

Caccia stellari all’assalto

Combattimenti spaziali a bordo di caccia stellari, X-Wing, Tie Fighter e tutte le astronavi più famose della saga.

Eroi contro malvagi

Torna infine una delle modalità più apprezzate dello scorso capitolo. Eroi contro malvagi permetterà di usare direttamente i personaggi più iconici del franchise di Star Wars, in una fantastica sfida 4 contro 4 che vi permetterà di ricreare gli scontri più significativi della saga o crearne di nuovi come un Yoda vs Maul o un Vader vs. Rey.

 

Graficamente Spaziale

Sul piano tecnico invece il titolo è praticamente ineccepibile. Grazie all’utilizzo del già ampiamente utilizzato motore grafico Frostbite Engine ogni minimo dettaglio è reso alle perfezione. Se nelle battaglie su terra potrete venir catturati dai movimenti delle foglie su Endor nelle battaglie aeree nello spazio il titolo da il meglio di se. Ogni astronave distrutta si smembrerà in piccoli pezzi di metallo che rimarranno a vagare nello spazio, dovremo far attenzione ai rottami più grossi per non venir danneggiati e la vista di quel cielo stellato sarà semplicemente mozzafiato. A tutto questo aggiungete inoltre un ottimo comparto sonoro per quanto riguarda esplosioni e colpi di blaster e la fantastica colonna sonora di John Williams che accompagnerà il giocatore durante tutta la storia e gli scontri online. Ottimo anche il doppiaggio italiano, peccato solamente per l’assenza dei doppiatori ufficiali per i personaggi chiave del franchise.


Conclusione

Star Wars – Battlefront II è quindi lontano dall’essere un titolo perfetto ma crediamo sicuramente che non si meriti tutte le critiche mosse. Bisogna dare atto ad EA Games che nonostante sia stata quasi obbligata a ricalibrare la gestione dei crediti e delle microtransazioni, ha comunque ascoltato il suo pubblico e ha promesso numerosi DLC gratuiti nel corso dell’anno. Se siete fan del franchise di Star Wars non possiamo far altro che consigliarvi di recuperare il gioco anche solo per assimilare quei piccole ma importanti dettagli sulla storia della nuova trilogia.

 

]]>
Doom VFR: Recensione PS4 http://nerdmovieproductions.it/2017/12/18/doom-vfr-recensione-ps4/ Mon, 18 Dec 2017 22:31:13 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=44200 Doom VFR è un titolo Bethesda uscito il 1 Dicembre 2017 per Playstation VR e HTC vive. La saga non ha bisogno di presentazioni: chiunque ami gli FPS, ha provato almeno un titolo Doom. Vediamo insieme le caratteristiche di questo nuovo titolo, provato per Playstation 4.

DOOM VFR: C’ERA UNA VOLTA… UN CADAVERE

La saga Doom non è certo famosa per la sua storia, quanto per la capacità di dare adrenalina, ansia e agitazione al giocatore. Non stupisce, quindi, che il nuovo titolo della saga non faccia eccezione: una narrazione di base c’è, ma può tranquillamente essere ignorata.

Indossando il casco VR, entriamo nei panni di un protagonista… che muore ancora prima del tutorial. Ma niente paura: è prontamente disponibile un network artificiale in cui la mente del personaggio si calerà.

doom vfr: entrando nel network artificiale

Col nostro improvvisato corpo artificiale, è possibile muoversi nello spazio: ma solo scattando e teletrasportandosi. Non manca naturalmente la capacità di portare con sè un degno arsenale: pistole, fucili, granate e uno scudo energetico per sbalzare lontano i nemici.

Doom VFR: la scelta dell'arsenale

DOOM VFR: TELETRASPORTO E MOTION SICKNESS

Se la realtà virtuale permette una grande immedesimazione, e un coinvolgimento emotivo ancora maggiore, ha però di contro la possibilità di generare malesseri (più o meno forti) nei giocatori: dal semplice giramento di testa, alla sensazione di vomito, a seconda della sensibilità del singolo.

La causa è da imputare alla ormai nota motion sickness e quindi amplificata dal movimento all’interno dei videogiochi. Doom VFR in realtà riesce abbastanza bene ad arginare questa problematica, attraverso l’uso del teletrasporto.

Il personaggio infatti, non si muoverà mai normalmente, tramite analogico. Inoltre, per integrare al meglio questo movimento, è stato trasformato in una meccanica di gameplay: storditi i nemici, se ci si trasporta sopra… li si fa simpaticamente esplodere.

Doom VFR: teletrasporto ed esplosioni

DOOM VFR: ATMOSFERA E GIOCABILITA’

Il vero punto di forza di ogni titolo Doom è proprio l‘atmosfera, ed è ciò che non deve mancare mai. Doom VFR in effetti non delude le aspettative: ci ritroviamo in una stazione claustrofobica, scura e tinta di sangue, costretti ad affrontare orribili e aggressivi mostri per guadagnarci l’uscita.

Doom VFR: i mostri

Ciò che spezza la frenesia del combattimento, l’adrenalina dello scontro, sono i controlli spesso macchinosi. Il gioco infatti, risulta inizialmente complicato tanto col classico Dualshock, quanto ancora di più con i Playstation Move. Se infatti, utilizzando l’analogico sinistro, col Dualshock possiamo girarci a nostro piacimento (anche senza farci venire il torcicollo) mentre con i Playstation Move occorre guardare esattamente nella direzione in cui ci si vuole muovere, e non è possibile centrarsi nuovamente.

DOOM VFR: CONCLUSIONI

Per concludere, Doom VFR ha tutti gli elementi che può desiderare un amante della saga: frenesia, mostri orribili, atmosfera dark e ansiogena. Tuttavia, non presenta grosse innovazioni, pur presentandosi molto immersivo.

Non è, inoltre, esente da difetti: oltre alla già citata macchinosità dei controlli, occorre segnalare anche la fastidiosa altezza delle mani (più o meno come averle in bocca) che si muovono in maniera innaturale.

Il titolo è breve (più o meno 3/4 ore di gioco, senza contare la ricerca dei collezionabili) ed il prezzo (30 euro) è tutto sommato onesto. Consigliato, quindi, a tutti gli amanti degli FPS e di Doom.

]]>