Ubisoft acquisisce Blue Mammoth Games

Ubisoft annuncia l’acquisizione dello studio di sviluppo videoludico Blue Mammoth Games. Con questa acquisizione, Ubisoft aggiunge Brawlhalla, attualmente il picchiaduro a piattaforme più giocato su Steam, al suo portfolio di titoli, andando a rinforzare ulteriormente la sua esperienza nel comparto online.

Blue Mammoth Games è uno studio di sviluppo con sede vicino ad Atlanta, in Georgia, formato da 21 membri dotati di grande talento, tra cui i fondatori Matthew Woomer e Lincoln Hamilton, che vantano una grandissima esperienza nei giochi multiplayer di massa online. Lo studio ha sviluppato e pubblicato Brawlhalla, un picchiaduro a piattaforme online e free-to-play, attualmente tra i titoli free-to-play più giocati su PS4. L’impegno con Brawlhalla nel panorama eSports è cresciuto esponenzialmente nella sua seconda stagione e di recente è stato inaugurato il terzo anno di eventi eSports, tra cui una partnership con Dreamhack per il Brawlhalla World Championship.

Il team di Blue Mammoth Games vanta una grande esperienza nello sviluppo e gestione di giochi multiplayer online scalabili e competitivi, e sarà una grande aggiunta alla rete di studi di Ubisoft” ha dichiarato Laurent Detoc, Presidente di Ubisoft NCSA. “Con Brawlhalla, stiamo acquisendo un titolo molto popolare e altamente redditizio, che si allinea alla nostra strategia di espandere il nostro pubblico e offrire ai giocatori esperienze di gioco sempre più divertenti e di lunga durata”.

Non vediamo l’ora di poter contare sull’esperienza e le risorse di Ubisoft per continuare a sviluppare e supportare Brawlhalla a lungo termine, beneficiando del loro aiuto per far scoprire il gioco a nuovi utenti”, hanno dichiarato Matthew Woomer e Lincoln Hamilton, fondatori di Blue Mammoth Games.

Christian Mazza
Written by
Laureato in Filosofia e specializzato in Scienze Filosofiche, ama il videogioco in ogni sua forma e materia. Grande appassionato di tecnologia, cinema e fumetti, strumenti semplici al servizio della nostra mente e della nostra fantasia.