Team Sonic Racing – La Recensione

team sonic racing

Sumo Digital scende in campo con il porcospino blu, si vince insieme in Team Sonic Racing.

Quando si pensa ad un arcade di kart, è impossibile non pensare a Mario Kart. Questo non a causa di una fantomatica congiura di massoni nintendari che cercano di liquidare subito ogni idea alternativa al gioco di corse di casa Nintendo bensì per la cura e l’immediatezza con cui il racing game con Mario va subito a segno.
Nel corso delle generazioni molti sono stati i rivali dell’idraulico a schiantarsi in curva, venendo derisi dagli spalti per l’infausto paragone, per manifesta superiorità e povertà di idee. Alcuni di questi avversari però, hanno dimostrato di essere valide alternative, e/o di poter dire la loro nel genere.

Tra gli esponenti più famosi sicuramente Diddy Kong Racing, Crash Team Racing (che vedremo se avrà superato la prova del tempo a fine mese) e non per ultimo la serie di Sonic Racing, arrivata al terzo capitolo lo scorso 21 Maggio.

Un terzo capitolo che sa di reboot e di prima avventura, data l’esclusione da parte di Sumo Digital dei personaggi SEGA per dare spazio solo al porcospino blu e ai suoi amici. Una scelta ponderata dovuta anche a quello che fa di Team Sonic Racing un gioco con una propria identità, un rivale da temere e soprattutto una buona alternativa a Mario Kart.

Scopriamo insieme il perché Team Sonic Racing da dignità alla co-operazione.

Versione Testata: PlayStation 4 Pro

Gioco di squadra

Team Sonic Racing basa le proprie meccaniche principali sulla cooperazione tra tre piloti. Si vince ai punti, e per essere sicuri di portarsi a casa il trofeo, bisogna assicurarsi che i propri compagni riescano a tagliare il traguardo prima o poco dopo di noi.

Per farlo, Sumo Digital ha pensato a diverse caratteristiche peculiari in un arcade di kart. A partire dalla scia, la possibilità di prendere un turbo rimanendo in coda di un avversario, tramutata in Team Sonic Racing in una fionda. Rimanendo sulla traiettoria tracciata dai nostri compagni, potremo quindi caricare un turbo crescente, capace di farci schizzare in avanti.

A braccetto con la fionda troviamo quindi il turbo radente, la capacità di aiutare un compagno appena colpito da un ostacolo o da un’arma avversaria, e fargli recuperare subito velocità, nonostante il motore del kart fatichi ad ingranare. Terza ma non meno importante, la possibilità di donare ai nostri alleati gli oggetti che non ci servono, tramutandoli in qualcosa di più utile per loro, o perfino moltiplicandoli.
Queste tre meccaniche cooperative ogni volta che verranno eseguite, andranno a riempire una barra apposita, che piena ci darà la possibilità di utilizzare il Super Turbo.

Team Sonic Racing da un senso al gioco di squadra in un arcade di kart, come mai prima d’ora.

Il rovescio della medaglia però, sta nell’IA del titolo in caso giocassimo da soli. Se nelle piste meno complicate la CPU tende a cavarsela senza troppi problemi, nelle altre ci troveremo spesso a vedere un compagno perdere numerose posizioni con un nonnulla, perché ha deciso di non utilizzare un oggetto o perché semplicemente non è stato abbastanza reattivo.
Meno problematico quando si gioca in party locale o online utilizzando la chat vocale, dando modo alla squadra di affiatarsi e coordinare l’utilizzo degli oggetti o del Super Turbo.

Un online da rivedere

Il vero problema di Team Sonic Racing però esula dal gameplay. Grazie ai crediti di gioco, è possibile sbloccare nuovi pezzi per le nostre auto, ma per cambiarli bisognerà per forza recarsi nel sotto-menù apposito, e sarà impossibile modificare un kart tra una corsa e l’altra. Questo rallenta nettamente il ritmo di gioco, soprattutto nelle partite online già di loro snervanti.
In un gioco che fa della cooperazione il suo piatto principale, non poter portare in una stanza classificata la propria squadra senza problemi di crash o di spazio utenti è decisamente sbagliato. Se la stabilità del server è migliorata dopo l’ultima patch (1.02) lo stesso non si può dire della connettività. Certo, il titolo ci permette anche di gareggiare da soli (o di fare team con due sconosciuti) ma sicuramente non è la stessa cosa rispetto al giocare coi propri amici.

Cos’altro c’è?

Team Sonic Racing ha una modalità storia, ambientata nell’universo di Sonic, ed uno dei motivi per cui il gioco presenta solo il cast del porcospino blu e non i personaggi degli altri brand SEGA come i due predecessori. Sonic e i suoi amici vengono prelevati dal Re Dodonpa, un tanuki appassionatop di corse, e costretti a gareggiare sui circuiti per raccogliere una super energia. Ovviamente Eggman non starà a guardare e scenderà in campo per rivaleggiare col nostro eroe.

La storia scorre piacevole tra corse con obiettivi diversi (necessarie ad imparare le basi di gioco) e sfide a punteggio di diversa difficoltà. Sette capitoli in cui la trama prosegue tramite lineart dei personaggi su schermo fisso, doppiati dal cast italiano che segue il brand da anni. Troviamo quindi, tra gli altri, Renato Novara su Sonic, Maurizio Merluzzo su Knuckles e Claudio Moneta su Shadow.

Una volta finita la storia, restano le modalità in locale e la già succitata online, oltre a delle classiche sfide a tempo in cui cercare di superare i record dei nostri amici. L’altro pezzo forte della produzione è la colonna sonora, a pari livello coi capitoli principali di Sonic. Il tema principale “Green Light Ride” è martellante e incalzante.

Tecnicamente su Playstation 4 Pro, Team Sonic Racing si comporta egregiamente per la maggior parte dei circuiti. Solo in alcuni casi, capita che la telecamera non riesca a stare dietro al Super Turbo, causando qualche bug sulle collisioni dei giocatori e le armi.

Team Sonic Racing è disponibile dal 21 Maggio su PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

Summary
Team Sonic Racing è un kart-game con la sua identità e i suoi punti di forza. Re-inventando una modalità cooperativa e basandoci praticamente tutto lo scheletro del titolo, Sumo Digital è riuscita ad offrire una valida alternativa agli altri esponenti del genere. Purtroppo si scivola sul comparto online e su qualche scelta di QOL non troppo ispirata. Da avere anche per il prezzo a cui è offerto, soprattutto se avete amici con cui giocarlo.
Good
  • Il gioco di squadra è fondamentale
  • Ottima colonna sonora
  • Storia divertente...
Bad
  • ... ma solo tramite immagini fisse
  • IA compagna poco reattiva ai livelli più alti
  • Comparto online da sistemare
8.1
Ottimo