sony – Nerdmovieproductions https://nerdmovieproductions.it Il sito Web di Andrea Bellusci con notizie e recensioni dal mondo Nerd Wed, 17 Oct 2018 13:23:30 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 Morbius: Le riprese del prossimo film Sony potrebbero iniziare nel 2019 https://nerdmovieproductions.it/2018/10/11/morbius-sony-riprese-2019/ Thu, 11 Oct 2018 09:57:21 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=63770 Il film Venom, interpretato da Tom Hardy, e già record di incassi; i produttori della pellicola, Avi Arad e Matt Tolmach, sono già proiettati sul prossimo spin-off di Spider-Man che continuerà ad espandere l’universo Sony, stiamo ovviamente parlando di Morbius.

Il film, che sarà basato sul fumetto Marvel Morbius the Living Vampire, sarà interpretato da Jared Leto nel ruolo di protagonista (Dr. Michael Morbius) , l’antieroe è apparso per la prima volta in The Amazing Spider-Man # 101. Nei fumetti, il famoso scienziato ha tentato di curarsi da una rara malattia del sangue, sviluppando invece una forma di vampirismo.

Parlando con Collider, Arad e Tolmach hanno indicato quando la produzione del progetto possa iniziare, e hanno rivelato che le riprese principali potrebbero iniziare già il prossimo anno:

ARAD: Più o meno, febbraio?

TOLMACH: Sì, il piano è all’inizio del prossimo anno. Ci stiamo ancora lavorando.

Inoltre, ai produttori è stato chiesto del potenziale di avere un film con classificazione R ambientato nell’universo della Marvel Characters di Sony e quanto sarà ispirato agli stessi fumetti:

ARAD: Ancora, quello che ti ho detto prima, dipende dalla storia. Se il successo della storia dipende dall’essere R-rated …

TOLMACH: Allora potrebbe essere, sì.

ARAD: Quindi, ovviamente, possiamo farlo. Ma almeno per me, ho i nipotini, i bambini, qualsiasi cosa, tutti loro, stanno morendo dalla voglia di vedere questi film. Sai? Ho portato mio nipote alla sessione di registrazione di Venom. E’ stato uno dei migliori momenti della della sua vita.

TOLMACH: Non penso che ci sia una regola scritta da qualche parte nella pietra che tutti debbano essere una cosa, va bene? Quello che dice Avi (Arad) è giusto. Penso che tutti abbiamo detto “Beh, se uno di questi si presenta in un modo …” Guarda, lo abbiamo visto tutti, come hai detto tu, le versioni R-rated di questi film funzionano. Puoi avere successo in misura sbalorditiva.

Voi cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra opinione con un commento.

il film sul Vampiro Vivente sarà una delle pellicole dello spider-verse di Sony (senza Spider-man). Daniel Spinosa, regista di Life, dirigerà il film; Burk Sharpless e Matt Sazama, creatori della serie Netflix, Lost in Space, scriveranno la sceneggiatura mentre Avi Arad e Matt Tolmach produrranno la pellicola con Lucas Foster.

Morbius, il cui il vero nome è Michael Morbius, è un personaggio dei fumetti creato da Roy Thomas (testi) e Gil Kane (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. Detto anche “il Vampiro Vivente”, è apparso la prima volta in Amazing Spider-Man (prima serie) n. 101 (ottobre 1971). È nemico dell’Uomo Ragno e di Blade.

Seguiteci inoltre su Instagram:

Altre notizie sulla pellicola qui.

Fonte

Restate connessi per ulteriori aggiornamenti su Morbius.

]]>
Kraven il Cacciatore: ecco a cosa si ispirerà il film Sony https://nerdmovieproductions.it/2018/10/10/kraven-il-cacciatore-ecco-a-cosa-si-ispirera-il-film-sony/ Wed, 10 Oct 2018 11:41:17 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=63711 Richard Wenk, che è stato scelto da Sony per scrivere la sceneggiatura del film incentrato su Kraven il Cacciatore, ha parlato di cosa sarà d’ispirazione per la stesura del plot, così come dei suoi piani per far apparire in qualche modo lo stesso Spider-Man.

La pellicola Sony, che continuerà ad espandere l’universo cinematografico dello studio iniziato con Venom, e che continuerà sicuramente con il film su Morbius il Vampiro Vivente, sarà scritta da Wenk, che si è precedentemente occupato di The Equalizer e I Mercenari 2. Ora, durante un’intervista, Wenk si è aperto sulla film Sony, rivelando che la sua sceneggiatura è destinata ad essere una storia d’origine per il malvagio Sergei Kravinoff, un grande cacciatore che vede Spider-Man come la più grande cattura della sua vita.

Wenk ha confermato che il film non solo sarà una storia d’origine per Kraven, ma che prenderà spunto da L’ultima caccia di Kraven, famosa storia di DeMatteis che vede il cacciatore indossare il costume di Spidey nel tentativo di essere un eroe migliore di Peter Parker, dopo che quest’ultimo è stato sepolto vivo. Wenk, dunque, ha rivelato che i suoi piani includono la presenza di Spider-Man con una scena “faccia a faccia” con Sergei. Lo sceneggiatore sta ancora lavorando al progetto, sottolineando che nessuno ha fretta di terminare la stesura del film fino a quando non sarà soddisfacente, visto che sarà la prima volta che Kraven apparirà sul grande schermo.

Oltre a Kraven il Cacciatore, Sony sta lavorando anche a molti altri film Marvel per personaggi come SilkNightwatchSilver SableBlack Cat e Morbius il Vampiro vivente. Il suo universo cinematografico condiviso inizierà con Venom, che uscirà nelle sale questo Ottobre.

VENOM E’ USCITO NELLE SALE IL 4 OTTOBRE 2018.

CLICCA QUI PER VEDERE IL PRIMO TRAILER UFFICIALE ITALIANO.

SEGUITECI SU INSTAGRAM PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS.

Qui di seguito le trame da cui il film è ispirato:

Debuttato nel 1993, Lethal Protector è una serie di fumetti di sei numeri che ha segnato la prima serie di Venom come protagonista, trasformandolo da villain ad antieroe. La storia vede il simbionte e Spider-Man raggiungere un accordo per lasciarsi stare l’un l’altro a condizione che il simbionte si astenga dal commettere crimini, spingendo Eddie Brock a lasciare New York City e trovare una casa a San Francisco. Entrambe le storie coinvolgono sia il simbionte che Spider-Man che uniscono le loro forze per affrontare le minacce legate al simbionte, anche se considerando che il film si dice sia ambientato in un universo separato da Spider-Man di Tom Holland. Ci si chiede dunque se potrebbe apparire una versione differente dello spara-ragnatele.

Il villain della pellicola sarà Carnage, portando sul grande schermo una battaglia tra simbionti. Riz Ahmed, secondo alcuni rapporti, sarà il dott. Carlton Drake: il capo della Life Foundation, un gruppo che aspira a replicare i superpoteri di Brock / Venom. La sceneggiatura è stata affidata a Scott Rosenberg e a Jeff Pinkner e tra gli altri attori vedremo anche Avi Arad, Matt Tolmach e Amy Pasca.

Quanto state aspettando questa pellicola? Da parte nostra è sicuramente uno dei film più attesi, non solo farà da trampolino per Sony, ma sarà interessate analizzare l’idea di Sony di voler creare un Universo privo dell’arrampicamuri.

Fonte

]]>
She-Ra e le Principesse del Potere: ecco il nuovo trailer e le immagini https://nerdmovieproductions.it/2018/10/05/she-ra-e-le-principesse-del-potere/ Fri, 05 Oct 2018 11:41:16 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=63477 Mattel potrebbe aver gettato una chiave inglese a disturbare i piani di Sony con il nuovo film dal vivo Masters of the Universe, ma la sorellina gemella di He-Man è destinata a tornare alle sue radici animate con un nuovo reboot di Netflix intitolato She-Ra e le Principesse del Potere.

Dopo un breve teaser, DreamWorks Animation ha finalmente rilasciato un trailer completo per il film, dandoci un primo assaggio del malvagio Hordak e delineando gli eventi che portano Adora a diventare la leggendaria guerriera di Etheria, She-Ra.

She-Ra e le Principesse del Potere

She-Ra e le Principesse del Potere combattono per l’onore di Grayskull mentre l’uscita della serie relativa è prevista in anteprima su Netflix per il 16 novembre. Sono state rilasciate anche una serie di immagini, in anteprima ad EW ed è grazie a queste che possiamo avere un primo assaggio di alcuni dei nuovi disegni dei personaggi di supporto. La principessa Adora, a.k.a. She-Ra, sarà doppiata in lingua originale da Aimee Carrero. La showrunner Noelle Stevenson rivela che, come nella serie originale del 1985, Adora fu rapita da bambina e cresciuta dall’Orda del Male, solo per scoprire la sua vera identità più avanti nella vita. “È stata molto protetta per tutta la sua vita e mentre inizia a scoprire il mondo, si rende conto che c’è molto di più di quello che sapeva, che forse c’è una ragione per cui sono stati chiamati l’Orda del Male”, sorride Stevenson in una intervista, “cioè che forse erano cattivi”.

Fonte

]]>
Venom: Ecco la spiegazione della scena post Titoli di Coda https://nerdmovieproductions.it/2018/10/05/venom-spiegazione-scena-post/ Fri, 05 Oct 2018 09:04:53 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=63473 Marvel ci ha ormai abituati ad aspettare i titoli di coda di ogni sua pellicola per aspettare la famosissima scena post-credits. Nonostante Venom sia prodotto da Sony, lo zampino della Casa delle Idee si sente e non fa eccezione l’iconica scena.

Non tutti però sono così esperti del personaggio da comprendere quanto è effettivamente successo.

*** ATTENZIONE DA QUESTO MOMENTO IN POI CI SARANNO SPOILER SUL FINALE DEL FILM***

Venom spiegazione scena dopo i titoli di coda

Sul finale del film il nostro amico Eddie Brock ci lascia dicendo di aver ottenuto un nuovo lavoro grazie al web, ci dice inoltre di esser riuscito a rimediare “l’intervista della vita” il film si conclude. Dopo i soliti titoli di coda ritroviamo Tom Hardy che si dirige in prigione per effettuare la prima citata intervista. Dopo poco viene accompagnato da una guardia di fronte un uomo, interpretato da un Woody Harrelson con dei particolarissimi capelli Rossiche pronuncia queste parole:

«Quando uscirò fuori di qui, e lo farò… ci sarà una carneficina»

Nel caso in cui non aveste collegato gli indizi, Carneficina in inglese si traduce con il termine Carnage, alter-ego di Cletus Kasady. Carnage è sicuramente uno dei personaggi più violenti e spietati dell’intero Universo Marvel, vederlo lì, interpretato da Woody Harrelson non può che non emozionare i fan.
Ancor più importante è l’annuncio che con questa scena si vuol dare. Vedremo “Presto” un sequel nel quale Venom dovrà affrontare Carnage?
Fateci sapere cosa ne pensate.

P.S. Le scene post-titoli son 2, ma crediamo che la seconda non abbia bisogno di presentazioni 😉

Seguiteci inoltre su Instagram:

Altre news sul film qui.

Qui di seguito le trame da cui il film è ispirato:

Debuttato nel 1993, Lethal Protector è una serie di fumetti di sei numeri che ha segnato la prima serie di Venom come protagonista, trasformandolo da villain ad antieroe. La storia vede il simbionte e Spider-Man raggiungere un accordo per lasciarsi stare l’un l’altro a condizione che il simbionte si astenga dal commettere crimini, spingendo Eddie Brock a lasciare New York City e trovare una casa a San Francisco. Entrambe le storie coinvolgono sia il simbionte che Spider-Man che uniscono le loro forze per affrontare le minacce legate al simbionte, anche se considerando che il film si dice sia ambientato in un universo separato da Spider-Man di Tom Holland. Ci si chiede dunque se potrebbe apparire una versione differente dello spara-ragnatele.

Il villain della pellicola a quanto pare sarà Riot, interpretato da Riz Ahmed, secondo alcuni rapporti, il dott. Carlton Drake: il capo della Life Foundation, un gruppo che aspira a replicare i superpoteri di Brock / Venom. La sceneggiatura è stata affidata a Scott Rosenberg e a Jeff Pinkner e tra gli altri attori vedremo anche Avi Arad, Matt Tolmach e Amy Pasca.

Quanto state aspettando questa pellicola? Da parte nostra è sicuramente uno dei film più attesi, non solo farà da trampolino per Sony, ma sarà interessate analizzare l’idea di Sony di voler creare un Universo privo dell’arrampicamuri.

Restate connessi per ulteriori aggiornamenti su Venom.

]]>
Venom: ecco il nuovo spot TV https://nerdmovieproductions.it/2018/10/02/venom-ecco-il-nuovo-spot-tv-2/ Tue, 02 Oct 2018 23:54:54 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=63228 Un giorno soltanto all’arrivo nelle sale di Venom con Tom Hardy protagonista, il primo film di una serie che la Sony vuole realizzare su alcuni personaggi Marvel dello Spider-verse e la campagna di marketing si fa sempre più consistente.

Ecco quindi un nuovo spot, che a parte alcuni secondi di qualche scena nuova, il tutto è già stato precedentemente mostrato. Però le nuove scene meritano davvero d’essere viste:

VENOM USCIRÀ NELLE SALE IL 4 OTTOBRE 2018.

Qui di seguito le trame da cui il film è ispirato:

Debuttato nel 1993, Lethal Protector è una serie di fumetti di sei numeri che ha segnato la prima serie di Venom come protagonista, trasformandolo da villain ad antieroe. La storia vede il simbionte e Spider-Man raggiungere un accordo per lasciarsi stare l’un l’altro a condizione che il simbionte si astenga dal commettere crimini, spingendo Eddie Brock a lasciare New York City e trovare una casa a San Francisco. Entrambe le storie coinvolgono sia il simbionte che Spider-Man che uniscono le loro forze per affrontare le minacce legate al simbionte, anche se considerando che il film si dice sia ambientato in un universo separato da Spider-Man di Tom Holland. Ci si chiede dunque se potrebbe apparire una versione differente dello spara-ragnatele.

Il villain della pellicola a quanto pare sarà Riot, interpretato da Riz Ahmed, secondo alcuni rapporti, il dott. Carlton Drake: il capo della Life Foundation, un gruppo che aspira a replicare i superpoteri di Brock / Venom. La sceneggiatura è stata affidata a Scott Rosenberg e a Jeff Pinkner e tra gli altri attori vedremo anche Avi Arad, Matt Tolmach e Amy Pasca.

Quanto state aspettando questa pellicola? Da parte nostra è sicuramente uno dei film più attesi, non solo farà da trampolino per Sony, ma sarà interessate analizzare l’idea di Sony di voler creare un Universo privo dell’arrampicamuri.

Fonte

]]>
Venom: le prime reazioni comparano il film a Catwoman o Fantastic 4 https://nerdmovieproductions.it/2018/10/02/venom-le-prime-reazioni-comparano-il-film-a-catwoman-o-fantastici-4/ Tue, 02 Oct 2018 09:05:02 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=63158 Con la recente proiezione per la stampa di Venom con Tom Hardy e il termine dell’embargo sui social media, sono emerse online le prime reazioni del film.

Secondo ciò che emerge, il film non è stato pienamente apprezzato e in vari casi è stato accredito ad una versione brutta di Catwoman o addirittura dell’ultimo film Fantastic 4: I Fantastici Quattro, ovviamente escludendo la performance di Hardy che a quanto pare sia stata graziata.

VENOM USCIRÀ NELLE SALE IL 4 OTTOBRE 2018.

Qui di seguito le trame da cui il film è ispirato:

Debuttato nel 1993, Lethal Protector è una serie di fumetti di sei numeri che ha segnato la prima serie di Venom come protagonista, trasformandolo da villain ad antieroe. La storia vede il simbionte e Spider-Man raggiungere un accordo per lasciarsi stare l’un l’altro a condizione che il simbionte si astenga dal commettere crimini, spingendo Eddie Brock a lasciare New York City e trovare una casa a San Francisco. Entrambe le storie coinvolgono sia il simbionte che Spider-Man che uniscono le loro forze per affrontare le minacce legate al simbionte, anche se considerando che il film si dice sia ambientato in un universo separato da Spider-Man di Tom Holland. Ci si chiede dunque se potrebbe apparire una versione differente dello spara-ragnatele.

Il villain della pellicola a quanto pare sarà Riot, interpretato da Riz Ahmed, secondo alcuni rapporti, il dott. Carlton Drake: il capo della Life Foundation, un gruppo che aspira a replicare i superpoteri di Brock / Venom. La sceneggiatura è stata affidata a Scott Rosenberg e a Jeff Pinkner e tra gli altri attori vedremo anche Avi Arad, Matt Tolmach e Amy Pasca.

Quanto state aspettando questa pellicola? Da parte nostra è sicuramente uno dei film più attesi, non solo farà da trampolino per Sony, ma sarà interessate analizzare l’idea di Sony di voler creare un Universo privo dell’arrampicamuri.

Fonte

]]>
Venom: ecco perché il simbionte arriva sulla Terra https://nerdmovieproductions.it/2018/09/26/venom-ecco-perche-il-simbionte-arriva-sulla-terra/ Wed, 26 Sep 2018 20:47:40 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=62913 Il supervisore degli effetti speciali di Venom, Paul Franklin, ha rivelato perché i Simbionti arriveranno sulla Terra nel prossimo film della Sony sull’iconico simbionte Marvel.

“Vediamo, all’inizio del film, il momento in cui i simbionti sono raccolti da una sonda spaziale della Life Foundation, che li trova su una cometa che nello spazio che si sta avvicinando alla Terra. La sonda spaziale è lì fuori alla ricerca di forme di vita, ed al momento della scoperta, non riescono a credere a quanto sono fortunati. Ci sono segnali di vita ovunque in tutto questo asteroide. I Simbionti sembrano voler attivamente essere raccolti. Perché fa tutto parte del loro piano di venire sulla Terra. Stanno cercando pianeti dove possano abitare. Non hanno mai veramente trovato un posto dove possano esistere in armonia con le forme di vita di qualunque pianeta in cui sono stati.”

VENOM USCIRÀ NELLE SALE IL 4 OTTOBRE 2018.

SEGUITECI SU INSTAGRAM PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS.

Qui di seguito le trame da cui il film è ispirato:

Debuttato nel 1993, Lethal Protector è una serie di fumetti di sei numeri che ha segnato la prima serie di Venom come protagonista, trasformandolo da villain ad antieroe. La storia vede il simbionte e Spider-Man raggiungere un accordo per lasciarsi stare l’un l’altro a condizione che il simbionte si astenga dal commettere crimini, spingendo Eddie Brock a lasciare New York City e trovare una casa a San Francisco. Entrambe le storie coinvolgono sia il simbionte che Spider-Man che uniscono le loro forze per affrontare le minacce legate al simbionte, anche se considerando che il film si dice sia ambientato in un universo separato da Spider-Man di Tom Holland. Ci si chiede dunque se potrebbe apparire una versione differente dello spara-ragnatele.

Il villain della pellicola a quanto pare sarà Riot, interpretato da Riz Ahmed, secondo alcuni rapporti, il dott. Carlton Drake: il capo della Life Foundation, un gruppo che aspira a replicare i superpoteri di Brock / Venom. La sceneggiatura è stata affidata a Scott Rosenberg e a Jeff Pinkner e tra gli altri attori vedremo anche Avi Arad, Matt Tolmach e Amy Pasca.

Quanto state aspettando questa pellicola? Da parte nostra è sicuramente uno dei film più attesi, non solo farà da trampolino per Sony, ma sarà interessate analizzare l’idea di Sony di voler creare un Universo privo dell’arrampicamuri.

RESTATE CONNESSI PER ULTERIORI AGGIORNAMENTI SU VENOM.

Fonte

]]>
Venom contro un gruppo di soldati nella nuova clip del film https://nerdmovieproductions.it/2018/09/26/venom-contro-un-gruppo-di-soldati-nella-nuova-clip-del-film/ Wed, 26 Sep 2018 16:43:53 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=62880 A distanza di circa una settimana dall’uscita nelle sale ecco che la Sony spinge la campagna di marketing sempre più che mai per il suo prossimo film Venom, che vedrà protagonista il famoso Simbionte dei fumetti interpretato da Tom Hardy.

Ecco qui la nuova clip del film che mostra un Eddie Brock in difficoltà contro un gruppo di soldati che sarà aiutato da simbionte alieno per sfuggire al pericolo!

VENOM USCIRÀ NELLE SALE IL 4 OTTOBRE 2018.

SEGUITECI SU INSTAGRAM PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS.

Qui di seguito le trame da cui il film è ispirato:

Debuttato nel 1993, Lethal Protector è una serie di fumetti di sei numeri che ha segnato la prima serie di Venom come protagonista, trasformandolo da villain ad antieroe. La storia vede il simbionte e Spider-Man raggiungere un accordo per lasciarsi stare l’un l’altro a condizione che il simbionte si astenga dal commettere crimini, spingendo Eddie Brock a lasciare New York City e trovare una casa a San Francisco. Entrambe le storie coinvolgono sia il simbionte che Spider-Man che uniscono le loro forze per affrontare le minacce legate al simbionte, anche se considerando che il film si dice sia ambientato in un universo separato da Spider-Man di Tom Holland. Ci si chiede dunque se potrebbe apparire una versione differente dello spara-ragnatele.

Il villain della pellicola a quanto pare sarà Riot, interpretato da Riz Ahmed, secondo alcuni rapporti, il dott. Carlton Drake: il capo della Life Foundation, un gruppo che aspira a replicare i superpoteri di Brock / Venom. La sceneggiatura è stata affidata a Scott Rosenberg e a Jeff Pinkner e tra gli altri attori vedremo anche Avi Arad, Matt Tolmach e Amy Pasca.

Quanto state aspettando questa pellicola? Da parte nostra è sicuramente uno dei film più attesi, non solo farà da trampolino per Sony, ma sarà interessate analizzare l’idea di Sony di voler creare un Universo privo dell’arrampicamuri.

RESTATE CONNESSI PER ULTERIORI AGGIORNAMENTI SU VENOM.

]]>
NBA 2K19 – Recensione PS4 https://nerdmovieproductions.it/2018/09/25/nba-2k19-recensione-ps4/ Tue, 25 Sep 2018 13:14:33 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=62765 Il campionato di basket più famoso del mondo ritorna con NBA 2K19 e lo fa nel modo migliore possibile.

Era il 1998 quando uscì il primo NBA 2K, ma riuscì a vendere poco più di 400 mila copie poiché l’egemonia, per quanto riguarda i giochi di basket e sportivi in generale, era certamente della EA con il celebre NBA Live che in quell’anno era già alla terza edizione. NBA 2K 1998, però, nonostante le evidenti problematiche soprattutto inerenti ai diritti, mostrava un gameplay e una grafica per certi versi migliore del prodotto EA e col tempo molti videogiocatori e appassionati della palla a spicchi se ne sono accorti. Ci sono voluti anni per far sì che NBA 2K superasse NBA Live, anche a causa di errori gravi di quest’ultimo, ma adesso a distanza di venti anni siamo d’innanzi al miglior gioco di basket di sempre?

Gameplay

Il titolo sportivo sviluppato da Visual Concepts ha sempre posto un interesse quasi maniacale alla modalità “La mia Carriera” che in questo titolo viene totalmente rinnovata. È giusto partire da qui per analizzare al meglio NBA 2K19. Quest’anno, a differenza del titolo dell’anno scorso, non vestiremo i panni di un DJ (fortunatamente), ma ci sarà una storia ben articolata e interessante che parte dalla lega di basket cinese. Ci troveremo precisamente a Shangai e dovremo affrontare tante problematiche culturali, linguistiche e anche di orgoglio poiché ci verrà spiegato che siamo finiti in Cina perché scartati dal Draft NBA. Da lì parte tutta la nostra storia che ci porterà prima nella G-League e poi in NBA. La strada sarà travagliata anche perché il nostro carattere è davvero insopportabile: presuntuosi, arroganti e convinti di essere i migliori del mondo. Questo ci porterà a perdere non solo la giusta strada per il successo, ma anche importanti relazioni con amici, colleghi e amori. La storia viene narrata con un’ottima sceneggiatura e un taglio registico d’impatto. L’interpretazione stessa dei personaggi e il doppiaggio sono di alto livello, quasi al pari di una produzione cinematografica.

Dopo il preludio, avremo la possibilità di scegliere in che squadra andare in base a come abbiamo giocato nel frattempo. Dopodiché potremo negoziare il contratto per quanto riguarda minutaggi, ruolo e stipendio ed entrare nell’ormai famoso social free roaming denominato “Il mio Quartiere”. Adesso è il caso di soffermarsi proprio su quest’ultimo aspetto. Il mio Quartiere è senza ombra di dubbio la rivoluzione più gradita dai videogiocatori e fu introdotta con NBA 2K18. Quest’anno, però, ci sono stati dei miglioramenti davvero corposi e soprattutto funzionali perché hanno ascoltato la community. Tutti i punti di riferimento sono adesso racchiusi all’interno di un perimetro rettangolare e al centro di esso troviamo il parco dove è possibile giocare con gli amici o altri giocatori presenti nel server. Intorno troviamo il barbiere, l’NBA Store, la Foot Locker, la palestra dove poterci allenare, il casinò dove poter guadagnare VC, l’ufficio del nostro manager dove riscuotere gettoni e tanto altro ancora. Durante la giornata potremo compiere tantissime attività che vanno dallo shopping all’attività fisica per arrivare fino alle partite di Dodgeball. Gli aggiornamenti sono praticamente giornalieri e garantiscono l’aggiunta di nuovo vestiario e oggetti, oltre che di nuovi stili per poter personalizzare il proprio alloggio. L’unico difetto riscontrato nel Quartiere è lo stesso, purtroppo, presente lo scorso anno ovvero i server di gioco.  Spesso, infatti, dovremo sopportare fastidiosi lag o minimi input lag. Questo problema affligge non solo il Quartiere, ma tutte le modalità multigiocatore. Per quanto riguarda la modalità “La mia Carriera” vi è stata anche un’altra piccola miglioria: lo scorso anno gli utenti si erano lamentati di come fosse difficile guadagnare gettoni e aumentare di livello il che portava molti utenti a “shoppare” (acquistare miglioramenti con soldi veri). Quest’anno sono stati ricalibrati i parametri al ribasso, ma resta comunque molto alto l’impegno che bisogna porre per poter accrescere e migliorare il proprio giocatore soprattutto per raggiungere il livello 99 in cui sono promessi premi esclusivi come una copia di NBA 2K20.

Un’altra importante modalità di NBA 2K è “La mia Squadra” che quest’anno è stata decisamente migliorata da Visual Concepts introducendo nuove modalità come il Triple Threat (il classico 3vs3 sia offline che multigiocatore online), il Dominio (dove bisogna affrontare tutte le squadre NBA, le fantasquadre e le squadre più vecchie)  e infine la modalità Unlimited in cui si dovranno affrontare squadre da 5 giocatori da tutto il mondo e maggiori vittorie significano maggiori ricompense. Questa volta per semplificare i miglioramenti è stata aggiunta una nuova valuta in-game presente anche nella modalità “La mia Carriera” e chiamata gettone. Non può essere acquistata con soldi reali, come i VC, ma si guadagnano solo giocando o superando missioni e grazie ad essa possono essere riscattati giocatori e miglioramenti subito utilizzabili. In questa modalità, però, gli acquisti in-game rappresentano un aspetto quasi fondamentale per poter accrescere la squadra, superare sfide che cambiano settimanalmente e raggiungere degli obiettivi. Questo, purtroppo, è un aspetto che penalizza fortemente i giocatori occasionali e avvantaggia solo i giocatori esperti o spendaccioni. Quest’anno è stata pure aggiunta la possibilità di partecipare al MyTeam Unlimited, un torneo online che mette in palio non solo 250.000 Dollari per il vincitore, ma anche la possibilità di volare a Charlotte, per assistere dal vivo all’NBA All Star Week. L’evento ricorda molto da vicino una sorta di modalità Arena, in cui i giocatori hanno un numero prestabilito di partite (dodici) per racimolare il maggior numero di vittorie. In base ai successi, alla fine della serie (dopo tre sconfitte il tabellone si azzererà), si guadagnano premi come carte aggiuntive, pacchetti standard o deluxe, gettoni extra e crediti di gioco. Questo ovviamente spinge tutti i videogiocatori ad avere la migliore squadra possibile e quindi anche a pagare.

NBA 2K19 porta, però, tantissime modalità di gioco con relative novità e tra queste vi è certamente My GM in cui impersoneremo il general manager di una squadra a nostra scelta dell’NBA e ci saranno da gestire una serie di compiti come la parte finanziaria, lo stato d’animo del nostro staff, i giocatori, il campo e quant’altro. Una delle novità più importanti introdotte quest’anno è la possibilità di scegliere la tipologia di modalità da usare: il My GM classico o il MY GM con la storia. Peccato che quest’ultima risulti molto scadente e povera di contenuti, per lo meno paragonata alla storia della modalità La mia Carriera. Infine è stata aggiunta la possibilità di utilizzare i giocatori più esperti come LeBron James o Stephen Curry per far da mentore ai giocatori più giovani. Le altre modalità di gioco sono La Mia Lega, che ci consente di prendere il controllo di una franchigia e portarla al successo nel corso di ben ottanta stagioni. Tutto quello che già è presente nella Lega offline, quest’anno, è stato traslato anche nella Mia Lega Online, per poter dare al giocatore i medesimi contenuti della controparte in singolo.

Comparto tecnico

Dal punto di vista tecnico NBA 2K19 mostra tantissime migliorie rispetto al titolo precedente come l’intelligenza artificiale della CPU avversaria. Hanno aggiunto la possibilità di sbloccare il TakeOver ovvero un breve potenziamento delle nostre abilità principali e la possibilità di rubare la palla in maniera più celere e semplice. La grafica, sempre punto di forza del titolo, è stata ulteriormente migliorata soprattutto per quanto riguarda i volti, l’illuminazione e i movimenti dei giocatori molti dei quali hanno movenze inedite, personali e differenti da tutti gli altri (basti, ad esempio, osservare LeBron James, Stephen Curry, James Harden o Kevin Durant e confrontarli ad un altro qualsiasi giocatore). Non mancano, però, alcuni glitch e bug nel corso di filmati o pause, ma l’aspetto più fastidioso riscontrato sono i caricamenti troppo lunghi anche negli intermezzi tra un dialogo e un altro. È una cosa riscontrata sia su PS4, sia su PS4 Pro che su Xbox One X testimonianza del fatto che non si tratta di un problema di hardware. Infine nulla da dire sul sonoro, sempre eccelso. Questa volta vi è anche la telecronaca e il doppiaggio in cinese per quando giocheremo in Cina e ci sembrerà di assistere ad una vera partita dal vivo. Menzione di merito anche alla track list che presenta sempre una grande varietà di stili di musica e che rappresentano un importante passatempo nella modalità La mia Carriera quando andremo in giro per il Quartiere.

Commento conclusivo

NBA 2K19 è il titolo che un appassionato di basket ha sempre desiderato. Senza dubbio il titolo sportivo sulla pallacanestro più completo di sempre. Il gameplay è stato migliorato, restano ancora dei difetti soprattutto nel controllo iniziale del nostro giocatore nella modalità carriera, ma i grossi difetti osservati in NBA 2K18 sono stati risolti. La grafica è sempre eccelsa e le modalità presenti lo rendono un gioco praticamente infinito. Peccato per alcune sbavature come il server che resta il punto debole del titolo e gli acquisti in-game troppo invasivi, ma se hanno ascoltato la community una volta si spera la possano ascoltare ancora e migliorare anche questi difetti.

]]>
Spider-Man – Far From Home: rivelata la presenza del costume Stealth? [FOTO LEAKATA] https://nerdmovieproductions.it/2018/09/24/spider-man-far-from-home-rivelata-la-presenza-del-costume-stealth-foto-leakata/ Mon, 24 Sep 2018 09:24:22 +0000 http://nerdmovieproductions.it/?p=62657 Peter Parker (Tom Holland) ha avuto il lusso di vestire diverse varianti di costume del nostro amato Spider-Man fin da quando l’abbiamo incontrato per la prima volta in Captain America: Civil War. Ricordiamo infatti, partendo da quello meno tecnologico, il costume di Peter fatto in casa, il costume disegnato da Tony Stark (Robert Downey Jr.) che più riflette le caratteristiche classiche del fumetto e, naturalmente, la fantastica Iron Suit che abbiamo visto recentemente in Avengers: Infinity War.

Ora sembra che nel prossimo film, Spider-Man: Far From Home, Peter indosserà un nuovo costume che potrebbe ispirarsi alla versione Stealth dello spider-verse dei fumetti. L’utente Twitter @thedailyspidey ha infatti condiviso una foto dal set, che sembra mostrare Spider-Man aggrappato ad una ruota panoramica mentre indossa la tuta nera famosa nei fumetti per la sua capacità di conferire a Peter l’invisibilità.

SPIDER-MAN: FAR FROM HOME ARRIVERÀ NELLE SALE STATUNITENSI IL 5 LUGLIO 2019

SEGUITECI INOLTRE SU INSTAGRAM PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS.

Le riprese dovrebbero svolgersi ad Atlanta, in Georgia, così come in altre località Europee. Secondo le ultime indiscrezioni Jake Gyllenhaal dovrebbe vestire i panni di Mysterio, mentre dovrebbe tornare l’Avvoltoio di Michael Keaton, ma non si sa nulla del suo ruolo.

Jon Watts tornerà a dirigere il sequel, scritto da Chris McKenna e Erik Sommers, due degli autori del primo film. I dettagli della trama sono ancora nascosti, ma il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, ha precedentemente detto che il film sarebbe ambientato proprio subito dopo gli eventi di Avengers 4, che uscirà l’anno prossimo.

RESTATE CONNESSI PER ULTERIORI AGGIORNAMENTI SU SPIDER-MAN: FAR FROM HOME.

Fonte

]]>