Dungeons and Dragons potrebbe abbandonare l’utilizzo del termine Razza

Una scelta giusta o inutile?

Dungeons & Dragons

Dungeons and Dragons addio alla razza?

Pare proprio che in uno dei prossimi prodotti di Dungeons and Dragons non verrà utilizzato il termine Razza.

A giugno, il progettista Jeremy Crawford ha parlato di un nuovo prodotto ancora non annunciato, nel tweet che trovate qui sotto:

 

 

Entro la fine dell’anno rilasceremo un prodotto (non ancora annunciato) che offre un modo per personalizzare le origini del personaggio di un giocatore, inclusa l’opzione per modificare i punteggi abilità che derivano dall’essere un elfo, un nano o uno dei tanti altri personaggi giocabili di D&D. Questa opzione sottolinea che ogni persona nel gioco è un individuo con le sue capacità.

 

Un giocatore ha notato che non viene utilizzato il termine Razza, e si è chiesto se verrà adoperata una parola più idonea, come a esempio Specie. Crawford ha quindi risposto che proprio Specie è la parola più usata nel 14esimo secolo, il periodo spesso emulato da Dungeon & Dragons.

 

 

Molti giocatori stanno discutendo su ResetEra se la cosa sia giusta o meno, e ad alcuni sembra ridicola questa presa di posizione da parte di Wizard of the Coast.

Che questo cambio venga  apportato anche alle prossime edizioni? Cosa ne pensate?