Dvd e Bluray Recensioni Serie Tv

Narcos – Stagione 1 – Bluray

Quando una serie esordisce presentando una giovane ragazza della popolazione civile trucidata dalla furia omicida delle forze dell’ordine di uno Stato e termina col farti pensare che non solo quello, ma tanti sacrifici identici siano stati storicamente necessari e quasi condivisibili, significa che la suddetta serie porta con sé una storia che vale la pena raccontare. Narcos è già da tempo affermata tra le serie di maggiore successo prodotte da Netflix, composta ad oggi di due stagioni, ma non ancora conclusa. Può infatti confondere gran parte degli spettatori il fatto che le vicende di Pablo Escobar, principale carattere di questa prima fase della serie, si concludano con l’ultima puntata della seconda stagione (non mi si accusi di far spoiler, data sia la notorietà del personaggio storico che l’esplicito battage pubblicitario portato avanti da Netflix nei mesi che precedevano il rilascio dell’ultima stagione).

Parlare di Narcos spesso equivale a parlare ‘della serie con Escobar’, mentre in realtà lo stesso generico titolo starebbe ad indicare che la storia non si limiterà all’addentrarsi nelle vicende del più grande narcotrafficante della storia, ma anzi continuerà a mostrarci quali siano stati gli sviluppi successivi alla sua uscita di scena.
Nonostante il forte ed apprezzato uso di immagini di repertorio come accompagnamento ad una sempre presente narrazione in sottofondo, giova rilevare che non tutto ciò che viene raccontato dalla serie rispecchia la realtà dei fatti.

landscape-1440513662-narco-s1-005-h

Narcos è una straordinaria serie per chiunque, soprattutto per coloro che più facilmente svilupperanno un morboso interesse nel lungo domino che è la vita di Pablo Escobar. Si imparerà, dunque, tanto della vita di quel mostro, ma anche del contesto storico e politico della Colombia nella seconda metà del secolo scorso. Le verità saranno mescolate a stratagemmi narrativi, a rapporti romanzati e ad alcuni personaggi per la gran parte reali, affiancati ad altri più o meno riconducibili a figure che vissero davvero quegli anni, ma escluse in sede di sceneggiatura, oppure sintetizzate in caratteri a loro solo affini (Si pensi al Colonnello Carrillo).

Non sono mancate le lamentele da parte dei famigliari di Escobar, in particolare del figlio primogenito Juan Pablo (autore di un recente libro pregno di ragioni per le quali ritiene che la storia di suo padre non debba mai più ripetersi per il bene della Colombia e del mondo intero, ndr) che, anche giustamente se vogliamo, ha ritenuto necessario puntualizzare quante e quali fossero le scene nelle quali il personaggio raffigurante suo padre commetteva reati mai realmente a lui imputati, direttamente o indirettamente. Resti alla giurisprudenza decidere quale sia la differenza tra il premere un grilletto ed assoldare qualcuno per farlo, ma rimane il fatto che nessun danno sia stato provocato da un figlio mosso dal desiderio di salvare quel poco di salvabile che resta della memoria di suo padre. Soprattutto se quel figlio è pubblicamente ostile nei confronti del passato della sua famiglia.

La serie è lì da vedere, si lascia guardare di puntata in puntata con una fluidità raramente eguagliata, raggiungendo picchi di tensione e di assurdità che possono travolgere la mente dello spettatore più impreparato sbattendogli in faccia fatti realmente accaduti o luoghi realmente costruiti che avrebbero fatto vacillare la credibilità di una fiaba.

Il cast è magistrale, le interpretazioni insostituibili. Wagner Moura è un Escobar colossale ed indimenticabile. La recitazione è per tre quarti della serie in spagnolo (che Moura ha dovuto imparare in pochissimi giorni, ndr) e insieme alle panoramiche aeree di una meravigliosa Colombia lo spettatore è scaraventato al centro di Medellin, un angolo del mondo dove per ogni proiettile esiste un cadavere, per ogni verità esistono centinaia di bugie, dove i mostri amano e ogni scrupolo non rappresenta altro che tempo utile a caricare altri proiettili.

Arriviamo ora al cofanetto Bluray distribuito in Italia da Eagle Pictures. Il cofanetto si presenta in un fantastico packaging in cartone con alcuni dettagli in lucido che risaltano sulla copertina. La serie composta da 10 episodi totali è suddivisa in 3 dischi nei quali sono presenti diversi contenuti speciali che giustificano l’acquisto del cofanetto anche per chi già possiede un account Netflix. Cofanetto che rende facilmente accessibile, in qualità 1080p, la serie tv creata da Chris Brancato anche a chi non è in possesso dell’abbonamento Netflix o a chi non dispone di una rete internet adeguata per lo streaming in FULL HD.

Trovate il cofanetto di Narcos su Amazon a 26,99€

DSC00735

Di seguito le specifiche tecniche del Bluray.

  • Formato: PAL, Schermo panoramico
  • Attori: Wagner Moura, Boyd Holbrook, Pedro Pascal
  • Audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua: Italiano- Spagnolo, Inglese- Spagnolo
  • Sottotitoli: Italiano
  • Regione: Regione B (Maggiori informazioni su Formati Blu-ray.)
  • Numero di dischi: 3
  • Studio: EAGLE
  • Data versione DVD: 9 mar. 2017
  • Durata: 600 minuti
  • Contenuti Speciali: Commento Audio degli episodi 1, 6, 10, Scene Eliminate, La Barriera Linguistica, Girare in Colombia, Dietro le Quinte.

DSC00738

Commenti

commenti

About the author

Giacomo Valentino

Giurista (per darsi un tono) appassionato di narrazione in ogni sua forma, soprattutto su pellicola. Sempre pronto alla chiacchiera e allo scambio di opinioni, basta che alla fine ammettiate di avere torto.