Fumetti Recensioni

Rovine : Recensione del capolavoro di Peter Kuper

rovine-peter-kuper

Vincitore del premio Eisner Award 2016 per la categoria “miglior graphic novel” e un Premio Boscarato 2017 come “miglior fumetto straniero“: Rovine di Peter Kuper è un fumetto capace di emozionare in modo impressionante il lettore.

Possiamo dividere l’opera in 2 macro storie, nella prima seguiamo la storia ed il percorso di una farfalla Monarca nel tentativo di raggiungere la foresta di abeti Oyamel in Messico partendo da un qualche luogo indefinito della statale 87. Contemporaneamente seguiamo anche la storia di Sam e George, una coppia sposata che decide di prendersi un anno sabbatico e spenderlo in Messico.

rovine-peter-kuper
®Tunué

Sam con l’intento di portare a termine il suo libro, trovando in quei luoghi l’ispirazione.

George, un artista entomologo ormai disoccupato preoccupato per il futuro e per ciò che gli riserverà la vita.

Ma la storia non affronta solo questo. Leggendo la postfazione dell’opera, Kuper, ci comunica che alcune delle vicende all’interno sono storia vera. Ed è in quel preciso istante che lo sciopero degli insegnanti di Oaxaca (Città messicana in cui la coppia si trasferisce) del 2006 assume un valore ancor più profondo.

Nel loro viaggio la coppia affronterà numerose avventure, conosceremo Alejandro, fotogiornalista di guerra ormai datosi al vizio dell’alcool a causa dei troppi cadaveri visti durante il suo lavoro. Al sarà fondamentale per la crescita psicologica di George ma non vogliamo farvi troppi spoiler.

Come anticipavamo i livelli di lettura dell’opera sono molteplici. E’ estremamente interessante analizzare i parallelismi interni alla stessa. Essendo ambientata perlopiù in Messico i collegamenti alle Civiltà Azteche sono inevitabili. Kuper non li risparmia affatto, ed anzi, diventano un ruolo centrale nei collegamenti alla storia dei nostri protagonisti.

rovine-peter-kuper
®Tunué

Sappiamo che storicamente le civiltà Azteche sono state sterminate dai Conquistadores, della loro presenza restano solo delle “Rovine“, allo stesso modo, lo sciopero degli insegnanti si concluderà nel peggiore dei modi, l’esercito messicano arriverà a sgomberare il tutto riuscendo anche ad eliminare le tracce delle loro malefatte facendo cadere la colpa sugli scioperanti. Ancor più sottile è invece il collegamento alla rovina della relazione tra i protagonisti.

Ancora una volta però l’autore arriva ancor più nel profondo. Analizzando minuziosamente la relazione e la psicologia dei protagonisti.

 

rovine-peter-kuper
®Tunué
Incuriositi?

Scopriremo un George legato alla routine, alla tranquillità e alla sicurezza del non esporsi mai. Al suo essere contrario nell’avere un figlio perché farlo nascere in un mondo così crudele è complesso se non si è pronti.

Al contrario, Sam, è alla continua ricerca di stimoli. Sogni di gravidanze isteriche, problemi nel trovare ancora una spinta alla sua relazione.
Il viaggio le permetterà di trovare gli stimoli mancanti?

Straordinario contorno è l’immensa cultura e tecnica che Kuper introduce. La minuziosità con la quale disegna ogni insetto, i riferimento a Frida Kahlo e Diego Rivera ma non solo. 
La qualità con cui dipinge ogni luogo che vi ritroverete a visitare con la fantasia, da Monte Alban a Puerto Escondido fino ad arrivare a Mitla. I riferimenti alla cultura messicana si sprecano, le numerose tavole senza dialoghi ci mostrano sia la capacità del fumettista, sia la bellezza dei luoghi visita e la profonda conoscenza dell’autore (Kuper ha infatti vissuto 2 anni ad Oaxaca).

rovine-peter-kuper
®Tunué

 

Conclusioni

 

E’ stato davvero complesso cercare di parlare di quest’opera, la stessa è complicata e tentare di spiegarla al meglio ne sminuirebbe il valore. Il metodo migliore per poterla trattare è sicuramente quello di leggerla e farsi una propria idea.
Attenzione però, con complicata non vogliamo intendere che sia complessa da leggere. Superata una prima parte un po’ più didascalica, Rovine, si mostra per ciò che è davvero. Piena di colori e di vita, vi terrà incollati alla lettura senza mai stancare. Le circa 300 pagine potrebbero scoraggiare i più pigri, ma una volta iniziata non riuscirete più a staccare gli occhi dal volume.

 

Se siete un minimo curiosi potete trovare il link al sito cliccando direttamente qui.

Come sempre, ringraziamo Tunué per la possibilità offertaci e vi invitiamo e leggere altre recensioni direttamente qui.

 

 

Restate connessi per ulteriori recensioni su opere Tunué come Rovine.

29.90
9.3

Rovine

9.3/10

Commenti

Commenti

About the author

Davide Grasso