Yu-Gi-Oh! Master Duel, La Recensione

Konami ritorna con un nuovo gioco free-to-play su console, PC e mobile

Yu-Gi-Oh! MASTER DUEL
Konami

Yu-Gi-Oh! Master Duel: La Recensione del nuovo free-to-play di Konami

Nel corso degli anni dal 1998 ad oggi, di giochi tratti da Yu-Gi-Oh! ne sono usciti veramente tantissimi e Konami che ne possiede i diritti, sa benissimo che nonostante tra alti e bassi, titoli più riusciti ed altri meno, il franchise rimane una colonna portante della software house nipponica, che difatti insieme all’ex Pro Evolution Soccer mantiene costantemente attiva vista l’enorme fetta di fan al loro seguito. E proprio con l’inizio del nuovo anno, dopo l’insuccesso di eFootball 2022, Konami ha deciso di riprovarci e ha esordito il 19 gennaio con il suo nuovo gioco free-to-play, Yu-Gi-Oh! Master Duel. Nonostante sia un appassionato della serie animata Yu-Gi-Oh! – Duel Monster uscita su Italia 1 nel 2001, nella mia vita videoludica non mi ero mai avvicinato ad un titolo del franchise ispirato dal manga di Kazuki Takahashi, ma questa volta con l’uscita di Yu-Gi-Oh! Master Duel, tra la curiosità e la voglia di provare per la prima volta un titolo di questo brand, finalmente mi sono deciso e mi sono lanciato nella mischia anche io nella sua versione per PlayStation 4 Pro. Quindi preparate i vostri mazzi e siate pronti a scatenare il vostro Drago Bianco Occhi Blu o il Mago Nero. Ecco la recensione di Yu-Gi-Oh! Master Duel.

Avviato il gioco, che ricordo necessita obbligatoriamente di una connessione internet e scelta la lingua preferita (tra cui l’italiano), ci troveremo dinanzi ad un breve questionario per capire le nostre abilità e conoscenza del franchise. Una volta finito inizierà un tutorial per imparare le basi del gioco che poi ci porteranno alla scelta del nostro mazzo iniziale tra tre disponibili. Per quanto riguarda i tre deck che potremo scegliere, avremo Potere del Drago, Synchro dell’Unità Generazione Link, che ci doneranno 40 carte nel Main Deck e 5 per l’Extra Deck. Scelto il nostro mazzo ci troveremo finalmente nel menù principale, dove potremo rispondere ad un altro questionario inerente al sistema di gioco e varie impostazioni, in modo da aiutare in futuro Konami nell’apportare migliorie al titolo. A mio avviso, consiglio di rispondere alle domande solo dopo aver esplorato e giocato un po’ il titolo. Usciti dal questionario, ritorneremo nel menù di gioco che si presenta molto chiaro, semplice e ben delineato. Dando uno sguardo, sulla nostra sinistra troveremo le quattro voci principali del titolo: Duel, dove troveremo i combattimenti online, Deck, una sezione dove modificare i nostri mazzi e creare carte, Solo, che contiene Modalità Storia, Tutorial e Allenamento e Shop, ovvero il Negozio del gioco dove comprare pacchetti con svariate categorie di carte, gemme e oggetti estetici.

Oltre a queste voci, troveremo anche il banner con il nostro profilo in cui potremo modificarne dati e aspetto di gioco, le mail con le news degli sviluppatori, le missioni giornaliere in cui otterremo gemme e molto altro, la casella dei regali, la lista dei nostri amici e il Sottomenù con le impostazioni e info del gioco. In ultimo in basso a destra troviamo anche la finestra Topics con news e reminder del gioco ed infine il Duel Pass. Nello Shop (il negozio del gioco), potremo acquistare Structure Deck, svariati pacchetti in offerta e oggetti grazie alle gemme ottenute nel gioco o acquistabili anche separatamente grazie ai nostri soldi reali. Oltre alle bustine per ampliare il nostro deck, avremo anche la possibilità di acquistare accessori come l’assistente di gioco che ci affiancherà durante le nostre partite, le skin del terreno di duello, la skin del nostro mazzo e l’icona che avrà il nostro banner. Infine sempre qui, grazie alle gemme ottenute giocando, potremo acquistare il Duel Pass senza spendere i nostri soldi e che ci garantirà livellando, ricompense e carte preziose per completare il nostro deck.

Versione testata su PlayStation 4 Pro

Andando sulla voce Deck invece troveremo la possibilità di visualizzare fino a 20 mazzi possibili che potremo scegliere e comporre durante la nostra avventura con un massimo per ogni mazzo di 60 carte nel main deck e 15 nell’extra deck . Tra le altre cose grazie alla ricerca tra i Deck pubblici, che ho trovato veramente utile soprattutto per un giocatore alle prime armi, potremo cercare miriadi di mazzi già composti da altri utenti per vedere quali carte ci mancano per ultimare il nostro deck e scegliere il mazzo a noi più congeniale. Sempre qui oltre a visualizzare il nostro mazzo, potremo modificare e generare carte per il nostro deck, dove scomporre una carta in eccesso, ci darà modo di ottenere CP (Craft Point) a seconda della rarità della carta per poi generarne una a noi mancante. Inoltre ci sarà anche la funzionalità “Scomponi le carte selezionate” che ci permetterà di scomporre quattro o più carte contemporaneamente in modo da accelerare il procedimento e non dover scomporre una carta alla volta.

Yu-Gi-Oh! MASTER DUEL
Data di uscita
19/01/2022
Sviluppato da
Konami
Distribuito da
Konami
Piattaforme
PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Nintendo Switch, Xbox Series X/S, Android, iOS e PC
Versione testata su
PlayStation 4 Pro
Genere
Free-to-play
Il nostro Punteggio
8
Presa confidenza con il menù, ho deciso di iniziare la modalità Solo, una delle due voci che ci permetterà di imparare i vari deck, le carte e il sistema di gioco. Il mio consiglio soprattutto per i neofiti del franchise è quello di cimentarsi prima in questa modalità, dove oltre ad essere fatta veramente bene, spiega al meglio come approcciarsi al gioco, alle strategie e a diverse tipologie di carte. Questa voce inoltre è anche la modalità Storia, dove ci viene racconta la lore di diversi archetipi grazie ad una narrazione composta da immagini statiche e da brevi testi che ci presenteranno e spiegheranno in maniera concisa lo scenario che stiamo affrontando. In questi scenari dovremo affrontare diverse sfide che richiederanno un obiettivo specifico da raggiungere sia con un deck donatoci in prestito, sia con il nostro con l’aggiunta delle carte che otterremo dalle prove superate. Questa modalità inoltre è molto utile perché ci permetterà di conoscere e approfondire in maniera più ampia il mondo di Yu-Gi-Oh! oltre che alla fine ci ripagherà con diverse gemme, carte ed interi mazzi da testare sul campo. Il mio consiglio quindi è quello di cimentarsi prima nelle svariate sfide, perché non solo otterremo ricompense, ma soprattutto perché impareremo anche a concatenare diverse carte l’una con l’altra, evocare carte speciali e molto altro che saranno utilissimi durante i duelli online contro duellanti più esperti.

Entrati nel terreno di gioco con il nostro Deck una volta che la monetina virtuale sceglierà chi inizierà il turno, saremo nel cuore pulsante del gioco, il Duello. Inizieremo la partita con cinque carte casuali pescate dal nostro mazzo e troveremo l’interfaccia di gioco che presenterà il nostro deck sulla destra mentre l’extra deck alla nostra sinistra, con poco più sopra il nostro assistente animato che in base alla partita esulterà o si dispererà in caso di perdita di Life Points (LP). Proprio i LP li visualizzeremo in basso a sinistra assieme al nostro avatar, mentre in alto sempre sulla nostra sinistra avremo il pulsante per attivare le impostazioni di gioco con il touchpad. Inoltre premendo il tasto L3 avremo modo di visualizzare le info su tutto ciò che vedremo sul campo di battaglia, mentre con il tasto Option apriremo un menù a tendina con tutto il recap dei turni per non perderci nessun passaggio. Nel campo di battaglia invece avremo diversi tasselli dove potremo posizionare nella parte più bassa massimo cinque carte magie/trappola e nella parte sopra cinque carte mostro. A chiudere troviamo il tassello dove potremo inserire le carte Link che andremo ad evocare, il cimitero dove finiranno i mostri sconfitti e la casella con le Magie Terreno (delle magie che perdurano durante tutto il duello). Tra le varie fasi, quando sarà il nostro turno, con il tasto quadrato potremo attivare le diverse azioni di gioco che troveremo scritte sulla nostra destra (poco sopra il cimitero). Qui avremo come prima fase dopo aver pescato una carta dal mazzo, Main 1, dove potremo posizionare le varie carte magie/trappola (se ne avremo) e 1 mostro di livello 4 in fase di attacco o difesa in base alla nostra preferenza e strategia. Subito dopo attivando Battle, a meno di non essere i primi ad iniziare, avremo modo di attaccare l’avversario che se non avrà carte mostro sul terreno, salvo sorprese con qualche carta magia/trappola perderà direttamente i propri LP. Una volta terminato l’attacco come prossimo passaggio ci sarà Main 2 per evocare determinati mostri o magie se ne avremo la possibilità, per poi concludere il nostro turno con l’azione End che darà modo al nostro avversario di replicare. Per concludere la partita o bisognerà portare i LP dell’avversario a zero oppure uno dei due potrà arrendersi concludendo prima il duello nelle impostazioni attivabili con il touchpad. Infine a differenza della modalità Solo, in quella online troveremo un timer sulla nostra sinistra affianco al nostro assistente che determinerà il tempo per ogni azione e che sarà settato a 480 secondi.

Una volta presa dimestichezza e imparato le funzionalità principali del gioco grazie alla modalità Solo, mi sono cimentato nella modalità Duel, che mi ha permesso di affrontare vari duellanti sparsi nel mondo. In questa modalità troveremo tre voci principali: la Partita Classificata dove potremo cercare duelli contro altri utenti per scalare la classifica e che ci daranno modo di ottenere premi in base al nostro rango, la Stanza Duelli, in cui potremo creare una sala con le nostre regole per giocare con i nostri amici, entrare in una sala pubblica o assistere solamente come spettatori, e infine gli Eventi, che ospiteranno i Tornei a tempo limitato e con regole speciali.

Nelle partite classificate partiremo dal livello Rookie Tier 2, dove ogni rango successivo ha il proprio set di cinque Tiers che ci porteranno grazie alle vittorie a scalare le classifica attraverso i vari ranghi successivi come Bronze, Silver, Gold e Platinum. Ovviamente la sconfitta durante i duelli online dal rango Bronze in poi, potranno invece comportare alla retrocessione del Tier precedente. Le partite classificate inoltre saranno disponibili per un determinato lasso di tempo (Stagioni) prima che tutti i ranghi vengano ripristinati per poi ripartire nuovamente da capo. In ultimo ma non meno importante, potremo anche salvare i replay delle nostre partite, che potremo rivedere in qualsiasi momento per vedere le nostre azioni. Questa funzione l’ho trovata parecchio utile, soprattutto perché ci consentirà di studiare al meglio i nostri punti di forza o quelli deboli e studiare le tecniche e le peculiarità dei mazzi avversari.

Comparto Tecnico e Sonoro

Per quanto riguarda il comparto tecnico del gioco, ho trovato veramente ottimo il lavoro svolto da Konami. A livello estetico il gioco si presenta molto piacevole, dove ho trovato un menù molto semplice da navigare e ben delineato nelle sue voci. Anche i vari tutorial completamente in lingua italiana, sono stati creati ottimamente e soprattutto ho trovato le sue voci molto chiare e semplici da seguire anche per un neofita del gioco come me. Proprio a livello grafico il titolo di Konami mostra una cura minuziosa anche nei piccoli dettagli visivi e nella tavola dei colori, che ne ampliano ancor di più la bellezza e i toni della veste grafica, come ad esempio quando il campo di gioco sviluppato in 3D vede subire scossoni o il deterioramento del terreno con diverse animazioni quando perderemo o faremo perdere i Life Points. Infine per quanto riguarda il comparto grafico, ho trovato anche le animazioni del nostro assistente e i vari menù di gioco molto belli da vedere, ma soprattutto penso che Konami abbia fatto un bellissimo lavoro sulle varie evocazioni delle carte speciali che sono state rese in maniera ottimale dalla software house nipponica con brevissime scene di intermezzo molto suggestive e ben animate. Riguardo il comparto sonoro, anche qui il lavoro svolto dagli sviluppatori è assolutamente promosso, grazie a brani che si incastrano bene e che si adattano perfettamente alle varie situazioni di gioco. Soprattutto durante i duelli, i brani si amalgamano perfettamente alla tensione e alla velocità dello scontro, soprattutto nelle fasi finali trasmettendo quel senso di adrenalina che si sente quando ci si avvicina alla sconfitta o alla vittoria. Ancora più notevole ho trovato il lavoro svolto con la traduzione delle tantissime carte, dei vari tutorial e menù, che come avevamo già detto, sono completamente in italiano e in tantissime altre lingue disponibili. Infine anche la parte online l’ho trovata molto fluida per quanto riguarda la ricerca di avversari che già dopo una manciata di secondi sui 30 impostati dal timer, troverà immediatamente un avversario. Unica nota dolente che ho trovato per ora, va solo sui turni durante i duelli online che grazie al concatenamento di varie magie e mostri, a volte bisognerà attendere anche per tre minuti il proprio turno arrivando a sfiancare leggermente ed allungare i duelli per parecchio tempo.

A mio avviso Yu-Gi-Oh! Master Duel è sicuramente un gioco ben fatto e nonostante sia un novizio, non ho avuto problemi particolari nell’iniziare a giocare e imparare le regole grazie all’ottimo lavoro svolto da Konami. Con l’interfaccia dei duelli ben curata e con tantissimi deck che arrivano fino a 10.000 carte disponibili, il free-to-play della software house nipponica offre sicuramente un validissimo titolo e che nonostante le microtransazioni per acquistare pacchetti (cosa che inizialmente spaventava gli utenti), per comporre tanti mazzi e carte basterà solamente giocare senza per forza essere costretti a shoppare. Secondo il mio punto di vista, questo è sicuramente un punto di forza del titolo che permette così a tutti di giocare e crearsi a proprio piacimento il deck dei sogni. A conti fatti, Yu-Gi-Oh! Master Duel è un titolo che ho trovato piacevole e divertente da giocare e che sicuramente nonostante non sia il mio genere prediletto, mi intratterrà ancora in tantissimi duelli. Il gioco di Konami difatti offre sia ai fan che a chi si affaccia per la prima volta, un titolo aperto a tutti, fluido e piacevole da giocare e che sicuramente nel prossimo futuro si evolverà ancora grazie a tornei organizzati online con premi, nuove carte e oggettistica varia. Chicca graditissima è certamente la modalità storia che è sicuramente da valutare come un’aggiunta per niente scontata in un gioco free-to-play dove è l’online a farla da padrona. Se il titolo rimarrà con queste basi iniziali dove le microtransazioni non influiranno troppo sul gioco, vedo assolutamente un futuro ancor più radioso e longevo per questo free-to-play che a differenza di eFootball è partito alla grandissima raggiungendo il traguardo record di quattro milioni di download solamente nella prima settimana e con tantissimi fan che lo inneggiano già a gran voce come il titolo definitivo del franchise. Quindi se siete fan di vecchia data o solamente gamer curiosi alle prime armi, il mio consiglio è di buttarvi a capofitto su questo titolo, perché Yu-Gi-Oh! Master Duel vi permetterà di divertirvi e imparare in pochissimo tempo le basi di gioco, ergo non abbiate paura o non arrendetevi al primo ostacolo, ma anzi come diceva la sigla cantata da Giorgio Vanni “cerca la risposta nel tuo cuore” e vedrete che con un po’ di impegno e dedizione porterete la vittoria a casa e moltissime soddisfazioni con essa.

Vi ricordiamo che Yu-Gi-Oh! Master Duel è disponibile gratuitamente su dispositivi Android, iOS, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Nintendo Switch, Xbox Series X/S e PC.

Yu-Gi-Oh! MASTER DUEL
Yu-Gi-Oh! Master Duel
Pro
Interfacce semplici, belle e intuitive
Microtransazioni gestiste finora ottimamente
La modalità solista/storia una piccola perla
Comparto audio/visivo ottimo e livello di contenuti enorme
Contro
Nei duelli online a volte troppa attesa tra un turno e l'altro per via delle troppe combo avversarie
Da monitorare la gestione delle microtransazioni future
8
Voto