Meteors: divertirsi cercando di sopravvivere nel Giurassico – Recensione

Sopravvivere e riprodursi nel Giurassico non è mai stato così divertente e originale. Il fulcro di Meteors è una pallina che, nonostante le risate, determinerà la vostra vittoria o sconfitta.

In occasione dell’uscita di Jurassic World: Il Regno distrutto al cinema (di cui potete vedere la recensione qui), i dinosauri invadono anche le nostre case sotto forma di gioco da tavolo. Questi straordinari animali preistorici hanno, da sempre, catturato l’immaginazione di grandi e piccini ricomprendo praticamente tutti gli ambiti che vanno dalla letteratura alla cinematografia e dall’arte ai giochi. Di recente ho avuto la possibilità di provare Meteors, gioco da tavolo edito da CosplaYou, illustrato da Dany Orizio e presentato in anteprima al Modena Play. Ad un primo sguardo salterà subito all’occhio la presenza di una pallina gialla che sarà praticamente il fulcro del gioco rendendolo originale, dinamico e divertente. Passo subito alla recensione.

Materiali e componentistica

Meteors si mostra subito con una scatola ben curata e dai colori vivaci e sgargianti con un bell’effetto lucido e retinato se posto alla luce. I disegni sono in stile cartoonesco, ma molto dettagliati e belli da vedere. Certamente, a prima vista, vi catturerà anche per altri due aspetti: la dimensione e la presenza di una finestra in alto a destra dove si nota subito la pallina di plastica gialla chiamata bolide. La dimensione sembra sproporzionata rispetto al contenuto al suo interno, ma in realtà è tutto studiato perché la stessa scatola sarà usata come elemento di gioco, nonché uno dei più importanti tra di essi, ma lo vedremo successivamente. In ogni caso all’interno della scatola troviamo:

  • 1 Scatola con inserti speciali;
  • 1 Meteora (la pallina);
  • 2 Indicatori livello dell’oceano;
  • 32 segnalini Cibo;
  • 10 segnalini Onda (di cui 5 marea, 2 uovo, 1 dinosauro e 2 vuote);
  • 35 carte Dinosauro Era I;
  • 36 carte Dinosauro Era II;
  • 5 carte riassunto icone;
  • 1 carta Bolide;
  • 110 carte Cucciolo in 6 tipologie.

La qualità costruttiva generale è di ottima fattura. Tutto in cartone ad eccezione del bolide e degli indicatori di livello che sono in plastica. Da segnalare due sorprese: in primis le carte, realizzate con estrema cura sia per quanto riguarda le stampe che i disegni e qualitativamente non danno la sensazione che possano rovinarsi mischiandole. Poi la scatola e il campo di gioco che si viene a creare all’interno di essa; a prima vista potrebbe sembrare poco resistente e dalla rottura facile, in realtà dopo tante giocate non si è né deformata né rovinata merito sia di un’attenzione particolare da parte mia che, soprattutto, della qualità costruttiva. Consiglio, però, di procurarvi delle bustine di plastica (non incluse nella scatola) per conservare al loro interno sia i segnalini che le carte altrimenti le troverete sparpagliate per tutta la scatola. Questo perché, nonostante la scatola sia suddivisa in sezioni dove poter inserire tutti gli elementi di gioco al loro interno, questi sono separati da dei cartoncini che, quindi, non separano le sezioni ermeticamente e ad ogni movimento della scatola tutto tenderà a spostarsi.

Regole di gioco

Meteors è un gioco adatto ad un pubblico dai 10 anni in su con una durata media di 30 minuti e un numero di giocatori che va da 2 a 5. Le regole sono molto semplici, ma serve un po’ di tempo e qualche giocata per comprenderle appieno. Semplicità, in questo caso, coincide con tanto divertimento, e ora capirete il motivo.

  1. Si dividono le carte cucciolo formando 6 mazzetti per ogni tipologia di cucciolo e si piazzano al centro del tavolo. Sempre al centro del tavolo si posizionano i segnalini Cibo, i segnalini Onda e le carte Dinosauro prima dell’Era I e poi, in un’altra fase di gioco, dell’Era II. Queste prima vanno distribuite ad ogni giocatore (4 per l’esattezza), poi 6 vanno messe in colonna scoperte al centro del tavolo in modo tale da formare una linea divisoria e le restanti formano il mazzo di pesca.
  2. Dopodiché inizia la selezione del dinosauro in cui tutti i giocatori scelgono contemporaneamente una delle carte dinosauro tra quelle nella mano e la pongono coperta davanti a sé. Una volta scelte tutte le carte si girano e si rivela l’icona effetto importante per il proseguimento del turno. Ogni turno avrà esattamente le stesse meccaniche, cambiano solo gli effetti.
  3. In ogni carta Dinosauro vi è disegnato una meteora, un uovo, un T-Rex o la marea. In senso orario, a partire dal primo giocatore deciso con la carta Bolide, si seguono determinate fasi. Inizia chi ha giocato una carta con l’effetto T-Rex, dopodiché chi ha giocato la carta con effetto meteora e infine uova. Il primo giocatore avrà due azioni, una quella indicata dalla carta Bolide e l’altra scelta da lui stesso con la carta Dinosauro. L’effetto marea non determina un’azione da seguire, ma degli effetti che riguardano prettamente il comportamento degli altri giocatori. Infatti chi sbaglia il lancio del Bolide nella fase meteora o fa finire quest’ultima nell’acqua non solo dovrà girare un segnalino Onda in più, ma permetterà al giocatore che ha giocato l’effetto marea di prendere due segnalini cibo.
  4. Le possibili fasi sono quindi 3: Fase dei T-Rex, Fase delle Meteore e Fase delle Uova. Nella prima tutti i giocatori che hanno giocato l’effetto T-Rex devono scartare una carta Dinosauro giocata in precedenza, gli altri invece devono scartare e rimettere nel rispettivo mazzetto la carta Cucciolo in cima alla propria pila di cuccioli. Nella seconda fase chi ha giocato l’effetto Meteora, lancia la pallina verso la scatola suddivisa in 9 sezioni scegliendone, precedentemente, la difficoltà che determina l’inclinazione della scatola. Per lanciare la pallina va prima girata la prima carta del mazzo di pesca e il dinosauro uscito determinerà il modo in cui dovrà essere lanciata la meteora. I lanci si differenziano in standard e difficili, aumentando sia la complessità del lancio che le risate tra amici. In ogni caso, dopo aver lanciato la pallina si avranno diversi effetti sia se il bolide ha centrato uno spazio con un dinosauro, sia se esce fuori dalla scatola e sia se prende una zona con dell’acqua. Infine la terza fase, quella delle Uova, permette di recuperare dei cuccioli in base alle carte Dinosauro presenti sulla propria parte del terreno. 
  5. Alla fine di ogni turno i giocatori passano le proprie carte in mano al giocatore successivo in senso orario e si riparte dal punto 2. Si fa così fino a quando non si arriva ad avere una sola carta in mano, a quel punto si passa all’Era II, ma il procedimento è identico a quello dell’Era I.
  6. Al termine della partita i giocatori iniziano a contare i vari punti seguendo un procedimento particolare, chi fa più punti vince. Se si finisce in parità, vince chi sa imitare meglio un T-Rex.

Un consiglio che posso dare è di giocare a Meteors, se possibile, con il numero massimo di giocatori. L’ho giocato più volte in 2 giocatori, ma alla lunga può risultare ripetitivo e troppo semplice, ma in tanti giocatori, oltre ad aumentare la complessità e la durata, non mancano le risate durante i lanci della pallina nelle posizioni più strambe e particolari possibili.

Animated GIF - Find & Share on GIPHY

Commento conclusivo

Meteors unisce in un solo gioco da tavolo il dinamismo, il divertimento e per certi versi anche l’apprendimento soprattutto quando nelle fasi conclusive viene chiesto di fare un conteggio in base al numero di cuccioli erbivori recuperati. Credetemi, soprattutto giocato con i più piccoli, diventa anche un modo per approfondire la storia di questi particolari ed epici animali. L’inserimento della pallina è un must che non è presente in molti giochi e che lo rende davvero unico. Avrei gradito la presenza di qualche bustina per conservare gli elementi di gioco e magari una qualche differenziazione se si gioca in 2 che potesse renderlo più vivace. Nel complesso è un gioco veramente interessante che consiglio a tutti. Ringrazio CosplaYou per avermi dato la possibilità di provarlo, vi lascio il link dove poterlo acquistare e una parte della bellissima frase presente nella prima pagina del regolamento di gioco da parte del game designer Dario Dordoni: “[…] ogni gioco nasconde un significato; in questo ho racchiuso il mio desiderio di costruire una famiglia […] I veri amori resistono anche sotto una pioggia di meteoriti.”

Written by
Studente di Ingegneria Informatica che tra un libro e un altro trova sempre il tempo per un film, un fumetto o un videogioco.