Mission: Impossible – Fallout: Recensione

“Se pur assistiamo a saghe che ogni volta si protraggono nel tempo deludendo i propri fan, questo non succede con Mission impossible

Ethan Hunt è tornato! Penso che non ci stancheremo mai di veder correre, arrampicarsi e combattere Tom Cruise, come in questo suo nuovo film: Mission: Impossible – Fallout.

Trama:

A volte i fantasmi del passato possono tornare, l’IMF torna a fare di nuovo i conti con quello che ne resta della nota organizzazione terroristica nota come “Il Sindacato”.  Quest’ultima ha in mente un nuovo attacco su scala mondiale e tocca a Ethan Hunt (Tom Cruise) assieme alla sua squadra (Alec Baldwin, Simon Pegg, Ving Rhames) sventare i loro piani. Come se non bastasse la CIA affida alla squadra un loro super visore dell’operazione (Henry Cavill), di cui Ethan non si fida. 

Questa volta Christopher McQuarrie si è davvero superato, di questi tempi non è facile tenere uno standard di qualità elevata per quanto riguarda numerosi capitoli di una saga ,ormai ventennale, come Mission Impossibile. Quest’ultimo capito realizzato , ha un che di nuovo, nonostante mantenga il classico sapore di quello che può essere un normale film d’azione. Molto buono l’inserimento di personaggi sia vecchi che nuovi in questo film, il quale non stona sotto questo aspetto, anzi rende la trama ancor più fitta e riesce a incastrare alla perfezione tutti i pezzi della storia passata. Una particolare lode anche alla fotografia, sappiamo quanto possa essere fastidioso per alcuni “l’effetto green screen”, qui invece le riprese sono fluide e molte delle quali, possono vantare paesaggi spettacolari ripresi dal vivo. Senza dimenticare l’inconfondibile colonna sonora che rende il tutto ancora più coinvolgente.

Inoltre Tom Cruise non ci ha deluso nemmeno questa volta, sappiamo quanto lui prenda molto seriamente il suo lavoro. Anche per la realizzazione di questo film non ha voluto usare contro figure, (ricordiamo che durante le riprese girando una scena acrobatica si ruppe una caviglia e ci fu uno stop di 3 mesi).

Una delle scene più belle, in cui vede il nostro protagonista lanciarsi da un aereo, venne girata ben 97 volte, per farci capire quanto Cruise sia minuzioso nel ricercare l’inquadratura perfetta. Nessun attore fa quello che fa lui, in Fallout pilota personalmente un elicottero durante un inseguimento tra due elicotteri e si lancia con il paracadute da un altezza di 10000 metri (il cosiddetto HALO jump). Nonostante i suoi 55 anni continua ad avere una preparazione atletica invidiabile a chiunque! 

Si conferma in ottima forma anche Henry Cavill, questa volta Superman passa dalla parte dei cattivi, questo ruolo di agente spietato della CIA si addice bene a Cavill. L’attore britannico riesce a costruire il personaggio in maniera eccelsa, possiamo dire che è il classico “duro a morire” che metterà i bastoni tra le ruote a Tom Cruise. A Cavill è piaciuto così tanto il mondo cinematografico dello spionaggio che in una recente intervista ha espresso il desiderio di essere il nuovo James Bond. Potrebbe prendere una nuova strada la sua carriera? 

Commento finale: 

Il film funziona davvero bene, un mix perfetto tra suspense, azione e il carisma dei protagonisti. Un grande complimento a  Christopher McQuarrie, che riesce con un ennesimo capitolo a tenere alto il ritmo della saga e addirittura superare i suoi predecessori! 

Voto finale: 8,5 

 

Ricordiamo che il film uscirà nelle sale italiane il 29 agosto 2018

Mission: Impossible Fallout

8.5

Mission: Impossible Fallout

8.5/10

Pros

  • Pura Adrenalina
  • Trama intrigante
  • non ci si annoia nemmeno per un secondo
  • Tom Cruise non delude nemmeno questa volta

Cons

  • non c'è un' evoluzione del personaggio protagonista