Bohemian Rhapsody: tutti gli errori storici presenti nel film

Bohemian Rhapsody è un film che dona leggendarietà ad un gruppo memorabile. Purtroppo non è esente da errori e da licenze poetiche poco chiare.

Da qualche giorno nei cinema italiani è presente Bohemian Rhapsody, film pseudobiografico sulla vita di Freddie Mercury e sul successo dei Queen. Il film è uscito in Italia quasi un mese dopo dal lancio negli Stati Uniti, ma il successo è comunque notevole in tutto il mondo. Bohemian Rhapsody, però, fin dal suo annuncio e dalla sua produzione, ha destato parecchio clamore ed è stato accompagnato da numerose controversie che hanno portato al licenziamento del regista Bryan Singer poche settimane prima della fine delle riprese e alla sostituzione con Dexter Fletcher (che non compare nei credits). A far discutere sono anche le numerose licenze poetiche rispetto alla vera vita di Freddie Mercury e all’attività dei Queen, molto probabilmente dovute alla volontà di Brian May e Roger Taylor, produttori esecutivi del progetto, di presentare un film pulito e lineare che “divinizzasse” la band.

È giusto, però, in memoria di Freddie Mercury e per l’importanza della storia descrivere tutti gli errori, le imprecisioni, le omissioni e le invenzioni che sono presenti nel film. Film che risulta, in ogni caso, di pregevole fattura, coinvolgente e appassionante, ma che spesso segue dei binari tutt’altro che giusti e credibili.

L’articolo contiene, inevitabilmente, spoiler!

1. L’incontro con gli Smile

Il film inizia quasi subito con due inesattezze. Partiamo con la prima: si nota un giovane Mercury lasciare casa per andare a divertirsi in un pub dove, quella sera, suona un gruppo chiamato Smile. Al termine del concerto Freddie decide di andare a parlare con la band, ma trova vicino al furgoncino da loro usato solo May e Taylor, ovvero il batterista e il chitarrista sia degli Smile che del futuro leggendario gruppo. Mercury si avvicina e, dopo essersi complimentato per l’esibizione, li convince a prenderlo come nuovo cantante dopo la defezione di Tim Staffel. Nel film Mercury è un ragazzo sconosciuto che si trova in quel pub per caso, nella realtà già suonava in una band nota come Ibex e conosceva molto bene i membri di Smile perché lui e Staffell frequentavano lo stesso istituto d’arte nel 1969, un anno prima della scena mostrata nel film, e i quattro furono coinquilini prima dell’allontanamento di Staffel. Inoltre Mercury non attese l’allontanamento del cantante, ma importunò May e Taylor per mesi interi anche con la consapevolezza che il cantante fosse suo amico.

2. Mary Austin

Sempre nella stessa scena, prima che Freddie incontri i membri della band, nel corridoio che porta all’uscita incontra Mary, colei che diventerà la sua compagna, migliore amica e confidente. Nel film sembra che Mary sia una semplice fan degli Smile. In realtà Mary e Mercury si conobbero in un secondo momento poiché lei era la ragazza di Brian May e Freddie le chiese di uscire solo quando si assicurò che tra lei e May fosse tutto finito. Inoltre, Mary Austin iniziò a seguire la band solo dopo essersi messa con Freddie e il loro particolare rapporto non arrivò mai al periodo di crisi mostrato nella seconda parte del film, perché Mary aveva capito subito che Mercury non fosse etero.

3. John Deacon

Subito dopo questi fortuiti incontri, nel film si osserva il primo concerto della nuova band e si vede la presenza del bassista solo nel primo concerto del 1970, ma in realtà fu il quarto ad occupare questa posizione. Deacon, inoltre, ha una presenza molto ristretta nel film rispetto ai colleghi e da molti questa cosa è stata vista come una rivalsa di May e Taylor nei suoi confronti. Questo perché, a differenza dei due colleghi, John Deacon ha sempre ammesso che secondo lui i Queen sono morti insieme a Freddy Mercury e questo è stato uno dei motivi del suo abbandono nel 1997.

4. Seven Seas of Rhye

La neo band Queen decise di farsi conoscere incidendo un album e nel film si vede come per far questo preferiscono vendere addirittura il loro unico mezzo di locomozione. Nel film si vede che il primo album è Seven Seas of Rhye, ma è del 1974, e più precisamente di Queen II, il secondo album della band quando i Queen erano già sotto la etichetta discografica EMI. Solamente l’introduzione famosa al pianoforte venne registrata durante i lavori per il primo album, ovvero Queen. Rhye, per curiosità, era il bellissimo mondo immaginario che Freddie sognava da bambino, e per questo si può associare a My Fairy King, di cui si sente sempre qualche nota nel film.

5. John Reid

John Reid, come si intuisce anche nel film, era il manager della EMI che curava anche i progetti di Elton John. Quando scelse di far firmare un contratto ai Queen, loro stavano fallendo economicamente a causa dei fratelli Sheffield, ma erano già molto famosi, e non in cerca di successo come viene mostrato nel film. Già Killer Queen e Sheer Heart Attack erano andati nella top 10, e in Giappone erano già considerati una stella nascente della musica, e proprio nelle terre orientali era già nata la cosiddetta Queenmania. Un altro errore a suo discapito, questo molto grave, è il licenziamento da parte di Freddie Mercury stesso per avergli proposto una carriera da solista che avrebbe distrutto la band, ma in realtà Reid se ne andò di sua spontanea volontà, e senza rancore, nel 1977.

CONTINUA NELLA PROSSIMA PAGINA!

Page 1 of 4Next
Avatar
Written by
Studente di Ingegneria Informatica che tra un libro e un altro trova sempre il tempo per un film, un fumetto o un videogioco.