AUKEY KM-G12: la tastiera da gaming professionale, ma economica – Recensione

L’AUKEY KM-G12 stupisce per molte caratteristiche e con un prezzo fortemente concorrenziale diventa immediatamente un best-buy per tutti coloro che si approcciano al gaming.

AUKEY è un’azienda high tech cinese che abbiamo ampiamente potuto conoscere in questi ultimi anni e che sta dimostrando sempre più di essere fiore all’occhiello per quanto concerne il segmento economico del settore. La società si è fatta strada con qualsiasi produzione che va dai caricabatterie per smartphone e powerbank a cuffie e dash cam. In questi anni di crescita, AUKEY ha compiuto numerosi sforzi per rientrare anche nel mercato del PC gaming con periferiche di ottima qualità a prezzi economici. Recentemente è stata lanciata la nuova linea dedicata esclusivamente al gaming e l’oggetto di questa recensione è la nuova tastiera AUKEY KM-G12.

Scheda tecnica

La rivoluzione parte dalla confezione di vendita

Qualche tempo fa abbiamo potuto testare la prima tastiera da gaming dell’azienda, ovvero la tastiera meccanica AUKEY KM-G6, ma le differenze adesso sono davvero sostanziali già a partire dalla confezione di vendita. È stato abbandonato il cartone riciclato a favore di una scatola più premium sia nella realizzazione che nella grafica. Quest’ultima, infatti, riprende lo stile adoperato per i prodotti di categoria superiore realizzati dall’azienda e pertanto, come abbiamo già visto per altri dispositivi, presenta una colorazione grigia scura con delle stampe in alta definizione del prodotto presente all’interno. Per differenziarsi dagli altri dispositivi premium e sottolineare maggiormente il fatto che si tratta di un accessorio per il gaming, AUKEY ha deciso di realizzare un marchio apposito che si discosta dall’iconica chiave e di colorare i bordi della scatola di giallo a differenza del total-grey degli altri prodotti.

Una volta aperta la scatola troviamo la protagonista di questa recensione, la AUKEY KM-G12, insieme alla garanzia e al libretto delle istruzioni. La prima è una classica tastiera retroilluminata a LED con 105 tasti standard progettata per emulare tastiere più costose che utilizzano gli interruttori MX Blue di Cherry. Infatti, anche in questo caso, invece di lanciare una collaborazione molto costosa con Cherry, AUKEY ha deciso di utilizzare gli switch blu di Outemo e il risultato finale sono un feeling e un suono pressoché identici al concorrente più blasonato. L’intera scheda è poi illuminata utilizzando un set completo di LED RGB arcobaleno con 16.8 milioni di colori che aiutano a rendere la tastiera sia luminosa che bella da vedere. A differenza della KM-G6, questa volta l’illuminazione è incredibilmente brillante e molto bella da vedere. Inoltre AUKEY ha deciso di abbandonare la struttura in plastica a favore di uno chassis in alluminio che presenta in mezzo una striscia di LED RGB che copre l’intero perimetro e dona uno stile unico e originale per il marchio. 

La qualità costruttiva inoltre è ottima e robusta e permette di avere un design solido e compatto senza troppi fronzoli o esagerazioni. Ogni tasto, ad esempio, ha un peso considerevole e presenta oscillazioni minime da un lato all’altro e ciò dimostra l’ottima qualità costruttiva della tastiera. La tastiera è dotata di tasti funzione, significa che per attivarli è presente il tasto FN nonché il 105esimo, ma di questo ne parliamo più avanti. Infine parlando di dimensioni, la tastiera misura 433×126×37mm per un peso di appena un chilogrammo. Purtroppo, però, a differenza della KM-G6, nella confezione di vendita non è presente il gancio per staccare i tasti ed è una mancanza che non riusciamo a comprendere poiché risulta fondamentale per la pulizia della tastiera o l’eventuale sostituzione di tasti danneggiati.

Tante personalizzazioni e funzionalità

Dal lato delle funzionalità la AUKEY KM-G12 mi ha piacevolmente stupito per la sua semplicità di utilizzo, reattività, funzioni secondarie davvero comode e la risoluzione dei problemi presenti nella “sorella” minore. Parto innanzitutto dalla possibilità di scegliere l’illuminazione che più si preferisce attraverso proprio il tasto FN. AUKEY ha deciso di inserire ben 12 effetti luminosi ognuno di essi personalizzabili con 7 impostazioni di colore e 7 impostazioni di illuminazione. Oltre agli effetti luminosi è anche possibile personalizzare l’illuminazione dei tasti a proprio piacimento attraverso la selezione manuale dei tasti con la possibilità di scegliere il colore più gradito premendo il relativo tasto fino al raggiungimento del colore desiderato. Inoltre è anche possibile scegliere tra ben 5 effetti luminosi da gaming, ognuno ispirato ad una serie di giochi diversi ovvero FPS, CF, COD, LOL e giochi di corse. Ovviamente può essere scelta a proprio piacimento anche la colorazione della fascia di LED inclusa nella scocca, ma purtroppo manca la possibilità di coordinare questa illuminazione con quella dei tasti. Resta inoltre lo sgradevole difetto dell’illuminazione dei tasti che non è montata sull’interruttore, ma sulla base della tastiera e ciò porta ad una mancata illuminazione totale del tasto. Nei tasti dove sono presenti più elementi come ad esempio le lettere accentate, alcuni elementi non saranno illuminati.

Entrando più nello specifico, la tastiera propone un ingresso USB 2.0 da 5V 200 mA ed è compatibile con i sistemi operativi Windows e Mac OS. Trattasi di una tastiera dedicata al mondo multimediale, non potevano mancare le varie combinazioni di tasti per accedere rapidamente a delle feature. Più nello specifico, tramite il pulsante Funzione possiamo, ad esempio, aprire il lettore multimediale con la combinazione FN + F1, avviare l’app Calcolatrice con FN + F11, gestire la riproduzione musicale con i pulsanti FN + F4 fino a F8 oppure bloccare il pulsante Start durante una sessione di gioco con la combinazione FN + Windows. In ogni caso, sul manuale delle istruzioni è possibile trovare tutte le combinazione di tasti possibili. L’AUKEY KM-G12 è anche dotato di tecnologia anti-ghosting e una qualità tecnica e software garantita da G-aim Control Center.

Si tratta di una tastiera meccanica, ma non molto rumorosa e quindi consigliata anche per coloro che la utilizzano spesso per scrivere. La AUKEY KM-G12 offre un’esperienza di digitazione nettamente migliore a qualsiasi altra tastiera venduta allo stesso prezzo. Per quanto riguarda i giochi i tasti sono incredibilmente reattivi in qualsiasi situazione. Sia che vogliate giocare a titoli di corse o a picchiaduro, questa tastiera sarà la vostra fedele compagna di giochi. L’illuminazione RGB personalizzata in base al gioco che state giocando è un interessante bonus. Corretto anche il problema del rollover, ovvero il piccolo input-lag che si presentava durante la digitazione di più tasti velocemente o contemporaneamente soprattutto durante lunghe sessioni di gioco.

CONSIGLIO ASSOLUTAMENTE L’ACQUISTO, RINGRAZIO AUKEY PER AVERMI DATO LA POSSIBILITÀ DI PROVARE QUESTA FANTASTICA TASTIERA E VI LASCIO AL LINK DI ACQUISTO AMAZON.

Summary
La nuova proposta di AUKEY per il gaming si è rivelata davvero incredibile. Ottima qualità costruttiva, design e illuminazione splendida e incredibile reattività. Una tastiera assolutamente consigliata per coloro i quali vogliono approcciarsi al gaming su PC senza spendere cifre esorbitanti. Peccato per l'illuminazione non completa dei tasti e per l'assenza di un gancio separatore, ma sono compromessi che possono essere accettati senza particolari problemi.
Good
  • Buon feeling dei tasti e input-lag nullo
  • Pregevole costruzione e robustezza
  • Prezzo
  • Ottima colorazione e illuminazione...
Bad
  • ...ma il LED montato sulla scocca non garantisce un'illuminazione totale dei tasti
  • Manca il gancio separatore per i tasti
9
Fantastico
Giovanni Arestia
Written by
Ingegnere informatico che tra un libro e un altro trova sempre il tempo per un film, un fumetto o un videogioco.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>