Canto di Natale di Topolino arriva a Dicembre su Disney+

Mancava ancora un pezzo di storia dalla libreria streaming di Disney+: direttamente dal 1983, arriva infatti il Canto di Natale di Topolino, nel mese di Dicembre, sotto appunto le festività natalizie.

Come data ancora non c’è nulla di certo, ma si sa che in Francia dovrebbe arrivare sulla piattaforma il 4 Dicembre, data tra l’altro della disponibilità gratuita del live-action Mulan.

Canto di Natale di Topolino (Mickey’s Christmas Carol) è un cortometraggio animato del 1983 diretto da Burny Mattinson, facente parte della serie Mickey Mouse, prodotto dalla Walt Disney Productions e uscito per la prima volta nel Regno Unito il 20 ottobre 1983, distribuito dalla Buena Vista Distribution Company. È tratto ovviamente dal racconto di Charles DickensCanto di Natale (1843), con Topolino nel ruolo di Bob Cratchit e Paperon de’ Paperoni in quello del suo omonimo e ispirazione Ebenezer Scrooge (“Scrooge McDuck” è infatti il suo nome originale).

Il film fu nominato per un Oscar al miglior cortometraggio d’animazione ai Premi Oscar 1984, ma perse a favore di Sundae in New York. Era la prima nomination per un cortometraggio di Topolino da Topolino e la foca (1948).

Nella versione italiana, esistono due doppiaggi del corto. Il primo venne eseguito dalla Royfilm su testi di Roberto De Leonardis e diretto da Franco Latini. Il film venne poi ridoppiato per la sua trasmissione su Rai 2 nel dicembre 1990, come successo per molti altri corti Disney (e da allora venne utilizzato solo il ridoppiaggio). Il ridoppiaggio, eseguito sempre dalla Royfilm (con le voci del Gruppo Trenta) sugli stessi testi del precedente (ma con alcune modifiche), viene considerato migliore per la qualità delle interpretazioni e le voci più calzanti e probabilmente sarà quello utilizzato su Disney+. Esso però non è integrale: non sono stati ridoppiati, infatti, i primi due minuti e dieci secondi del film (il nuovo doppiaggio inizia quando Scrooge ricorda Marley davanti alla porta dell’ufficio), così come i 35 secondi finali dove viene ripresa la canzone dei titoli.