Il Marvel Cinematic Universe potrebbe avere film dell’orrore in futuro

Blade
©Marvel / New Line Cinema

Marvel ha esplorato numerosi generi per il Marvel Cinematic Universe, ma l’orrore è uno di quelli che attualmente manca e nonostante la presente di Dottor Strange abbia presentato l’opportunità, l’azienda ha deciso di focalizzarsi su radici più fantasy. Il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, comunque non esclude la possibilità di fare uno o due film dell’orrore. Per questo Feige è stato intervistato da ComicBook.com per sapere se personaggi come l’Uomo-Cosa, Blade o altri potranno mai avere futuro all’interno del Marvel Cinematic Universe.

Marvel
©Marvel / Disney

“Mi piacciono entrambi quei personaggi che hai nominato [Si riferisce appunto all’Uomo-Cosa e a Blade, ndr], e credo, di nuovo, l’orrore può significare un sacco di cose. Horror, intendi un film come Non aprite quella porta od Hostel, oppure un Venerdì 13 od un Poltergeist? Poltergeist è più nelle mie corde, è un film fantastico e mi ha spaventato moltissimo, ma anche divertito. Non saprei, certamente mi piacerebbe giocare con il maggior numero di generi possibili.”

Blade
©Marvel / New Line Cinema

Feige ha inoltre insistito sul fatto che la lista di film della Marvel dopo Avengers: Infinity War deve ancora essere annunciata per una buona ragione, quindi possiamo sperare di vedere nuovi eroi e forse un leggero cambio di rotta da quello che è stato fino l’universo dei supereroi Marvel. Intanto aspettiamo con trepidazione Avengers: Infinity War, che arriverà il 25 aprile 2018 in Italia e che vede nel cast: Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Scarlett Johansson, Jeremy Renner, Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautisa, Bradley Cooper, Vin Diesel, Pom Klementieff, Karen Gillan, Benedict Cumberbatch, Tom Holland, Sebastian Stan, Chadwick Boseman, Paul Rudd, Benedict Wong, Letitia Wright, Danai Gurira, Winston Duke, Tom Hiddleston, Tessa Thompson, Benicio Del Toro, Tom Vaughan-LawlorTerry Notary, Carrie CoonJosh Brolin.

Fonte