The Batman: Matt Reeves vuole cambiare i toni del film per renderlo diverso dagli altri Batman

The Batman

“The Batman sarà un film su Batman che ha la possibilità di essere qualcosa di diverso e umanista e che può usare le metafore del genere”.

Durante la promozione della nuova serie Amazon Prime Video Tales from the Loop, il regista Matt Reeves ha smentito le voci che riferivano di una presunta parziale riscrittura di The Batman, ma ha comunque ammesso di voler rivedere i toni del film durante questa più o meno lunga pausa forzata di ogni produzione.

Matt Reeves ha annunciato di aver già girato più del 25% di The Batman prima che l’emergenza sanitaria obbligasse a fermare le riprese e adesso dopo due mesi il film è bloccato nelle riprese che dovrebbero tenersi a Londra. Per questo motivo sono anche iniziati i rumor che vedrebbero il regista impegnato a scrivere alcune parti della storia. In un’intervista il regista ha smentito ufficialmente la riscrittura di una storia su cui lavora da due anni, ma ha affermato di non aver ancora montato quanto girato finora perché vorrebbe cambiare il tono della pellicola. Queste le sue parole:

“Succede tutte le volte che si gira qualcosa. Accadono cose che non ti aspettavi, incidenti felici, sorprese: è qualcosa che è vivo. Le sfide stanno nello scoprire il tono di scene a cui non avevamo pensato che fanno da collante in alcune parti della storia. Nasce la possibilità di esplorare nuove possibilità a cui non avevamo pensato. Un film come The Batman è talmente complesso che è impossibile prevedere tutto prima, ma fornisce momenti imprevisti che ti aiutano a ripensare a come vuoi realizzare determinare sequenze”.

Reeves si è poi soffermato sul fatto che questo nuovo film sarà differente dagli altri Batman:

“Ho anche pensato che in questo tempo ci sono stati alcuni fantastici film di Batman e non volevo solo fare un semplice film su Batman. Volevo fare un film su Batman che potesse essere diverso. Ho detto ai produttori quello che avrei fatto, e ho detto: ‘guardate, apprezzo il fatto che voi vogliate che io faccia un film su Batman, ma non voglio solo fare un film su Batman. Voglio fare un film su Batman che ha la possibilità di essere qualcosa di diverso e umanista e che può usare le metafore del genere.’

È lo stesso motivo per cui ho girato i film sulle scimmie. Quei film erano incredibilmente personali per me, nonostante fossero quello che erano. Così ho fatto il mio passo per quello che sarebbe stato, e con mio grande piacere, ho scoperto che erano totalmente aperti a questo. Ho impiegato moltissimo tempo a lavorare con i miei partner per scrivere quella sceneggiatura e hanno atteso pazientemente. E quando l’ho consegnato, hanno voluto realizzarlo.”

Infine il regista ha voluto rassicurare sul fatto che sia lui che la sua famiglia stanno bene e che il rapporto con tutta la crew produttiva di The Batman, tra cui soprattutto l’attore protagonista Robert Pattinson, c’è un grande feeling e crede che il film possa seguire la data di uscita ufficiale:

“Adesso è troppo presto per fare previsioni, ma non riesco a pensare di non finire le riprese a Londra. La situazione è fluida.”