The Mandalorian: Chapter 1 – La Recensione senza spoiler

Il primo episodio di The Mandalorian è  un giusto mix tra spaghetti Western e Star Wars.

Dallo scorso 12 Novembre,  Disney+ è disponibile in America, Canada e Olanda. Sulla piattaforma streaming della casa di Topolino verranno pubblicate nuove serie esclusive  relative ai più importanti brand  Disney. Tra queste, non poteva certamente mancare Star Wars, con la prima serie  live action in assoluto dedicata  alla space opera di George Lucas.

The Mandalorian sarà composta da otto episodi e verrà rilasciata a cadenza settimanale, eccezion fatta per il secondo episodio, disponibile da domani 15 Novembre. Abbiamo visto il primo capitolo e siamo pronti a parlarvene, rigorosamente senza spoiler.

Ambientato dopo la caduta dell’Impero in Episodio VI, The Mandalorian ci trasporta fin da subito lontano dagli Skywalker. Nuovi pianeti, un altro angolo della galassia e, fin dai primi dialoghi, un’atmosfera da taverna molto simile a quanto visto su Tatooine. Insomma, i fan del brand si ambientano subito. Quando il mandaloriano entra in scena, rigorosamente senza farsi vedere in volto, trapela fin da subito l’anima da spaghetti western che Favreau e Filoni hanno voluto dare alla produzione.

Perchè il primo episodio di The Mandalorian è proprio un mix tra spaghetti western e space opera.

Pur non mostrandosi in volto, Pedro Pascal trasmette un senso di sicurezza e spavalderia che ne fanno il cacciatore di taglie ideale. Lo stesso si può dire della sua voce italiana, un’instancabile Andrea Mete.  Dietro il nostro anti-eroe prendono vita alcune sotto trame interessanti,  ottimi spunti per gli episodi successivi. Dal passato del Mandaloriano, all’Impero che sta raccogliendo i propri pezzi, fino a quella scena finale, capace di sprigionare un piccolo grido in ogni fan della saga di Lucas.

Il resto dei comprimari riesce ad emergere, lasciando già qualcosa nello spettatore. A partire da IG-11 , droide armato, cacciatore di taglie rivale ed alleato del nostro Mandaloriano, che in originale ha la voce di Taika Waititi. Gli scambi tra il robot e  il nostro anti-eroe sono probabilmente i più divertenti di questi primi quaranta minuti nel mondo di The Mandalorian. Inoltre alcuni dei personaggi annunciati negli scorsi mesi ancora non si sono visti, quindi ci aspettiamo che il cast  si arricchisca nelle prossime settimane.

Dopo The Clone Wars e Rebels, Dave Filoni fa il grande salto, e dirige il pilota della prima serie Live Action di Star Wars. Un pilota che unisce vecchio e nuovo canone, che gioca con lo spettatore  utilizzando musiche e dissolvenze tipiche dei capitoli principali. Un prodotto confezionato da chi ama la saga. Di grande impatto anche l’utilizzo di effetti speciali classici, al fronte di una CGI impiegata solamente quando necessario e per niente invasiva.

Ci aspettiamo grandi cose dai prossimi episodi di The Mandalorian.

VI RICORDIAMO CHE THE MANDALORIAN E DISNEY + ARRIVERANNO IN ITALIA IL 31 MARZO 2020.

Summary
Semplicemente il miglior prodotto Live Action di Star Wars dopo L'Impero Colpisce Ancora. Un giusto mix di quello che ha fatto la forza di tutte le trilogie, tra umorismo e azione, per narrare una nuova avventura che al momento ci intriga particolarmente.
9
Fantastico