Un Mondo Nuovo: Fumetti dalla Mauretania – recensione

un mondo nuovo

Non capita spesso di trovarsi tra le mani qualcosa di particolare come lo è Un Mondo Nuovo: Fumetti dalla Mauretania, compendio di opere di Chris Reynolds edito da Tunuè. Questa raccolta, ideata e curata dal fumettista Seth, include una selezione di storie brevi, un racconto lungo intitolato “Il dial” e il graphic novel “Mauretania”. Un viaggio onirico attraverso il mondo differente, e a tratti strano, creato dall’autore durante a partire dagli anni ’80.

un mondo nuovo tunuè

Una religione creata ad hoc affinché il popolo possa accettare quelli che sembrano essere i nuovi dominatori alieni della terra, un ragazzo che indossa sempre un casco, una misteriosa guerra che fa da sfondo a varie storie, sebbene non si comprenda mai del tutto se si tratti dello stesso conflitto; questi sono alcuni degli elementi che troviamo nei racconti surreali e vagamente cupi racchiusi in vignette nelle quali il nero fa da padrone sulla scena. Storie di facile lettura ma difficili da descrivere, in cui luoghi bizzarri fanno da sfondo alle vite di personaggi complessi le cui avventure sono narrate da voci fuori campo.

I dialoghi veri e propri sono rari; in alcune storie brevi non esistono affatto.

Definito da molti colleghi come un autore di culto e da altri come “il fumettista più sottovalutato degli ultimi 20 anni”, Chris Reynolds ha creato un mondo di piacevoli ombre pomeridiane e dolci colline, di treni semivuoti e strade assonnate che dà al lettore l’idea di trovarsi in una cittadina dell’entroterra statunitense, ed allo stesso tempo nelle campagne inglesi. Ma più lo si guarda, più diventa strano: l’umanità ha perso il controllo sulla terra, misteriose persone appaiono nelle fotografie dell’infanzia e Jimmy, il viso nascosto da un casco, è la causa della chiusura di alcune aziende locali.

Non c’è una collocazione temporale precisa, ogni storia restituisce l’eco di un’epoca diversa. Una sensazione che a volte si percepisce perfino in una singola storia: il primo racconto, ad esempio, inizia in un mondo futuristico ma poi la narrazione scivola inesorabilmente nel passato. Un’opera particolare, complessa, che spesso sembra indecifrabile e costringe ad una rilettura più attenta. Vi sono raccolti racconti scritti in periodo di oltre 30 anni ma che restano comunque attuali. Oscillano tra il dramma e la speranza, le scene sono spesso scure, i tratti dei disegni sono spessi, ma alla fine di ogni storia si ha l’impressione di essersi appena svegliati da un sogno strano, visionario, che però lascia nel lettore un confuso senso di speranza.

un mondo nuovo

A una prima, veloce, lettura al lettore può sfuggire il senso di queste storie profondamente metaforiche, malinconiche, a metà tra realtà e sogno. Alcune di esse, la prima in particolare, ricordano quasi i racconti di Lovecraft, sospesi tra immaginazione realtà in un mondo che sembra incastonato in limbo dai confini non ben definiti. Non negherò che bisogna essere amanti di questo genere di opere per poterle apprezzare appieno; al lettore che vi si approccia per la prima volta esse possono risultare piuttosto confuse e inverosimili.

C’è una calma innaturale che pervade le storie e risulta in un persistente senso di inquietudine nel lettore, il quale continua ad aspettarsi qualcosa che non succede mai, mentre si inoltra in un mondo ricco di dettagli fuori posto che contribuiscono a donare ai racconti la loro atmosfera particolare, calma e inquietante al tempo stesso. Ci sono domane che non vengono mai davvero poste ma colpiscono in pieno il lettore. Ad esse, ovviamente, non c’è mai risposta.

La raccolta è un cartonato di 268 pagine, arricchito da una stupenda prefazione ad opera di Ed Park e da una nota conclusiva scritta da Seth, designer della raccolta oltre che, come abbiamo detto, curatore e ideatore della stessa. Il costo è di €24,90.

Potete acquistare Un Mondo Nuovo su Amazon cliccando qui.

Un Mondo Nuovo: Fumetti dalla Mauretania
Pro
Ambientazione affascinate
Storie profondamente metaforiche
Contro
Illustrazioni a tratti confuse
7
Voto