Film News

Transformers: In lavorazione il film spin-off ambientato nell’antica Roma?

transformers

Con l’arrivo del prossimo film Transformers: The Last Knight nelle sale sembra che l’arrivo dei guerrieri Cybertroniani sulla terra sia avvenuto secoli fa. Non sorprende qui che gli stessi potrebbero aver vissuto anche durante l’epoca dell’impero Romano.

La rivelazione arriva direttamente dal prossimo numero dell’Empire, ottenuto in anticipo dal sito TFW 2005 fan site.

In un’intervista sul film, l’Empire è riuscito a scoprire che ci saranno il lavorazione altri 14 film. La notizia è stata inoltre confermata da numerosi altri rapporti, alcune delle idee per questi film però, sembra siano state scartate o non approfondite. Apparentemente sembra che l’idea di un film ambientato durante l’impero Romano, sia una delle più sentite, le conferme però, arriveranno solo dopo la realizzazione dello standole su Bumblebee. Va notato che all’epoca dei Romani, non erano presenti macchine moderne, sarà quindi molto interessante poter vedere le trasformazioni dei nostri eroi.

Lo studio sta anche lavorando ad un prequel del film ambientato su Cybertron, grazie al quale scopriremo le origini dei nostri personaggi.

Se vi foste persi l’ultimo trailer del film cliccate qui per recuperarlo.

Transformers – L’ultimo cavaliere uscirà al cinema il 21 giugno di quest’anno e tutti potremo vedere il ritorno di Mark Wahlberg nei panni di Cade Yeager e l’ingresso nel cast di Isabela Moner e Jerrod Carmichael. Come già detto nell’introduzione, vedremo il ritorno di Michael Bay alla regia che lavorerà alla sceneggiatura insieme ad Art Marcum, Matt Holloway e Ken Nolan. Non si sa nulla di più, però, sulla trama.

Nella vita di ognuno arriva il momento in cui si è chiamati a fare la differenza. In Transformers: L’ultimo cavaliere, gli oppressi diventeranno a loro volta eroi. Gli eroi diventeranno anti eroi. Solo un mondo potrà sopravvivere: il nostro o il loro.

Restate connessi per ulteriori aggiornamenti su Transformers.

Commenti

Commenti

About the author

Davide Grasso