Marvel’s Spider-Man – Bentornato Peter – Recensione Ps4

Ci troviamo forse nell’anno più roseo per il brand Marvel. Cinematograficamente il 2018 ha visto festeggiare il decimo anniversario del Marvel Cinematic Universe con l’uscita al cinema di Avengers – Infinity War rivelatosi il culmine di 10 anni di progetti minuziosamente creati e collegati. Sul piano televisivo grazie alle serie sviluppate in collaborazione con Netflix e le altre serie tv sui canali in chiaro sono stati in grado di tenere testa anche alla concorrente DC che sul piano dell’universo televisivo sta portando un progetto decisamente meglio sviluppato. Quello che mancava da alcuni anni era proprio un titolo videoludico capace di far parlare di se. Alla chiamata di Marvel ha quindi risposto il team di Insomniac Games riportando l’arrampicamuri sulle nostre console a quattro anni dall’uscita del gioco di The Amazing Spider-man 2 nel 2014.

Trama

Siamo stati ormai abituati a numerosissime versione dell’arrampicamuri. Marvel’s Spider-Man ne introduce ancora un’altra. Lo scopo degli sviluppatori era quello di allontanarsi da controparti fumettistiche\cinematografiche mantenendo però lo spirito di Peter. Il nostro amichevole Spider-Man di quartiere infatti, in questa versione, è molto più adulto. Lavora al fianco del dottor Octavius in un laboratiorio di ricerca e quando è libero da impegni si dedica ad una sorta di centro di accoglienza nel quale troviamo zia May come direttice.
Il suo Alter-Ego Spidey invece, si ritrova a collaborare con la polizio tramite Yuri Watanabe occhi ed orecchie di Spider-Man nella caccia al crimine. Non mancano i villain, il principale è Mister Negativo, un uomo al quale, tramite alcuni esperimenti, è stata fatta emergere la sua parte più oscura  e che ha il potere di risveglaire questa oscurità in tutte le persone. Non mancheranno inoltre i soliti Fisk, Volture, Rhyno, Scorpion ed Elettro ( Non ci dilungheremo
troppo per evitare grossi spoiler). Come anticipato però, Peter è già adulto, e molti di questi scontri sono già avvenuti nel passato del protagonista troveremo infatti molto indizi di scontri passati in giro per New York e nelle battute tra i personaggi.

Come Peter anche Mary Jane (personaggio giocabile in alcune fasi) ha un nuovo background, non sarà più la bella ragazza da salvare ma anzi, sarà parte fondamentale per la salvezza di NY. MJ è infatti una giornalista del Daily Bougle impegnata nella lotta al crimine. Si ritroverà molto spesso in situazioni scomode per cercare di far chiarezza sui piani di Mr. Negative.

Spider-Man PS4

® Marvel

***Attenzione questa parte contiene spoiler sulla fine del gioco***

Il gioco offre inoltre la possibilità di vestire i panni di un altro personaggio, molto caro agli appassionati dell’uomo-ragno, stiamo parlando di Miles Morales.
A causa di un attentato Miles perderà suo padre, Peter, nel tentativo di aiutarlo lo porterà con se al F.E.A.S.T. (il centro di accoglienza di cui sopra) dopo alcuni eventi MJ si ritroverà a portare un certo ragno, riportante il numero “12” sul dorso che morderà Morales.
Da quel momento, un filmato a fine gioco, ci farà vedere Miles mostrare i poteri a Pete che svelerà appunto di essere Spider-man. Eventuale sequel con Miles come nuovo Spider-Man? Chissà.

***Fine parte spoiler ***

Gameplay

Fin dai primi istanti di giochi vi innamorerete follemente del sistema di movimento. Dondolare in giro per NY con le ragnatele è forse la parte più soddisfacente dell’intero titolo. Nelle quasi 20 ore di giochi ci siamo ritrovati ad utilizzare lo spostamento rapido una volta sola, per testarlo, (E successivamente 5 per il trofeo da sbloccare) muoversi è infatti così divertente da non vedere l’ora di potersi spostare da un punto all’altro della mappa. Ad aiutare l’esperienza c’è poi la qualità grafica e la perfetta resa dei palazzi che vi circondano, senza contare le incredibili animazioni di Spider-Man che volteggia nel cielo.

Il bello non è solo “dondolare” però. Pete potrà compiere numerosi movimenti, da salti enormi ( da sbloccare nel vasto albero delle abilità diviso in 3 parti) al parkour verticale sui palazzi.
Nelle prime fasi di gioco potreste trovarvi spaesati, ma avanzando e padroneggiando perfettamente i movimenti del personaggio spostarvi diventerà una vera e propria sfida contro voi stessi per cercare di raggiungere i vari punti nel minor tempo possibile (Piccola chicca, spostarvi vi farà anche acquisire punti EXP.) .

Spider-Man PS4

®Marvel

Per quanto riguarda il sistema di combattimento è qualcosa di già visto in precedenza (Con ciò non stiamo dicendo che sia negativo).
Insomniac prende ispirazione a piene mani dal Batman Rocksteady sfruttando troppo poco però l’IA dei nemici. Nelle prime fasi i combattimenti possono sembrare noiosi, una volta però sbloccati i vari gadget (Ragnatele elettriche, droni, mine laser, bombe di ragnatela e tanto altro) e raggiunto un livello di sfida più alto (l’intero titolo è stato giocato in “Spettacolare” ovvero la modalità “Difficile“) saranno davvero divertenti e vari permettendovi di scegliere il modo migliore per sconfiggere gli avversari. Oltre i Gadget avremmo a disposizione vari costumi che andranno a sbloccare un determinato potere. Da Spider-noir ottimo per le missioni stealth alla Iron-Suit perfetta per i combattimenti in mischia. Personalmente il più utilizzato è stato il costume dedicato al titolo (con il ragno bianco)
e relativo poter che vi permetterà di caricare barre di concentrazione rapidamente (La concentrazione serve a riprendere vita ed eliminare in un colpo i nemici).
Per quanto riguarda le battaglie con i Boss le stesse si sviluppano tutte allo stesso modo, ci sarà un periodo in cui il villain attaccherà e dovrete schivare fino a farlo stancare e poi controbattere.
In questo senso ci sentiamo di dire che siamo stati un po’ delusi, ci sarebbero piaciute battaglie un po’ più vive e complicate (Attenzione, gli scontri sono comunque molto divertenti e cinematografici). Fa eccezione lo scontro finale nel quale gli sviluppatori hanno messo molta più anima facendolo sembrare un vero e proprio film nel quale siete voi i protagonisti.

Molto divertenti sono invece le missioni secondarie, tutte in perfetto “stile ubisoft” dalla conquista di avamposti con vari bonus interni ( da quello stealth a quello con la combo più lunga) , passando a missioni per salvare l’ambiente fino alla cattura di piccioni in giro per la mappa (Si, si dovranno letteralmente catturare piccioni in giro per NY).
Ci ritroveremo a combattere il crimine in giro per NY a fotografare “gattini neri” per Black Cat. Il gioco ci porterà inoltre a fare i turisti facendoci fotografare tutti i luoghi simbolo della mappa deconrandoli con numerosissimi Easter Egg (Stark Tower, Rand industries, il santuario di Doctor Strange e tanti altri) o a raccogliere i vecchi zaini di Pete persi per la città. Ci saranno inoltre una sorta  di Mini-giochi da completare, sistemare circuiti elettrici o analizzare sostanze, mai nulla di complicatissimo ma ottimi per rendere il Gameplay più completo e vario.
Portare a termine tutte queste missioni sbloccherà vari tipi di gettoni, questi serviranno ad “acquistare” le verie mosse, Gadget, Costumi ed abilità del nostro eroe.

Spider-Man PS4

®Marvel

Comparto Tecnico

Tecnicamente il gioco è quasi impeccabile. Lo abbiamo giocato su Playstation 4 Pro e non c’è mai stato un calo di frame. La resa generale della città è favolosa e regala scorci incredibili soprattutto duranti i tramonti. Un vero peccato è invece la mancata traduzione italiana dei dialoghi dei passanti e le interazioni con questi. Vi ritroverete a passargli di traverso o semplicemente a farli cadere qualora vi scontraste (Ogni tanto c’è la possibilità di salutarli). Colonna sonora magistrale, in ogni momento vi sentirete in un vero e proprio film di super-eroi.
Fiore all’occhiello è una modalità fotografia superba che vi permette di realizzare Selfie e Scatti sfruttando a pieno la qualità visiva del titolo.

Spider-Man PS4

®Marvel

Conclusioni

Concludendo dunque, Marvel’s Spider-Man è un titolo che sicuramente non si è sforzato in termini di innovazione. Si è anzi inspirato a molteplici titoli di successo. Detto ciò svolge pienamente il suo lavoro e riesci a divertire come mai un titolo sull’arrampicamuri abbia mai fatto prima. Ci sentiamo di consigliarlo nonostante, il costo di circa 74 Euro, a chiunque sia fan del personaggio ma anche a tutti coloro che vogliono intraprendere un’avventura straordinaria con “l’amichevole Spidey di quartiere”.

…E poi Hey! Il titolo ha così tanti riferimenti ad altri personaggi che chi ci dice che non possa essere l’inizio del fantomatico “The Avengers Project” ? 

 

Qui di seguito il trailer del gioco, altre informazioni direttamente sul sito web:

 

Seguiteci inoltre su Instagram per restare sempre aggiornati.

Restate connessi per ulteriori aggiornamenti su Marvel’s Spider-Man.

Marvel's Spider-Man

74.00
9

Marvel's Spider-Man

9.0/10

Pros

  • Divertente
  • Miglior titolo su Spidey
  • Sufficientemente Longevo
  • Graficamente spettacolare

Cons

  • Doppiaggio italiano con qualche falla
  • Poca interazione con la città
  • Poco innovativo