Loki- La Recensione senza spoiler dei primi due episodi

La terza serie Marvel Studios debutta domani, 9 giugno su Disney+

loki

Il ritorno di Loki si abbatte sul passato, presente e futuro del Marvel Cinematic Universe

Domani 9 giugno, torneremo finalmente nel Marvel Cinematic Universe, col debutto della terza serie Marvel Studios esclusiva di Disney+, Loki . Dopo esserci scervellati con teorie più o meno pazzesche  per tutto l’inizio del 2021, per poi essere tornati coi piedi per terra tra marzo e aprile, è ora di esplorare le linee temporali al fianco di un redivivo dio dell’inganno interpretato ancora dall’impeccabile Tom Hiddleston.

Grazie a The Walt Disney Company Italia, ho visto i primi due episodi (di sei) in anteprima di Loki e sono pronto a darvi qualche impressione a caldo rigorosamente senza spoiler. Ovviamente, dal 23 giugno con l’uscita dell’episodio 3, torneranno le analisi scena per scena, sulle avventure temporali del Dio dell’inganno.

loki

 

Bastano pochi istanti di Loki, per essere catapultati in sala durante Avengers: Endgame, per la precisione nel momento del furto del tempo in cui il Dio dell’inganno afferra il Tesseract e svanisce nel nulla. Da quell’esatto momento, ci domandiamo che fine abbia fatto questo Loki, non il cattivo ravveduto caduto per mano di Thanos, ma quello ancora bramoso di potere e di ottenere il posto che gli spetta nell’universo.

Un personaggio che il fan del Marvel Cinematic Universe ama, ma che per forza di cose non è lo stesso, e non è forgiato da undici anni di storie. Qui il primo pregio dell’episodio pilota di Loki, quello che potrete vedere già domattina. In meno di un’ora, Michael Waldron da un nuovo scopo al fratello di Thor, coerente con quanto successo in questi dieci anni, non lasciandolo incatenato alla versione “cattiva” del primo film sugli Avengers.

Il personaggio di Loki evolve in maniera rapida prendendosi ogni istante del primo episodio, caricato sulle spalle di un sempre ottimo Tom Hiddleston. L’attore britannico è nato per questo ruolo e si diverte a interpretarlo. In entrambe le puntate è stato in grado sia di emozionarmi che di divertirmi genuinamente, grazie alla sua bravura e alla sua capacità di rubare la scena.  Non è un caso se  di Thor: The Dark World ricordiamo principalmente le scene con lui come protagonista.

Leggi anche Chi è Loki? Guida alla Serie Marvel

Ora che è finalmente il protagonista assoluto del prodotto,  abbiamo l’occasione di vedere alcune sfumature del Dio dell’inganno che non c’erano ancora state mostrate, oltre che all’entrata in scena di Mobius M. Mobius (Owen Wilson) l’agente della T.V.A. che terrà d’occhio Loki.

Mobius è un personaggio ancora non del tutto inquadrato, che ci viene però introdotto come uno degli agenti migliori, impegnato in quello che è probabilmente il caso più difficile della sua carriera. La T.V.A. si occupa di monitorare il corretto andamento della linea temporale, senza che nessuno la modifichi alterando la realtà.

Ci troviamo di fronte a un potere apparentemente più grosso di quanto visto finora, che potrebbe essere in grado di scatenare qualcosa di molto più grande nella Fase 4 del Marvel Cinematic Universe. Quello che si è visto in questi primi due episodi è stato anche velatamente confermato da Kevin Feige in un’intervista concessa a Empire.

 

loki

In questo inizio di stagione Loki si è dimostrato come l’ennesimo cambio di stile e prodotto da parte di Marvel Studios. Dopo il formato sitcom di WandaVision e l’action thriller di The Falcon and the Winter Soldier, con questa terza serie si vira verso un panorama sci-fi molto simile a Doctor Who e Star Trek, ma con puntate fortemente connesse tra loro da una al momento accattivante trama orizzontale. Con molta probabilità la serie non ha ancora rivelato il suo enorme potenziale, ma fin da questi primi due episodi è stata in grado di sfoggiare i suoi punti forti.

Oltre il già menzionato Tom Hiddleston, tutta la struttura della T.V.A. è affascinante, portando a schermo un altro dei grandi misteri Marvel. In due puntate vengono mostrati tantissimi spunti non solo per questa serie ma anche per il futuro del Marvel Cinematic Universe. Non solo, c’è spazio anche per il passato, per guardare ciò che c’è già stato e perché è successo, aggiungendo ulteriori tasselli alla lunga storia  iniziata nel 2008.

loki

Se il primo episodio è abbastanza monotematico, e si concentra specialmente sul personaggio di Loki, con il secondo iniziamo a muoverci anche in diverse location, mostrando la forza che la serie può scatenare nelle prossime settimane. Una volta portata a termine la visione però, sono soddisfatto di quanto visto finora, senza dovermi fare strane teorie come successo lo scorso gennaio.

Certo,  ci sono tante domande che spero trovino risposta nei rimanenti quattro episodi, ma al momento, Loki è la serie  che più i nfretta a messo qualcosa di concreto sul tavolo, mostrando fin da subito cosa potrebbe cambiare in questa Fase 4. Staremo a vedere se i risultati resteranno gli stessi o se ci sarà un disgraziato tracollo.

 

 

Abbonati ora a Disney+ per seguire Loki